martedì 23 marzo 2010

Il pagellone 02

Gentili lettori ritorna "il pagellone", la rubrica settimanale che da i voti al campionato.
La 29^ giornata di Serie A è stata caratterizzata dai pareggi delle milanesi e dalla vittoria della Roma, che rendono sempre più incerto il campionato. Apertissima anche la lotta per il quarto posto e per la salvezza.
Chiediamo scusa ai lettori per il ritardo ma l'autore della rubrica è stato colpito da una brutta influenza. Buona lettura.


PROMOSSI

FIORENTINA 8,5 (LA MIGLIORE) : Vittoria molto importante per la formazione di Prandelli che strapazza il Genoa con un netto 3-0. Gioca una partita bellissima che è un piacere vedere questa squadra. Da manuale l'azione della prima rete, Jovetic è il padrone assoluto del campo e c'è spazio anche per il giovane Babacar. La primavera è arrivata e la viola è sbocciata!

ATALANTA 8: La migliore Atalanta della stagione, questa vittoria può rappresentare la svolta della stagione. Annichilisce il Livorno, sua diretta concorrente per la salvezza. Si gioca a una solo porta. Nonostante l'assenza del capitano Doni gli uomini di Muti lottano su ogni pallone con grande carattere e voglia di non sprofondare in B. Ora serve una certa continuità.

LAZIO 8: Della serie prima o poi ritornano! Finalmente si rivede la Lazio, passeggia in quel di Cagliari ( non un campo qualsiasi).E' la vittoria del gruppo che si è unito senza l'ausilio di nessun psicologo, un'altra sconfitta per il presidente Lotito. Tornano al gol Rocchi e Floccari i quali dovranno trascinare la propria squadra verso la salvezza. La prova di maturità domani con il Siena.

SIENA 7,5: La rincorsa dei bianconeri verso la salvezza continua, una vittoria le fa abbandonare l'ultima posizione. Col Bologna succede tutto in 2 minuti, prima Curci devia sulla traversa un gol sicuro di Adalilton, poi sul capovolgimento di fronte è Larrondo ha mettere la palla in rete. Ottima la gestione del vantaggio di misura. Malesani può continuare il silenzio stampa.

ROMA 7+: La vittoria di sabato è pesantissima vista l'assenza di 5 titolari e i pareggi delle milanesi che alimentano i sogni scudetto dei giallorossi. Ranieri alla vigilia aveva chiesto ai suoi ragazzi di essere lupi famelici e così è stato. Sontuoso Vucinic, Toni oltre a segnare lavora molto bene e poi inaspettatamente spunta il genio di Menez. Da registrare l'ennesimo calo di tensione con la rimonta dell'Udinese che fa tornare in mente un film già visto. Spettacolare l'ultima mezzora.

SAMPDORIA 7: Tre punti che sanno di quarto posto. I blucerchiati vincono lo scontro diretto contro la Juve ma è il Cassano show, autentico protagonista della serata del Ferraris. Prima della rete ci aveva provato in tante altre circostanze, poi ci è voluto un tiro da fuori area che ha piegato in due le mani di Chimenti. La samp nel complesso ha meritato la vittoria, dopo il vantaggio si è sciolta andando vicina al raddoppio.

NAPOLI 6,5: Esce a testa altissima dal Meazza, ottimo il primo tempo che costringe il Milan alla difesa, passa in vantaggio con Campagnaro sognando il colpaccio ma si deve arrendere alla legge di Pippo Inzaghi. Nella ripresa subisce ma si difende con ordine meritando ampiamente il pareggio.

PALERMO 6,5: I rosanero confermano l'ottimo stato di forma fermando i campioni d'Italia. Nei primi minuti Palermo contratto e timido che passa in svantaggio, poi esce fuori pareggiando al termine di un'azione bellissima. Nella ripresa si difende dagli attacchi dell'inter ripartendo con il suo solito e micidiale contropiede che non frutta il gol della vittoria. La sensazione è che la squadra abbia raggiunto la maturità e che meriti il quarto posto.

BARI 6: Conquistata la salvezza i baresi si rilassano nella prima frazione lasciando campo al Parma. Nella ripresa si rivede il bel gioco degli uomini di Ventura che frutta il pareggio nel finale. Perdere sarebbe stato ingiusto.

PARMA 6: Come il Bari anche il Parma è già salvo ma nel primo tempo fa la partita e passa in vantaggio. Nel secondo tempo presta il fianco al Bari e subisce il pareggio indolore.

CATANIA 6: Non ripete la splendida performance della scorsa settimana. Nel primo tempo non si vede così come il Chievo. Nella ripresa soffre i clivensi che si portano avanti ma dopo la rete di Pellissier ecco che il Catania inizia la sua partita attaccando e trovando il pareggio. La salvezza è molto vicina ma ci vuole più attenzione.

CHIEVO VR. 6: Gli uomini di Di Carlo sono praticamente salvi, solo così si può spiegare il primo tempo da sgambata estiva. Nella ripresa i veronesi iniziano a spingere e Pellissier dopo aver sbagliato l'impossibile la mette dentro. Poi il buio con il Catania che perviene a un pareggio ampiamente pronosticato.


RIMANDATI

INTER 5,5: La prestazione è sufficiente ma il voto è condizionato dal momento non proprio positivo dei neroazzurri in campionato. Parte molto bene passando in vantaggio grazie al gol su rigore di Milito. Il Palermo prende coraggio e pareggia. Nella ripresa l'Inter gioca con grande personalità riproponendo gli stessi 11 di Londra, forse è proprio la stanchezza ad aver impedito la vittoria, oltre a un'ottimo Palermo. Lo stop del Milan fa tirare un sospiro di sollievo ma con il Livorno non si può sbagliare.

MILAN 5,5: Stesso discorso fatto per l'inter, la prestazione è sufficiente ma l'occasione buttata al vento è di quelle irripetibili. Nel primo tempo patisce oltre misura il Napoli, poi ci pensa il solito Pippo Inzaghi a ristabilire il pareggio. Nel secondo tempo da il massimo per cercare la vittoria del primo posto ma il tentativo è vano. Non è un caso che senza Pato e Nesta i rossoneri fatichino sempre, vincendo raramente. Ma c'è sempre lui..Inzaghi!

UDINESE 5+: Sconfitta meritata per i friulani ma la prestazione non è da buttare. Parte bene creando problemi alla difesa romanista, poi sparisce e quando si risveglia e sotto di 2 gol. Mostra un grande carattere rimontando grazie al solito Di Natale (21° gol) a tratti devastante. Il 3-2 taglia le gambe ai friulani che crollano definitivamente. Non meritano di avere solo 31 punti.

BOLOGNA 5: Sconfitta indolore per gli uomini di Colomba. Vanno vicinissimi al vantaggio ma Curci devia sulla traversa un tiro di Adailton che sembra destinato a entrare dentro. Sul capovolgimento di fronte subiscono il gol di Larrondo. Gol sbagliato gol subito!!


BOCCIATI

JUVENTUS 5= : Nel complesso la prestazione non è così male ma colpisce in negativo l'incapacità di reagire dopo il gol di Cassano. Una squadra svuotata, senza fiducia in se stessa e con un'altissimo numero di infortunati. Bisogna ripartire da zero! Per il quarto posto sarà dura.

CAGLIARI 4: Va bene che la salvezza è stata raggiunta, va bene che la stagione è stata fantastica ma ci vuole più rispetto per i tifosi. La prestazione peggiore degli ultimi anni al S.Elia, i rossoblu si fanno vedere solo con un tiro di Lazzari per il resto si piegano alla Lazio.
Cellino aveva promesso il rimborso dei biglietti ai tifosi in caso di sconfitta.....pagare!

GENOA 3,5: Pessima prestazione dei rossoblu, spazzati via dalla Fiorentina. Altri 3 gol subiti che fanno 49 totali, solo il Siena ha fatto peggio con 51. Al Genoa manca la punta di peso come Borriello e Milito negli anni scorsi.

LIVORNO 3 ( LA PEGGIORE): Nel momento della verità crolla. La sconfitta nello scontro diretto relega gli amaranto all'ultimo posto. A Bergamo non si vede per nulla, il Livorno si conferma essere grande con le grandi e piccola con le piccole. Così si retrocede.


SPECIAL ONE: VUCINIC (9) : Tripletta per il presto papà Mirko. La prima rete è di rara bellezza, freddo nel calciare il rigore, ottima l'intesa con Menez e Toni. Scoppia di salute.

SPECIAL FLOP: COSMI (3) : La sua squadra crolla nella partita più importante e lui nel dopo gara perde le staffe accusando i suoi giocatori di tradimento. Così non si va da nessuna parte caro Serse, anzi si va dritti in serie B. La squadra bisogna sempre difenderla in pubblico, i panni sporchi si lavano in casa!

0 commenti:

TICB TV

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.