venerdì 25 giugno 2010

Highlights Mondiali Sud Africa 2010 - partite del 24/6

Si va a casa purtroppo. L'Italia perde contro la Slovacchia e saluta nel peggiore dei modi la Coppa del Mondo. Difficile dare la colpa a qualcuno, i giocatori di sicuro non si divertono nel perdere ed accusarli francamente mi sembra troppo. Stesso discorso per il ct Lippi che non ha mai illuso nessuno in merito agli obiettivi che aveva la Nazionale in questo mondiale, l'unico rimprovero forse è quello di non aver convocato alcuni giocatori che potevano dare di più alla causa azzurra. Il clima però di scetticismo creato intorno agli Azzurri di certo non ha aiutato l'ambiente e ciò non rende merito agli addetti ai lavori. Forse, e mi assumo pienamente la responsabilità di quanto scrivo, bisognava cambiare tutto e tutti proprio da quel 9 Luglio 2006 che ci vide trionfanti, senza far tornare persone, dopo la parentesi di Donadoni, che già avevano dato tutto alla causa della Nazionale, ma di questo né Lippi, che fra l'altro da gran signore si è assunto la piena responsabilità del fallimento, né i ragazzi azzurri possono essere ritenuti responsabili. Si va a casa dunque, la palla adesso passa a Prandelli che dovrà ricostruire la Nazionale, ma bisognerà che tutte le critiche future siano costruttive ed evitare scetticismi eccessivi, ad esempio come nel caso di Marchetti che si è trovato a dover sostituire Buffon e che ha suscitato le preoccupazioni di tutti per la sua mancanza di maturità per una competizione di così alto livello. Se si parla tanto di far crescere i giovani e di buttarli nella mischia anche in una competizione come la Coppa del Mondo per fargli fare esperienza, come lo si può fare con tutte queste critiche e preoccupazioni? Non lamentiamoci se poi mancano i giovani. Bisognerà dunque voltare pagina e soprattutto credere di più nei giovani italiani, non è possibile che ci siano società che su 22 giocatori ne hanno solo 2-3 italiani, altrimenti non cambierà mai nulla nel calcio italiano. Adesso però diamo il giusto merito ed onore a Paraguay e Slovacchia, quest'ultima al primo mondiale, che hanno meritato pienamente la qualificazione alla fase ad eliminazione diretta. In serata infine passano il turno nel girone E, Olanda e Giappone che incroceranno negli ottavi le due squadre del gruppo E. Gli Olandesi, come l'Argentina di Maradona terminano a punteggio pieno il girone. Grande la gioia poi per il Giappone che centra una qualificazione insperata visto che nel girone vi era il Camerun sicuramente più quotato. A casa anche la Danimarca.

Chiedo scusa a tutti per il ritardo nella pubblicazione. Problemi tecnici non mi hanno permesso di pubblicare come programma nella tarda serata di ieri sera. Ma vediamo adesso le partite nel dettaglio….


Slovacchia-Italia 3-2: Italia eliminata. Verdetto molto amaro da commentare. Ad Ellis Park gli azzurri giocano male la prima frazione non riuscendo a creare azioni degne di nota, manca tutto lucidità, brillantezza, sicurezza. Gli slovacchi invece giocano con ordine e pressano molto bene. Al 25' arriva la rete di Vittek e per gli azzurri la gara è in salita. La reazione però non c'è. Nella ripresa l'Italia continua a faticare ma dal 60' la manovra azzurra prende corpo le arrivano le prime occasioni. Al 73' però è ancora la Slovacchia ad andare in gol, ancora Vittek mette alle spalle di Marchetti. Gli azzurri reagiscono con l'orgoglio e all'81' Di Natale segna la rete che rianima le speranze qualificazione, visto che nell'altra gara Nuova Zelanda e Paraguay pareggiano. All'89' però arriva la rete di Kopunek che sigla la terza rete per la Slovacchia. L'Italia prova la rimonta impossibile e va in rete al 92' con Quagliarella. Nei minuti finali pressing azzurro ma con molto disordine e con poca freddezza. Dopo sette minuti di recupero arriva il triplice fischio che chiude il cammino dell'Italia al mondiale sudafricano. La Slovacchia invece fa festa poiché accede agli ottavi di finale come seconda classificata.  

Paraguay-Nuova Zelanda 0-0: a Polokwane si gioca con il pensiero rivolto ad Ellis Park. La partita non regala particolari emozioni. Il Paraguay per lo più controlla la partita e non permette mai ai neozelandesi di creare palle gol, alla fine lo 0 è presente nella casella dei tiri in porta per la Nuova Zelanda. I sudamericani primi del girone, provano a vincere la partita onde evitare rischi ma non concretizzano al meglio le occasioni avute. Nel finale poi, visto il risultato di Slovacchia e Italia, il Paraguay allenta la pressione e si limita a controllare la partita fino al fischio finale. Per i paraguayani, primi, qualificazione centrata agli ottavi. La Nuova Zelanda invece abbandona la competizione ma può vantare il terzo posto nel girone davanti all'Italia.

Danimarca-Giappone 1-3: fanno vesta i nipponici in una bella serata di calcio a Rustenburg. La nazionale giappone batte al termine di una prestazione convincente la Danimarca e accede agli ottavi di finale, l'ultima volta accadde nel 2002 nel mondiale di casa. Al 17' asiatici in vantaggio grazie alla rete di Honda con una splendida punizione che trova impreparato il portiere danese Sorensen. Al 30' la storia si ripete ma questa volta la marcatura porta il nome di Endo. La Danimarca prova a reagire ma senza creare grosse opportunità. Nella ripresa il Giappone lascia spazio alla Danimarca che però non riesce a riequilibrare subito le sorti del match. La rete che riapre le speranze danesi arriva solo all'81' con Tomasson che insacca alle spalle del portiere giapponese dopo che questi gli aveva parato il rigore. All'87' però arriva il tris del Giappone che chiude definitivamente ogni speranza di rimonta da parte danese. Gli asiatici dunque vanno agli ottavi, come secondi classificati del gruppo, e incontreranno il Paraguay.

Camerun-Olanda 1-2: come l'Argentina anche l'Olanda termina a punteggio pieno nel girone e di conseguenza ottiene la prima posizione che vuol dire accesso agli ottavi di finale e sfida contro la Slovacchia. L'Olanda gioca con il suo classico ritmo, facendo molto possesso palla e accelerando all'improvviso. Il Camerun fatica e non crea molte palle gol nella prima frazione. Al 36' olandesi in vantaggio grazie alla rete di Van Persie. Il Camerun spinge di più nella ripresa e al 65' trova la rete del pari su calcio di rigore trasformato da Samuel Eto'o. La partita si ravviva ma è l'Olanda che torna a condurre il gico. All'83' infine arriva il nuovo vantaggio degli oranges con la rete di Jan Klaas Hintelaar che permette all'Olanda di fare tre su tre nel girone. Il Camerun invece saluta la competizione ed è compresibile tutto il rammarico sui volti dei giocatori africani che speravano in un mondiale diverse se non altro perché giocato nel loro continente per la prima volta.

Classifica girone E dopo la 3^giornata: Olanda 9; Giappone 6; Danimarca 3; Camerun 0. (Olanda e Giappone qualificate agli ottavi di finale)

Classifica girone F dopo la 3^giornata: Paraguay 5; Slovacchia 4; Nuova Zelanda 3; Italia 2. (Paraguay e Slovacchia qualificate agli ottavi di finale)    

Programma di Venerdì 25 Giugno: Portogallo-Brasile (ore 16.00), Corea del Nord-Costa d'Avorio (ore 16.00), Cile-Spagna (ore 20.30), Svizzera-Honduras (ore 20.30)

Appuntamento alla prossima puntata!

0 commenti:

TICB TV

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.