martedì 22 giugno 2010

Il pagellone mondiale 11

Gentili lettori ben ritrovati, ieri vittorie per la Spagna (2-0) contro l'Honduras, del Cile (1-0) sulla Svizzera e del Portogallo (7-0!!) sulla Korea del Nord. Il gruppo H, quello della Spagna, è incerto e andremmo ad analizzarlo. Terminata la seconda giornata faremmo una piccola riflessione. Oggi via alla terza giornata per i gruppi A e B. Buona lettura..Zuma!
E' tornata la SPAGNA (8), che dopo la sconfitta iniziale contro la Svizzera ha battuto l'HONDURAS (4) letteralmente asfaltato dalle furie rosse che hanno macinato gioco anche se il risultato finale è “solo” di 2-0. Questa volta Del Bosque cambia la formazione e l'asseto tattico con Torres e Jesus Navas titolari mentre Iniesta e Silva finiscono in panchina insieme a Fabregas e Pedro (beata panchina!). Confermatissimo David Villa (8,5) il vero protagonista della serata con due reti e un rigore sbagliato. Meravigliosa la prima marcatura, parte da lontano,salta i difensori come birilli e insacca, nel complesso è un continuo orchestrare e creare occasioni da rete, il centrocampo è uno spettacolo, un concentrato di tecnica, fantasia, qualità innate e gioco basato su pochi tocchi che portano direttamente in porta. Nella ripresa arriva il bis del neo attaccante del Barcellona con un destro morbido deviato da Chavez. Per lui ci sarebbe l'occasione del tris e conseguente aggancio a Higuain ma fallisce il calcio di rigore. Ma le occasioni sciupate dalla roja sono tante, almeno 6, deludente Torres (5), assai positivo Jesus Navas (7) che ha confermato la prova contro la Svizzera, il ragazzo del Siviglia parte da destra recapitando una quantità industriale di cross in area, suo l'assist per il 2-0, Xavi (7) dopo la deludente prova contro gli elvetici riprende il posto in cabina di regia del fantasioso centrocampo iberico, bene anche Pique e Xabi Alonso, tutti partecipano a sviluppare la manovra, il possesso palla è impressionante, l'Honduras non si è mai visto ragion per cui ci può stare un pizzico di delusione per non aver incrementato il bottino, utile in chiave differenza reti (ne parleremo dopo). E' entrato anche Fabregas, per lui una occasione, qualche spunto ma può fare di più. La lezione della prima partita è servita, le grandi squadre possono cadere ma si sanno rialzare subito e in modo convincente. E' sempre un piacere veder giocare gli spagnoli ricchi di giovani talenti, frutto di una politica che valorizza i vivai, la cosiddetta “cantera” che sforna campioni in serie, nonostante l'età sono maturi e abituati a calcare i grandi palcoscenici calcistici, a differenza dell'Italia dove si punta poco sui giovani che non vengono considerati per la loro giovane età, inoltre quei pochi che si sono proposti non hanno la testa sulla spalle, imparassero prendendo come modello il sistema spagnolo o tedesco.

Possiamo dire che la vera sorpresa in positivo di questo mondiale è il CILE (8), che ha vinto anche ieri contro la SVIZZERA (4,5), mettendo un mattone pesantissimo sulla qualificazione agli ottavi che meriterebbe ampiamente. La formazione di Bielsa (7), ha giocato molto bene mostrando un calcio veloce a tratti spettacolare. La Svizzera reduce dalla storica vittoria contro la Spagna,imposta la partita sulla falsa riga della prima, difesa difesa difesa e contropiedee appena possibile, ma la partita è cambiata con l'espulsione di Behrami (5=) che lascia gli elvetici in 10 ma i cileni non neapprofittanoo molto. Nella ripresa Bielsa aggiusta la squadra che inizia a giocare bene creando diverse occasioni da rete, tra i più attivi il giocatore dell'Udinese Sanchez (7), rapido nel saltare l'uomo e a inquadrare la porta (per lui goal annullato). La rete giusta arriva con Gonzalo (6,5) sul cross pennellato di Paredes (6,5), entrambi subentrati dalla panchina. Fino alla fine sarà monologo dei cileni alla caccia di reti utili per la differenza reti, ma questo match sarebbe potuto terminare in parità se Derdiyok non avesse mandato la palla fuori di pochissimo a botta sicura, ma sarebbe stato ingiusto. Per la Svizzera la consolazione di aver stabilito il record di imbattibilità difensiva in un mondiale con 559', record strappato all'Italia, ora seconda, con 550'.

Ora andiamo ad analizzare il gruppo H, è una situazione abbastanza complessa. Il Cile ha 6 punti ma potrebbero non bastare, la Spagna e la Svizzera seguono con 3 punti mentre l'Honduras è tagliato fuori con i suoi 0 punti (ci vorrebbero 2 miracoli). Le prossime partite, in contemporanea, vedranno Spagna e Cile sfidarsi mentre la Svizzera giocherà contro l'Honduras. Diamo per scontata la vittoria degli svizzeri (che andrebbero a 6 punti), al Cile potrebbe bastare un pari con la Spagna fuori, ma in caso di vittoria degli spagnoli la situazione vedrebbe le tre squadre a 6 punti, il regolamento prevede che vadano avanti le formazioni con la miglior differenza reti, in caso di parità di si guardano i goal fatti, se la parità persiste si guarda allo scontro diretto e così via...Questo regolamento è fatto male poiché sarebbe giusto far prevalere inizialmente lo scontro diretto, con le regole attuali se Spagna e Svizzera dovessero pareggiare passerebbero il turno gli iberici per la miglior differenza reti nonostante la sconfitta contro gli elvetici. Comunque molto dipenderà dal numero di reti fatte e subite, oggi la situazione vede: Cile +3, Spagna +1, Svizzera 0.

Chi in caso di parità non avrà problemi di differenza reti è il PORTOGALLO (9) che ha azzerato, cancellato, annullato la KOREA DEL NORD (3), il punteggio 7-0!! è spaventoso. Questa volta la difesa asiatica è stata sbriciolata dai lusitani che giustamente hanno continuato a giocare e segnare.
Non ci soffermiamo a parlare della partita, tutti meritano voti alti, questi i marcatori: Meireles,Simao, Almeida,Tiago, Liedson, C.Ronaldo, Tiago. I portoghesi sono stati spettacolari, uno tsunami si è abbattuto sulla KDN, grande prova per C. Ronaldo (7,5) che ha cercato la rete in tutti i modi e finalmente l'ha trovata. Ora al Portogallo basterà un pareggio contro il Brasile per far fuori la Costa d'Avorio e passare il turno come seconda.

Terminata la seconda giornata, come abbiamo fatto al termine della prima, facciamo una breve riflessione: è stata una tornata caratterizzata dal crollo delle grandi d'Europa, sconfitte per Francia e Germania, pareggi che sanno di sconfitta per Inghilterra e Italia, il calcio europeo è in declino a questi mondiali, sarà il fatto di una stagione lunga o che si gioca in inverno, sta di fatto che le sud americane Argentina, Paraguay, Brasile,Cile e Uruguay, a queste aggiungiamo il Messico, hanno sovrastato il vecchio continente. Delle europee solo l'Olanda è risuscita a staccare il biglietto per gli ottavi mentre abbiamo assistito al rilancio della Spagna. Male anche le africane che rischiano di uscire tutte 5 al primo turno. Bene le piccole squadre che applicando il catenaccio hanno bloccato le grandi.
Questi i nostri premi relativi alla seconda giornata:

MIGLIOR SQUADRA: PORTOGALLO
PEGGIOR SQUADRA: KOREA DEL NORD
MONDIAL ONE: HIGUAIN (ARG)
MONDIAL FLOP: ANELKA (FRA)
MONDIAL GOAL: VILLA (SPA) 1°goal

Oggi via alla terza e ultima giornata peri gruppi A e B. Alle 16:00 Messico-Uruguay e Francia-Sud Africa, alle prime due basta il pari per andare avanti assieme, la Francia metterà fine al suo suplizo (ultima di Domenech), saluterà mestamente il mondiale il Sud Africa.
Alle 20:30 per il B, Nigeria-Corea del Sud con gli asiatici pronti a passare il turno sperando che l'Argentina batta la Grecia. Evitiamo di parlare della conferenza stampa di Lippi, preferiamo darvi appuntamento a domani..Waka Waka!!

0 commenti:

TICB TV

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.