giovedì 26 maggio 2011

La prima domenica senza...

Pubblichiamo la lettera che Tonino Raffa ha inviato a Gabriele Majo di stadiotardini.com per descrivere la sua prima domenica senza "Tutto il calcio"

Ciao Gabriele ! Mi chiedi della mia prima domenica senza microfono ? L'ho riempita con i miei ricordi, dopo aver superato il momento di inevitabile nostalgia. Ho rivisitato – come in un virtuale filmato alla moviola – gli ultimi 50 anni della mia vita: i sogni dell'adolescenza, i sentimenti, gl'ideali, i compagni e le compagne di classe, gli amici dell'oratorio, i 13 anni nella carta stampata (i primi sette a trentamila lire mensili), i quasi 32 anni in Rai, le prime radiocronache in "Tuttobasket", i tanti colleghi ed i diversi maestri con i quali ho avuto la fortuna di lavorare in Italia e nelle grandi "spedizioni" all'estero. Adesso mi sento come quella "macchina" che, dopo aver corso tanto, si è fermata per il tagliando. Ma anche per riflettere.
Sulla prima cosa da fare, per la verità, non ho dovuto riflettere molto : mi sono recato al cimitero per i fiori sulle tombe dei miei genitori e per pregare nella cappella dove riposa il mio primo caposervizio: fu lui a segnalarmi in Rai nel lontano 1978. Finita la carriera, dovevo ringraziare chi mi ha dato la vita e chi mi ha dato il pane. In questo caso direi che mi ha anche dato di più: mi ha consentito di svolgere il lavoro che sognavo e di far parte della "squadra" più bella, quella di "Tutto il calcio". Che, anche senza il sottoscritto, rimane una "formazione" inarrivabile. La lunga maratona dell'ultima domenica lo ha confermato. Nei prossimi giorni tornerò nel vecchio campetto della parrocchia di Santa Maria di Loreto, dove, a 16 anni, improvvisai la mia prima radiocronaca in un torneo giovanile. Avevo accanto un maxi-registratore "Geloso" appartenente forse alla produzione del dopoguerra. Mi scattarono una
foto che ancora conservo. Ne chiederò un'altra, quella di fine carriera. Sarà come ripartire per una "seconda vita" dallo stesso posto dove hai cominciato quasi mezzo secolo fa.
Mi chiedi anche un giudizio sul campionato. Credo che i verdetti della stagione siano giusti. Il Milan ha strameritato lo Scudetto, grazie al coraggio ed alla serenità di Allegri che è riuscito a dare equilibrio ad un gruppo che ha avuto tante facce ma un'anima sola. Giudico bene il lavoro fatto da Leonardo all'Inter e penso sia straordinaria la stagione del Napoli di Mazzarri, un tecnico che sul lavoro ci mette sempre un'applicazione quasi maniacale.
Inchini e tappeti per l'Udinese di Guidolin: gioco, idee, organizzazione. Quarto posto strameritato. A Lazio e Roma toccherà, con qualche rimpianto, l'Europa League. Per la Juve non ci sarà neppure questa consolazione: stagione da dimenticare e rifondazione già cominciata. Ma non tutte le colpe sono di Del Neri. Miracolose, nel finale di stagione, le rincorse del Cesena, del Lecce, e, soprattutto, del Parma di Franco Colomba. Le retrocessioni di Sampdoria, Brescia e Bari, sono come sempre il risultato di una sommatoria di errori e di sfortuna.

0 commenti:

TICB TV

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.