martedì 29 giugno 2010

Il pagellone mondiale 18

Gentili lettori ben ritrovati, ieri terza giornata per gli ottavi con l'Olanda che ha sconfitto la Slovacchia per 2-1, gli orange affornteranno il Brasile, vittorioso con un netto 3-0 sul Cile. Dopo Argnetina-Germania ci aspetta un altro grande quarto di finale.
Oggi si chiuderà il programma, alle 16:00 Paraguay-Giappone mentre alle 20:30 il derby iberico tra Spagna e Portgallo promette scintille.
Buona lettura...Zuma!

Il BRASILE (8) annulla il CILE (5) e accede ai quarti dove incontrerà l'Olanda. Senza Elano e Melo infortunati la squadra gira lo stesso molto bene con Ramires e Alves, i brasiliani nei primi minuti sono sornioni ma poi prendono le redini dell'incontro e passano in vantaggio con Juan (8), il migliore in campo, che di testa mette in rete sul corner di Maicon (6,5). Passano pochi minuti e arriva il 2-0, Robinho da sinistra mette in mezzo per Kaka che prolunga per la corrente Luis Fabiano (7,5) che salta Bravo e mette in rete, partita assolutamente chiusa, i cileni spariscono dal campo, i brasiliani fanno accademia sprecando diverse occasioni. Nella ripresa subito il 3-0, percussione centrale di Ramires (7) che serve Robinho (7+) che mette dentro per il tris. E' impressionante la facilità con la quale il Brasile arriva a concludere verso la porta centrale, le soluzioni non mancano, o per vie centrali o grazie ai cross dalle fasce. In attesa del miglior Kaka (6-) possiamo dire come quella di ieri sia stata una prova di forza, di gioco, di carattere, la seleçao quest'anno ha come punto forte la compattezza del gruppo e la solidità nei reparti, può essere strano ma la difesa è più forte dell'attacco, ed è proprio dal pacchetto arretrato che si fonda questa squadra.
Da sempre il palleggio è una caratteristica dei brasiliani, magari il gioco non sarà spettacolare come negli anni passati ma la manovra è fluida, ogni attacco può tramutarsi in rete mentre le poche offensive degli avversari vengono annullate dai due centrali difensivi, Juan e Lucio (7,5), insuperabili. Inoltre la rosa a disposizione di Dunga è di ottimo spessore, se manca uno c'è sempre un altro di livello pronto a sostituire il compagno.

Il Cile ha fatto poco o nulla, la scelta di non snaturare il proprio asseto tattico confermando le 3 punte è stato un suicidio di Tabarez, era inevitabile concedere ampi spazi ai brasiliani ai quali non puoi concedere nulla. Solo dopo il 3-0, quando il Brasile ha controllato, c'è stata una reazione di orgoglio con qualche occasione e la possibilità di andare a rete, questa volta Sanchez (5) non ha brillato così come la sua squadra che esce dal mondiale a testa alta, una delle poche che ha messo in mostra un bel gioco soprattutto nelle prime due uscite.

L'OLANDA (7,5) batte 2-1 la SLOVACCHIA (5,5) e accede ai quarti dove incontrerà il Brasile. Gli olandesi hanno vinto meritatamente contro un avversario ostico ma che non rivaluta in alcun modo la nostra sconfitta di giovedì. Van Marwijk schiera dal primo minuto Arjen Robben (8) che porta in vantaggio i suoi grazie alla sua specialità, riceve una palla al bacio, sgroppa sulla destra, si accentra e lascia partire un sinistro rasoterra di rara precisione e bellezza nonché di potenza. Tutto qui nel primo tempo che gli olandesi hanno controllato bene senza rischiare nulla. Nella ripresa la musica cambia con i tulipani che creano tante occasioni ma le sciupano banalmente, vuoi per la bravura dl portiere, vuoi per imprecisione, quando il 2-0 è ormai nell'aria si vede per la prima volta la Slovacchia con due occasioni nel giro di pochi minuti, con Vittek e Stoch ma Stekelenburg (7,5) si supera blindando la sua porta, i giocatori slovacchi prendono coraggio ma lasciano spazi per gli olandesi che raddoppiano dopo un incursione in area di Kuyt che attira su di se il portiere Mucha (5) , palla al centro per Sneijder (7) che insacca a porta vuota. Nel recupero rigore per la Slovacchia trasformato da Vittek (6,5) al suo quarto centro.

Quella di venerdì sarà una grandissima partita, ci auguriamo di vivere grandi emozioni, l'Olanda quest'anno è molto cambiata, non è più la formazione bella e sempre all'attacco come in passato dove partiva sempre alla grande salvo incappare in una serata storta e uscire dal torneo, quest'anno la squadra è più cinica, sa quando deve attaccare e quando giocare la palla e rallentare il gioco da grandi maestri nel possesso palla. Ha vinto tutte e 4 le partite, dispone di grandi giocatori come Robben e Sneijder che fanno la differenza, ma tutta la rosa è competitiva, ha subito solo due reti segno di una fase difensiva interpretata bene grazie a un atteggiamento più razionale e prudente.
Se vogliamo le due squadre si assomigliano, anche i brasiliani sono più prudenti e meno spettacolari ma quando attaccano fanno paura perché riescono a concludere sempre in porta, la difesa è sicuramente più forte di quella olandese e questo potrebbe fare la differenza, anche se Bastos faticherà moltissimo nel fermare Robben. Sarà anche la sfida incrociata tra Julio Cesar, Lucio e Maicon contro Sneijder, tutti grandi campioni per una sfida da brivido.

Oggi alle 16:00 Paraguay-Giappone mentre alle 20:30 a Città del Capo andrà in scena il derby iberico tra Spagna e Portogallo. Ci si attende grande spettacolo, il pronostico è aperto anche se pende dalla parte degli spagnoli che giocano un calcio bellissimo grazie alle qualità di tutti i giocatori. Dall'altra parte i portoghesi possono contare su Cristiano Ronaldo che giocherà contro alcuni compagni del Real. I portoghesi non hanno ancora subito gol mentre ne hanno fatto 7, tutti alla Nord Corea. La sfida è molto sentita tra i tifosi e i due allenatori per cui speriamo non ci sia nervosismo in campo ma fair play e belle giocate.

Chiudiamo parlando del Presidente della FIFA Blatter che ieri ha aperto alla tecnologia ma in modo limitato, inoltre la Fifa si è schierata contro i replay nel tabellone dello stadio, sapevamo che non sarebbe cambiato nulla, ci sono troppi interessi economici dietro. Blatter avrebbe dovuto fare un bagno di umiltà dando le sue dimissioni, riconoscendo i suoi sbagli e la sua ostinazione, avrebbe dovuto garantire delle scuse a Messico e Inghilterra, avrebbe dovuto annunciare cambiamenti seri come la moviola e dare la possibilità all'arbitro di cambiare le decisioni iniziali. Se nemmeno gli episodi di domenica hanno cambiato qualcosa allora ci affidiamo al buon senso delle federazioni affinché non rinnovino la fiducia a Blatter per un eventuale quarto mandato.

A domani Waka Waka!

0 commenti:

TICB TV

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.