venerdì 25 ottobre 2013

Tutto il calcio bloB 2013-14 (09)

di Stefano Stradotto

Amici di Tuttoilcalcioblog eccoci di nuovo a rileggere insieme alcuni momenti della settimana sportiva di Radio 1.
Partiamo come sempre dal sabato, con Emanuele Dotto che introduce i temi della trasmissione..
"...e poi l'attesa rubrica tra Marco Tardelli e il sottoscritto, anzi, il sotto-dotto..."

Dopo la prima parte del pomeriggio è il momento del consueto appuntamento con Tutto il calcio di B; il Padova deve cercare di tirarsi fuori dalla profonda crisi di questo inizio di stagione, ma il metodo scelto per tentare di esorcizzare il periodo negativo sembra non convincere molto Massimo Zennaro..
"..il Padova è in campo con una scaramantica divisa nera...."
L'insolita scaramanzia frutterà però ai veneti il successo ed il sorpasso ai danni della Juve Stabia..
Nel frattempo linea all'Adriatico, ad Antonio Monaco per Pescara-Latina; intervento quanto mai tempestivo visto che in campo sta accadendo qualcosa di importante.... Forse......
"...e adesso rigore per il Pescara!.. Proprio metre mi davi la linea rigore per il Pescara..... Anzi no...!..... Siamo stati ingannati dall'arbitro!..."
Dopo lo sgradevole episodio di Pescara, con il direttore di gara che ha dunque biecamente approfittato della buona fede del cronista, la puntata va avanti.. Con tanti campi in collegamento possono passare diversi minuti prima che la linea torni ad ogni singolo inviato.. Qualcuno dunque per ingannare l'attesa ne approfitta per qualche telefonata... Ed è così che, complice il microfono inavvertitamente aperto, si ascolta distintamente in onda la voce di Paolo Pacitti, impegnato nell'Heineken Cup di rugby...
"Pronto?.. La ricarica ce l'hai, no..?.... Vabbè..... Sto a fa' la partita......"
Filippo Corsini da studio interrompe poco dopo questo spaccato di vita privata..
"Scusami, abbiamo un microfono aperto da qualche parte, dobbiamo chiuderlo sennò..... Ecco.... Bravi così...."

Dopo aver chiuso il microfono si chiude anche la puntata e la linea torna a Sabato Sport. Accanto a Dotto questa settimana c'è Barbara Condorelli; e c'è apprensione proprio per la tenuta fisica della conduttrice musicale.. Dotto si fa portavoce della preoccupazione degli ascoltatori..
"..I nostri ascoltatori ti chiedono se abiti vicino alla Rai, oppure hai una brandina qui, perchè hai condotto fino a tardi la notte di Radio 1..."
La Condorelli rassicura parzialmente tutti..
"Sì, abbastanza vicino, abito sopra lo stadio Olimpico.."
Dotto, compiaciuto anche dalla location, approva..
"Perfetto! Casa e bottega..!
Si prosegue toccando i temi del campionato, ed in particolare la nuova carriera di attore intrapresa da Arturo Vidal, impegnato in un remake di un film di qualche anno fa..
"..Vidal è arrivato in ritardo, ha perso l'aereo.... Mamma, ho perso l'aereo..."
Prosegue poi il dialogo con la Condorelli, a margine di uno dei brani mandati in onda... La co-conduttrice prova a coinvolgere nel discorso Emanuele..
"..Miley Cyrus, non so se te la ricordi.. per il telefilm Hannah Montana..."
Secca replica di Dotto..
"Guardo poco la tv..."
La Condorelli non si dà per vinta e precisa..
"Beh, questo risale a un po' di anni fa..."
La posizione di Dotto non cambia di un millimetro...
"Guardavo poco la tv..."
E dopo questo episodio, tra i due è il momento dei saluti.. Dotto offre ancora "asilo" alla collega..
"..Barbara, noi ci salutiamo.. Userai la brandina stasera..?"
La risposta della Condorelli, per la gioia di amici e parenti..
"No, torno a casa...."

La Condorelli non è la sola a tornare a casa dopo molto tempo: nell'anticipo delle 18, infatti, il Cagliari ritrova il Sant'Elia dopo un anno e mezzo di assenza.. Momento senz'altro emozionante, quasi da non dormirci la notte prima.. Emilio Mancuso ci svela però che a passare la notte in bianco sono stati altri...
"..Il Catania in questo inizio di stagione aveva un po' le borse sotto agli occhi..."
Le emozioni, ad ogni modo, contagiano un po' tutti, sul fare del tramonto ecco Giovanni Scaramuzzino in trasognata versione romantica..
"..Un tramonto davvero spettacolare qui al Sant'Elia, con le nuvole che si illuminano di rosa.."
E romantica, quasi da vecchio calcio, è l'esultanza di Pinilla che dopo il gol-vittoria va ad abbracciare fisicamente, "non solo metaforicamente", i tifosi della curva.. Scaramuzzino poco dopo descrive ancor più nel dettaglio, e con un'analisi tecnica, quanto acaduto..
"..Pinilla ha eluso anche la difesa degli steward!... maglie per la verità abbastanza larghe perchè molti di loro erano impegnati ad esultare...."
Ritorno a casa bagnato da un'importante vittoria, dunque.. Bisogna festeggiare. Dotto nel post-partita propone un paio di alternative al tecnico Lopez..:
"..gli chiediamo se brinderà con una yerba mate o con una bottiglia di spumante.."

Si passa poi alla presentazione del secondo anticipo, Milan-Udinese. In linea il doppio ex Alessandro Orlando che confessa di essersi dedicato negli ultimi anni alla macelleria di famiglia, oltre ad aver allenato in Promozione.. Dotto sintetizza perfettamente le due attività dell'ospite..
"Allora affetterà gli avversari, Orlando!"

A San Siro ci sono Giulio Delfino ed Umberto Avallone. Si riaffaccia in cronaca il gioco che aveva tenuto banco per tutta la scorsa stagione, durante le cronache di Delfino: il totosostituzioni.. La stagione però deve ancora entrare nel vivo, e al primo tentativo, quando è l'autore del gol Birsa ad uscire, gli inviati dimostrano di non essere particolarmente in forma.. Avallone ammette..:
"..Siamo stati smentiti..."
L'orgoglioso campione in carica Delfino, però, non cede del tutto..
"...Beh, l'avevamo messo tra le ipotesi remote..."
A sostituire Birsa, e dunque a indurre in errore i due, è stato Niang.. La vendetta di Delfino non si fa attendere...
"..non lo segnerà mai questo un gol con la maglia del Milan, se continua così...."

Finito il match linea di nuovo a Saxa Rubra. E se nel pre-partita Dotto ha avuto come ospite Orlando, nel post, grazie ad un ascoltatore, non è da meno...
"..andiamo da Fioravante, un nome da Orlando Furioso..!"

Si sa, uno dei mali del nostro calcio è la situazione relativa all'ordine pubblico.. Tutti lavorano affinchè venga scongiurato ogni problema; e così anche in campo, durante l'anticipo di domenica Atalanta-Lazio raccontato da Francesco Repice, c'è chi si impegna ad evitare....disordini..
"..La Lazio sta cercando di evitare questi tafferugli tattici.."

Si passa poi a Tutto il calcio minuto per minuto, con le gare delle 15. Il pomeriggio, specialmente a Firenze e Verona, è ricco di emozioni; non si può dire altrettanto, almeno per larghi tratti della partita, di Livorno-Sampdoria raccontata da Emanuele Dotto.. Il timore si insinua sin dalla presentazione, una volta apprese le malinconiche condizioni atmosferiche...
"Giornata cupa, grigia, carduccianamente bigia..."
Le conferme riguardo questo quadro non proprio esaltante arrivano poi dai primi minuti di gioco..
"Tredicesimo minuto di nulla, andiamo dunque a Genova dove sicuramente, forse, la partita è più divertente..."
L'unico sussulto arriva quando alla Sampdoria viene concesso un calcio di rigore: Dotto dopo tanti minuti di noia può finalmente raccontare qualcosa di emozionante..:  "..ma è già pronto..."  ma non ha fatto i conti con Filippo Corsini che irrompe prendendogli la linea, puntando ad evitare le lungaggini pre-battuta... Dotto cerca di fare buon viso a cattiva...interruzione...
"...no.... vabbè, vai tu..... forse c'è ancora qualche secondo....."
Riprende la routine della partita.. Dotto prova a sopperire alla carenza di pathos con qualche curiosità..
"..l'uomo che arriva dalla terra dei geyser, Birkir Bjarnason..!"
Ma poco dopo eccolo di nuovo cedere alla voglia di scappare su qualche altro campo..
"..Forse è meglio andare a Firenze, la linea a Riccardo Cucchi.."
La seconda parte del primo tempo è stata comunque un pochino più accettabile, e così in apertura di ripresa Emanuele può annotare..:
"Primo tempo bifronte come Giano.."
Durante i primi 45 minuti Dotto si era anche chiesto se la partita di Genova fosse più divertente della sua.. Probabilmente sì, a giudicare dal rocambolesco e per certi versi esilarante secondo gol di Gilardino, così descritto da Tarcisio Mazzeo..
".. il pallone gli è sbattuto in faccia, si è anche infortunato all'occhio Gilardino, è come se avesse preso un cazzotto da k.o., ma k.o. è andata la difesa del Chievo.."
Ma torniamo a Livorno; i padroni di casa "viaggiano" in condizioni davvero proibitive..
"..La formazione toscana pare una bicicletta con le gomme sgonfie..."
Al Livorno non va meglio con...l'acerbo colombiano Hernandez..
"..il colombiano è maturo come l'uva a febbraio..."
I tifosi livornesi si innervosiscono, fino a diventare inospitali con i turisti..
"...l'arbitro è Celi di Campobasso... A Livorno, probabilmente, non gli offriranno mai il cacciucco...."

Sconfiniamo per una volta in tv, ma comunque per occuparci di una voce anche radiofonica.. Stiamo parlando di Gianfranco Coppola, che a Stadio Sprint su Rai 2, nel suo pezzo di commento a Roma-Napoli, descrive così Gonzalo Higuain...
"La crudezza del volto, con quella barba da missionario che non è, ne testimonia il momento negativo.."

Rientriamo nei nostri confini, per andare ad occuparci dell'ultima creatura radiofonica, Palasport. Dopo che in occasione della prima puntata Simonetta Martellini aveva voluto omaggiare e ricordare tutti i suoi predecessori in conduzione, Paolo Zauli, nel darle la linea per il secondo appuntamento, non vuole essere da meno.. A modo suo....
"..e ora il microfono a Nicoletta Martellini..!"
Simonetta non si scompone e gestisce senza contraccolpi la trasmissione.. Per la prima volta basket e volley sono in contemporanea, fatto questo che serve alla conduttrice anche per stimolare i colleghi, cercando di tirar fuori il loro spirito competitivo...
"Benissimo i colleghi del basket coi tempi, vediamo se sanno imitarli i colleghi della pallavolo!.."
Daniele Fortuna, a Bologna per Roma-Brindisi, è nel frattempo in pieno clima autunnale..
"..Per Roma una vendemmia di triple nel terzo periodo!"

L'autunno è anche caratterizzato spesso dal maltempo.. Ce lo conferma, con contorni anche ai limiti del disastro, Giuseppe Bisantis da Torino per Torino-Inter..
"..L'Inter sembrava una casa di paglia in mezzo a un tornado..!"
Passata la buriana l'Inter prova a reagire, anche grazie alle indicazioni di Mazzarri e del suo vice... Un vice che risponde al nome di....Antonio Monaco.. E' Bisantis a svelarci inequivocabilmente questo
insospettabile segreto..
"..Antonio, prima non hai gradito il calcio di punizione di Cambiasso, e infatti adesso cambia schema.."
Se non avesse Monaco al suo fianco Mazzarri probabilmente perderebbe la testa.. La cosa si verifica comunque verso fine partita.. In questa circostanza Bisantis si dimostra cronista eclettico e versatile, passando rapidamente da uno sport all'altro..
"...Entra in campo Mazzarri!... Entra in campo anche Ventura..!!! Adesso sembra un incontro di wrestling...!!!"  "Il povero quarto uomo ormai ci ha rinunciato..!..."

Dal week-end si passa alla settimana di coppe europee. Prosegue il reportage di Francesco Repice circa l'ordine pubblico e le tifoserie; dopo essersi occupato dei tafferugli tattici di Bergamo, lo ritroviamo a Marsiglia, per Marsiglia-Napoli, a sottolineare le forse discutibili misure adottate dai francesi....
"..le tifoserie sono separate dal filo spinato..."

L'indomani Giulio Delfino si trova invece costretto a raccontare una nuova commistione tra calcio e sport da combattimento, durante Real-Juventus..
"..Ronaldo è andato giù come se fosse stato colpito da un pugno di Tyson..."
Altro episodio da moviola è una caduta di Vidal in area madridista..
"..è difficile che un giocatore riesca ad alzare una zolla d'erba grossa quanto una bistecca, possiamo dire, spagnola..."

Mercoledì sera spazio anche alla presentazione delle gare di Europa League di giovedì: Maurizio Ruggeri rincuora con particolare affetto un Giuseppe Bisantis lontano molti chilometri per la trasferta cipriota..
"..Noi ringraziamo come sempre il magnifico Giuseppe Bisantis..!"

A Nicosia Bisantis, più breve invece il viaggio di Giovanni Scaramuzzino, a Firenze assieme alla rientrante Sara Meini.. E proprio dedicata al viaggio l'introduzione di radiocronaca...
"..Come i passeggeri di un treno che seduti, se vogliamo, al contrario rispetto al senso di marcia, pur andando verso la nuova destinazione, dal finestrino osservano ciò che è appena passato, beh, così accade all'ambiente viola che più che pensare al Pandurii si è goduto fino all'ultimo il successo di domenica contro la Juventus.."

Il treno del calcio e dello sport alla radio corre veloce, noi per il momento scendiamo qui ma risaliremo insieme a tutti voi, come sempre, la prossima settimana!




0 commenti:

TICB TV

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.