mercoledì 10 luglio 2013

I classici di TiCB: Verona 1984-1985

Inauguriamo oggi un'altra rubrica del nostro sito: "I classici di TICB".
Questa rubrica propone alcuni pezzi di storia di Tutto il calcio grazie alla collaborazione con il canale You Tube di Marco d'Alessandro MXMCLASSIC.

Il primo contributo che vi vi proponiamo è dedicato a una neo-promossa della prossima stagione di A, ovvero il Verona.
Per festeggiare questa promozione ricordiamo uno dei momenti più belli della storia della squadra scaligera, ovvero lo scudetto della squadra conquistato nel 1984-1985 sotto la guida di Osvaldo Bagnoli.

Ecco una piccola descrizione di quella stagione
Nel 1985 il Verona, che già dal ritorno in Serie A di tre anni prima ambiva a ruoli di prestigio, riportò lo scudetto in provincia a oltre sessant'anni dalle vittorie della Pro Vercelli, richiamando il successo del Cagliari 1969-70. L'Hellas scrisse il suo nome nella storia del campionato italiano assieme all'allenatore Osvaldo Bagnoli, al difensore tedesco Hans Peter Briegel e alla coppia d'attacco Elkjær-Galderisi. Nell'anno del sorteggio arbitrale "a gruppi", gli occhi erano puntati su Verona già dalla prima giornata, il 16 settembre 1984. Ma l'attesa non fu tanto per l'esordio degli scaligeri quanto per quello del Napoli con Maradona. Al Bentegodi vinsero i padroni di casa per 3-1 e la corsa gialloblù ebbe inizio. Già la settimana dopo, vincendo ad Ascoli Piceno, gli scaligeri si ritrovarono soli in testa e, uscendo indenni dai tre big-match consecutivi contro Inter, Juventus e Roma, affrontarono serenamente il girone d'andata, mantenendo costantemente la vetta della classifica. La prima sconfitta arrivò solo alla quindicesima giornata, il 13 gennaio, quando una squadra rimaneggiata cadde ad Avellino a pochi minuti dalla fine. Nonostante ciò, le inseguitrici, l'Inter e il Torino, non approfittarono e i veneti furono campioni d'inverno. Osvaldo Bagnoli, l'allenatore dello storico Verona campione d'Italia nel 1985, portato in trionfo dai suoi giocatori. Quando, la settimana dopo, l'Inter raggiunse in vetta il Verona, la squadra di Castagner parve divenire la favorita. Ma il Verona approfittò del pareggio dei milanesi contro l'Avellino per portarsi nuovamente in testa: ad Udine, il 10 febbraio, i gialloblù vinsero per 3-5 una partita che li aveva visti andare in vantaggio tre a zero, farsi raggiungere nella ripresa e poi ottenere la vittoria. La settimana dopo, l'1-1 contro i rivali dell'Inter diede ulteriore fiducia agli scaligeri per la parte finale del torneo: in poche settimane il Verona si portò a più tre, mentre i nerazzurri mollarono la presa e lasciarono il ruolo di inseguitrice al Torino. Il francese Michel Platini vince per la terza volta consecutiva la classifica marcatori della Serie A con la maglia della Juventus. Dopo la vittoria per 3 a 0 ottenuta contro la Cremonese ultima in classifica, le lunghezze di vantaggio sulle inseguitrici divennero cinque e salirono a sei la domenica successiva: Il Verona tornò con un punto da Marassi, mentre il Torino perse nel derby della Mole contro la Juventus e l'Inter fu sconfitta ad Udine. La sconfitta subita dagli scaligeri nello scontro diretto contro i torinesi sembrò riaprire i giochi, ma la vittoria ottenuta dal Verona due settimane dopo contro la Lazio tolse ogni speranza alle avversarie per il titolo. Il 12 maggio il pareggio di Bergamo (1-1) consegnò infine lo scudetto all'Hellas Verona che vinse il suo primo titolo. In una stagione non all'altezza delle aspettative, la Juventus sesta classificata vinse la sua prima Coppa dei Campioni nella tragica serata dell'Heysel e Michel Platini diventò capocannoniere per il terzo anno consecutivo, eguagliando l'impresa precedentemente riuscita a Gunnar Nordahl. A fine stagione gli esiti delle varie coppe riportarono inoltre il Milan nel suo tradizionale palcoscenico europeo dopo cinque anni di assenza. Non regalò molte emozioni la lotta per la permanenza in Serie A, che coinvolse anche l'Udinese: l'Ascoli cedette nel finale e ritornò in B dopo sette anni, raggiungendo la Lazio e la Cremonese, che concluse sul fondo il primo campionato in massima serie da 54 anni. [fonte Wikipedia]
Ed ora il momento dell'annuncio di Enrico Ameri.

Campionato di Serie A 1984-1985
29a Giornata - Atalanta-Verona 1-1
12 Maggio 1985
Radiocronaca di Enrico Ameri

0 commenti:

TICB TV

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.