martedì 31 agosto 2010
00:41

Highlights Serie A Tim: 1^ giornata

Dopo tanta attesa e colpi di mercato, gli ultimi dei quali ancora da mettere a segno, è ricominciata la stagione anche nella massima serie. E si comincia subito con la Juventus che perde la partita di esordio, ciò non accadeva da ben 28 anni! Ad abbattere questo record è il Bari di Ventura che al San Nicola ottiene i primi tre punti della stagione. Negli anticipi del sabato la Roma stecca in casa con la neopromossa Cesena ed il Genoa espugna il Friuli per 0-1. Vince e convince invece il Milan che rifila quattro gol al povero Lecce che sperava in un avvio più soft. Prestazioni convincenti anche della Sampdoria e del Parma, quest'ultimo trascinato da un super Giovinco. Nel posticipo infine steccano i campioni d'Italia dell'Inter fermati da un buon Bologna. Altri pareggi invece tra Palermo-Cagliari e tra Fiorentina-Napoli. In questo primo turno in totale messe a segno 15 reti. Ma vediamo le partite in dettaglio. 

Bari-Juventus 1-0: volere e potere, così dice il detto, ed il Bari ha voluto ed ha potuto battere la Juventus. Gli uomini di Ventura giocano un'ottima partita e vincono con merito contro una Juventus apparsa ancora in fase di rodagggio e poco oleata nella manovra. I bianconeri però avevano cominciato bene l'incontro, ma dopo la prima parte di gara viene fuori il Bari che al 43' passa in vantaggio grazie ad una splendida rete di Donati. Nella ripresa è sempre il Bari a fare la partita mentre la Juventus non riesce a pungere. Solo nel finale i piemontesi si fanno pericolosi ma le conclusioni terminano fuori dallo specchio della porta. Al tripliche fischio il San Nicola fa festa, ottimo Bari. La Juventus invece deve ancora crescere.
  
Bologna-Inter 0-0: termina in parità e a reti inviolate il posticipo del lunedì sera tra Bologna ed Inter. Al Dall'Ara i felsinei giocano un buon primo tempo mettendo alle corde l'Inter per una buona mezz'ora. I nerazzurri infatti faticano ad allentare il forcing degli emiliani e non riescono a venire fuori dalla propria metà campo. Nella ripresa il copione cambia, è l'Inter ad avere le migliore palle gol e a giocare decisamente meglio, ma la sfortuna (traversa di Eto'o) e le ottime parate di Viviano negano il gol ai Campioni d'Italia uscenti. Finisce in parità ed ottime indicazioni per le due squadre, soprattutto per il Bologna nonostante il cambio in panchina ancora prima dell'inizio della stagione.

Chievo Vr-Catania 2-1: bell'incontro al Bentegodi tra Chievo e Catania, due squadre che si affrontano a viso aperto senza nulla da perdere. Il Chievo però passa subito in vantaggio con Moscardelli che al 14' trafigge Andujar. I siciliani però non demordono e al 22' pareggiano con Ricchiuti. La partita diventa equilibrata con una leggera prevalenza territoriale dei clivensi. Nella ripresa la gara resta piacevole con il Chievo che cerca di più la vittoria. Gli etnei infatti cominciano a pagare un po' di stanchezza e calano il ritmo. Nel finale poi arriva la rete della vittoria per i veronesi, in gol questa volta va Pellissier che all'82' trasforma un calcio di rigore. Vince dunque il Chievo che si aggiudica un incontro importante in chiave salvezza. 

Fiorentina-Napoli 1-1: pronti, via ed il Napoli va in vantaggio con Cavani al 7'. La Fiorentina paga il colpo e non riesce ad entrare subito in partita. Il Napoli invece paga una migliore condizione fisica ed è in palla. I viola però alla lunga vengono fuori e replicano agli attacchi degli ospiti. Nella ripresa i toscani sono più intraprendenti e in avvio D'Agostino al 50' rimette in parità il parziale. La gara diventa bella con molte occasioni da ambo le parti. Il Napoli nel finale cala leggermente e cerca di approfittarne la Fiorentina ma il punteggio non cambierà più. Il pari finale accontenta tutti al termine di una partita che ha messo in evidenza le capacità tecnico-tattiche di entrambe le squadre che potranno dire la loro nel corso della stagione.
   
Milan-Lecce 4-0: il Milan, rinvigorito dall'ultimo importante acquisto (Zlatan Ibrahimovic), non vuole sfigurare alla prima e cala un tremendo poker ai danni del Lecce che dopo la prima mezz'ora di gara va ko sotto i colpi dell'armata rossonera di Allegri. Al 16' Pato apre le marcature per i milanesi. Passano appena sette minuti e il Milan dilaga: al 23' arriva il raddoppio siglato da Thiago Silva, mentre cinque minuti più tardi è ancora Pato ad andare in gol. Pugliesi al tappeto e senza spirito d'iniziativa. Nella ripresa il match è praticamente già chiuso con il Milan che controlla e che rischia di dilagare quando va in attacco. Al 90' infine arriva la rete del 4-0 siglata da Pippo Inzaghi. Il Milan dunque manda un segnale forte alle avversarie per il titolo. Per il Lecce non era decisamente questa la partita dove poter dimostrare le proprie qualità.

Palermo-Cagliari 0-0: Palermo deludente al Barbera per la prima di campionato. Gli uomini di Rossi appaiano poco lucidi e fuori partita per tutta la durata del match, manca infatti la giusta determinazione. Il Cagliari invece gioca bene essendo ben messo in campo e sempre pronto a sfruttare le amnesie dell'undici rosanero. Nel primo tempo poche emozioni, così come nella ripresa. Il Palermo prova a fare la partita ma senza mai creare veri pericoli alla porta di Agazzi che si fa trovare però sempre pronto in occasione di due interventi su tiri da fuori area. Alla fine il pari è giusto, Palermo che forse ha pagato la stanchezza di inizio stagione dopo il turno di Europa League. Cagliari invece che trae buone indicazioni dalla serata del Barbera.

Parma-Brescia 2-0: il Parma trascinato da un'ottima prestazione di Giovinco supera in scioltezza il Brescia e porta a casa i primi tre punti della stagione. Al 10' i ducali passano in vantaggio con Bojinov e mettono in discesa il match. I lombardi provano a reagire ma senza impensierire troppo la difesa avversaria. Nella ripresa il Parma chiude subito i conti con la rete di Morrone al 48' su assist di Giovinco. Il Brescia paga il colpo ed esce dalla partita permettendo ai gialloblù di controllarla fino al triplice fischio finale.

Roma-Cesena 0-0: come ha detto lo stesso Ranieri, Roma troppo arruffonato e poco pratica contro un Cesena per nulla intimorito dall'importanza dell'avversario. I romagnoli infatti, pur rischiando in qualche occasione, non arretrano mai il baricentro e giocano la loro partita senza nessun timore reverenziale. La Roma prova a condurre il gioco ma lo fa con poca lucidità e quando arrivano i tiri in porta Antonioli si fa trovare sempre pronto a respingere la minaccia. Nella ripresa il copione del match non cambia ma alla fine anche la stanchezza entra in campo e l'incontro si avvia alla fine. La Roma ci prova fino all'ultimo secondo ma il forcing finale non da i frutti sperati. Ottimo Cesena che tornava in serie A dopo 20 anni e su un palcoscenico di tutto rispetto. Alla Roma forse serviva più umiltà.

Sampdoria-Lazio 2-0: la Samp ha voglia di riscatto davanti al proprio pubblico ma contro la Lazio di Reja deve faticare molto prima di trovare le due reti che le permettono di incassare i primi tre punti del campionato. I laziali infatti sono ben messi in campo e rispondono colpo su colpo agli attacchi dei genovesi. Nella ripresa la Samp è più determinata e al 60' passa in vantaggio con Cassano su calcio di rigore. La Lazio sbanda e perde lucidità. Ne approfittano i doriani che al 71' raddoppiano e chiudono la partita con Guberti. Per la Samp dunque prima vittoria stagionale al termine di un'ottima partita. La Lazio invece dovrà rivedere la gestione della partita ed evitare qualche distrazione fatale.

Udinese-Genoa 0-1: il Genoa inaugura nel migliore dei modi la propria stagione vincendo in trasferta a Udine. L'Udinese, del neotecnico Guidolin, dovrà invece rivedere la propria tattica. Al Friuli partita che non regala particolari emozioni con le due squadre che non riescono a sviluppare un bel gioco soprattutto nella prima frazione. Nella ripresa poi il ritmo non cambia e la gara a tratti è molto noiosa. Quando tutto sembra indirizzato sullo 0-0 finale, arriva il lampo di Mesto che all'81' mette alle spalle di Handanovic e regala così il primo successo esterno stagionale ai genovesi. Udinese da rivedere.

Classifica dopo la 1^giornata: Milan, Parma, Sampdoria, Chievo Vr, Bari e Genoa 3; Fiorentina, Napoli, Cagliari, Cesena, Palermo, Bologna, Inter, e Roma 1; Catania, Juventus, Udinese, Brescia, Lazio e Lecce 0.

Prossimo turno, 11-12/9/10 ore 15.00: Brescia-Palermo (ore 12.30), Cagliari-Roma (11/9 ore 20.45), Catania-Parma, Cesena-Milan (11/9 ore 20.45), Chievo Vr-Genoa, Inter-Udinese (11/9 ore 18.00), Juventus-Sampdoria, Lazio-Bologna, Lecce-Fiorentina, Napoli-Bari (ore 20.45).

Appuntamento a lunedì 13 Settembre, dopo la pausa per gli impegni della Nazionale!

0 commenti:

TICB TV

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Palinsesto #Radio1Sport