venerdì 29 settembre 2017

Il nuovo palinsesto di Radio 1 * Da Gennaio Tutto il calcio si trasferisce a via Asiago con partecipazione del pubblico *

#tuttoilcalcioblog














Presentazione in grande stile dei nuovi palinsesti di Radio Rai ieri nel contesto del Prix Italia svoltosi a Milano. Importanti novità di palinsesto ed anche e soprattutto sotto il profilo tecnologico quelle esposte ieri per Radio 1 dal nuovo direttore Gerardo Greco. Dal lancio dell'app YouRadio1 per la fruizione sempre più immediata sui moderni supporti, alle nuove tecniche di trasmissione. E per quanto riguarda Tutto il calcio minuto per minuto un'importante ed inattesa novità, a a partire da gennaio: lo studio centrale si trasferirà, stavolta con sede a Via Asiago e con la partecipazione del pubblico.
Notizia quest'ultima che sarà ovviamente oggetto di ulteriore approfondimento nei prossimi mesi, anche su queste pagine. Nel frattempo vi proponiamo il comunicato tratto dall'Ufficio Stampa Rai con tutte le novità della nuova annata.

La Radiofonia firmata Rai fa un passo in avanti, va alla ricerca di un pubblico sempre più ampio e attento. Lo fa seguendo le linee guida che la hanno fino ad oggi caratterizzata inserendo elementi di forte innovazione su tutti i canali a disposizione senza tralasciare il web e i social. Questo è emerso oggi in occasione della presentazione dei palinsesti di Rai Radio nel corso del Prix Italia a Milano, alla presenza della Presidente Monica Maggioni, del Direttore Generale Mario Orfeo e del Direttore di Rai Radio, Roberto Sergio. Ci sarà una accelerazione sugli investimenti tecnologici che porterà al miglioramento della ricezione in Fm e alla copertura della rete autostradale con il Dab+ già nel 2018 e, a breve, verrà proposta la nuova piattaforma web e app totalmente rivisitata, sulla scia del successo di Rai Play mentre oltre allo spin off di Radio 2, la Direzione di Rai Radio sta lavorando anche su Radio 1 e Radio 3 sui rispettivi canali specializzati digitali. Per arrivare al pubblico con sonorità ben definite, è stata avviata un’operazione per ricondurre a un’unica matrice Rai l’immagine e il sound della Radio del servizio pubblico, pur nel rispetto delle differenze, un'operazione già realizzata sui cinque canali specializzati.
“Siamo riusciti a ricomporre una coppia storica della radio italiana” sono le parole di Gerardo Greco, nuovo Direttore di Radio1 Rai e dei Gr 1 2 e 3, alla presentazione del nuovo palinsesto che partirà il prossimo 2 ottobre. Il riferimento è chiaro: Claudio Sabelli Fioretti e Giorgio Lauro, tornano insieme a fare radio. Questa volta però in una nuova veste: quella di ‘Senza Titolo’, una lettura dei giornali leggera e ironica che passa al setaccio i quotidiani in edicola e online (dal lunedì al venerdì dalle 10.07 alle 10.27).
E’ una delle tante novità di Radio1 al via da lunedì prossimo sulle frequenze del primo canale che si incardineranno all’interno di un programma di informazione fatto ogni giorno di 40 giornali radio. L’App You Radio1 Il cambiamento non riguarderà solo l’etere: nasce l’app YouRadio1. Un nuovo modo di ascoltare la radio, un servizio di Gr personalizzato e on-demand disponibile per gli utenti registrati della piattaforma digitale Rai Radio: gli ascoltatori potranno crearsi il proprio Gr dedicato esclusivamente ai temi di loro interesse per ascoltare quando e dove vogliono le ultime notizie potendo definire anche l’ordine di priorità in base al quale saranno ordinati i temi delle notizie inserite nel servizio.
Le Novità del mattino
L’informazione di Radio1 comincerà alle 5 del mattino, prima di tutti gli altri. Si partirà all’alba con ‘PrimaRadio1’ la rassegna stampa dei giornali in edicola con Giulia De Cataldo e la musica scelta da Gian Maurizio Foderaro (dal lunedì al venerdì dalle 5 alle 6).
Seguirà ‘6suRadio1’: Giovanni Acquarulo e Carlo Cianetti, si alterneranno al microfono e daranno il buongiorno all’Italia raccontando dove va la giornata l’attualità, le notizie dal mondo, ma anche cronaca e società, il tutto mescolato con l’interazione con gli ascoltatori (dal lunedì al venerdì dalle 6 alle 7). Comincerà presto la giornata di Giorgio Zanchini, da quest’anno un’ora prima.
Alle 7:30, dopo il Gr, andrà in onda Radio anch’io, l’approfondimento di attualità di Radio1 nato nel 1978 (una delle trasmissioni più solide e longeve della radio italiana) che mette a confronto I protagonisti della politica, dell’economia, della vita sociale, culturale e religiosa a con i cittadini sui grandi temi di attualità (dal martedì al venerdì dalle 7:30 alle 10:00).
Dopo Senza Titolo, la sfrontata rassegna stampa di Giorgio Lauro e Claudio Sabelli Fioretti, dalle 10,35 sarà la volta di un altro punto di riferimento di Radio1: La radio ne parla, il programma al servizio dei cittadini quest’anno condotto da Francesca Romana Ceci ed Eleonora Belviso.
Tra le 11:30 e le 12:55 una delle novità più originali sarà ‘Tre di cuori’: Claudio Sabelli Fioretti con Adriano Panatta e Nicoletta Simeone, tutti i giorni si incontrano sulle onde di Radio1 per parlare dei fatti del mondo con un’attenzione particolare ai sentimenti, ai problemi di cuore, ai rapporti di coppia. Un viaggio dentro l’universo sconosciuto dell’amore e delle emozioni.
A pranzo il talk show più irriverente di satira politica Un giorno da Pecora dalle 13:30 con Giorgio Lauro e Geppi Cucciari.
 Il pomeriggio di Radio1, il racconto della realtà
Nel primo pomeriggio ‘Fuori Gioco - oltre la linea della notizia’, nuovo contenitore pomeridiano di Radio1 fatto di sport, notizie e musica. E un racconto della giornata con uno sguardo disincantato - e ospiti non convenzionali - che parte dagli studi di Saxa Rubra e arriva all’esterno, grazie alle irriverenti incursioni di Rosanna Sferrazza. Inviata nel traffico delle nostre città a bordo di un auto elettrica sponsorizzata Radio1, farà entrare la voce dei cittadini. In studio Guido Ardone, Gianluca Santoro e John Vignola a cui è affidato il contrappunto musicale. (dal lunedì al venerdì dalle 15.00 alle 17.00).
A seguire, nella programmazione, una trasmissione che vuole sperimentare l’incrocio tra cronaca e narrazione: ‘Mangiafuoco’, un approfondimento della notizia del giorno nella forma di un nuovo format di narrativo radiofonico (anche orientato al podcast), affidato a tre voci che sono anche tre penne. Con Angela Mariella, Camilla Baresani e Sandro Dazieri (dal lunedì al venerdì dalle 17.00 alle 17.45).
I capisaldi del pomeriggio
Confermati altri due pilastri di Radio1: dalle 18 con Emanuela Falcetti ed il suo ‘Italia sotto inchiesta. Subito dopo Giancarlo Loquenzi condurrà ‘Zapping’, in onda dal 1994: I fatti del giorno messi in fila a fine giornata al ritmo dei titoli dei telegiornali.
La programmazione serale vedrà la conferma di ‘Ascolta si fa sera’, rubrica di informazione religiosa costruita attraverso le conversazioni e il dialogo con interlocutori di diverse confessioni e l’approfondimento sportivo di ‘Zona cesarini’.
Per quanto riguarda la programmazione notturna, dopo il gr della mezzanotte), Stefano Mensurati condurrà ‘Tra poco in edicola’, la rassegna stampa notturna di Radio1 per conoscere in anteprima, quando i giornali non sono ancora in edicola, le prime pagine dei principali quotidiani e settimanali italiani. E poi un grande ritorno, ‘Stereonotte’, viaggio nella musica italiana e non. Quattro conduttori (Silvia Boschero, Max De Tomassi, Francesco Adinolfi e Mauro Zanda) si alterneranno dall’1:30 ogni notte dal lunedì alla domenica ognuno con il proprio stile, alla ricerca delle sonorità più interessanti.

Il weekend Radio1:
spazio allo sport, alla società e alla fede Profondamente rinnovata l’offerta di Radio1 per il weekend con programmi che vanno a toccare le tematiche più ampie, dallo sport alla cultura, dall’economia alla salute, dalle nuove tecnologie all’Europa come se la giornata radiofonica fosse un magazine da sfogliare. Si ritroveranno dunque in onda: Mary pop, Eta Beta, Extratime, Manuale dìEuropa, Il pescatore di perle, Sciarada, Coltivando il futuro, Il pescatore di perle, Vittoria, L’ora di religione, Life, Culto evangelico, Est Ovest, Non sono obiettivo e naturalmente gli appuntamenti storici del fine settimana di Radio1, Inviato speciale e Tutto il calcio minuto per minuto. La trasmissione che ha debuttato nel 1959 si trasferirà da gennaio in via Asiago per andare in onda dalla leggendaria Sala A con la partecipazione del pubblico in trasmissione. A tutta questa offerta si aggiungeranno sempre nel fine settimana: In viaggio con Francesco, rassegna stampa nazionale e internazionale di padre Enzo Fortunato su Papa Francesco e Sette su sette, che selezionerà le novità musicali più interessanti degli ultimi sette giorni (sabato e domenica dalle 5:00 alle 6:00 del mattino).
-Ufficio Stampa Rai-

(Stradotto)

0 commenti:

TICB TV

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.