venerdì 16 aprile 2010

Il calcio dà i numeri A - 25

Amici ed amiche di Tutto Il Calcio Blog benvenuti alla venticinquesima puntata de "Il calcio dà i numeri", che per questo venerdì si occuperà della Serie A, avendo già trattato ieri la Serie B. Una Serie A che questo weekend giungerà alla sua trentaquattresima puntata (quindicesima del girone di ritorno) del romanzo edizione 2009/10, un romanzo che domenica pomeriggio ci ha proposto un colpo di scena: dopo una lunga rimonta, la Roma ha scavalcato l'Inter e si è portata a +1 sui Campioni d'Italia (che non abbandonavano la testa della classifica nel girone di ritorno da quattro anni: un sorpasso, quindi, storico) e a +4 sul Milan. E il weekend n. 34, che apre stasera (a causa dell'impegno dell'Inter in Champion's League col .), potrebbe mescolare una volta ancora le carte in tavola: tre big-match, tre partite di livello assoluto per le tre pretendenti al titolo. Stasera è il turno della seconda in classifica, l'Inter (per niente abituata ad inseguire), che ospita una Juventus che 19 giornate fa colse una vittoria che la portò seconda a -6 dai nerazzurri, ma che poi nelle diciotto giornate successive ha perso nei confronti dell'Inter altri dieci punti (solo un rallentamento clamoroso dei nerazzurri ha un po' "lenito" il distacco): se l'Inter non dovesse riuscire a superare la disastrata (ma quanto mai vogliosa di rivincite) truppa di Zaccheroni, che va a San Siro proprio quando è appena scoppiata quella che sembra un'altra Calciopoli, potrebbe dire con una percentuale molto alta addio ad un tricolore che, solo poco più di un mese fa, sembrava più che al sicuro. Alle 15.00 di domenica è la volta della terza forza del Campionato: il Milan venti giorni fa era vicino al sorpasso, ora è scivolato a -4 ma ha il vantaggio degli scontri diretti con la Roma capolista e la storia ci insegna che dare per morti i rossoneri è quasi sempre uno sbaglio. Ma la rincorsa, dopo il risicato 2-2 casalingo contro il Catania, passa da Genova, casa Sampdoria, cioè l'unico campo imbattuto (insieme a quello dell'Inter) di tutta la Serie A e dov'è già caduta l'Inter di Mourihno a settembre. Se il Milan dovesse riuscire a vincere a Genova, sarebbe tecnicamente ancora in corsa per il tricolore; in caso contrario, allora si potrà parlare definitivamente di corsa a due. Una corsa a due che da sabato vede la Roma primeggiare per la prima volta dopo due anni e mezzo, una Roma che chiude questa pazzesca 34ma giornata nel derbissimo delle ore 18.30 (invece delle stabilite 20.45, causa motivi di ordine pubblico) in "casa Lazio": i biancocelesti (Supercoppa a parte, stagione da dimenticare e ancora la salvezza non è neanche sicura...) sognano uno sgambetto storico ai giallorossi, primi in classifica da domenica scorsa. Una vittoria darebbe alla Roma una percentuale bella alta di scudetto, ma attenzione ai boomerang di un passato lontano, ma che potrebbe ritrarsi contro i giallorossi: 11 aprile 1999, la Lazio prima, la Roma delusa come la Lazio di oggi. Fu 3-1 giallorosso, Totti consigliò ai laziali di fare uso di lassativi... e i biancazzurri persero lo scudetto. Nessuno se ne ricorda: quella Lazio non esiste più e la Roma dal 2000 ha dato una continuità impressionante di presenze al vertice in classifica, ma i tifosi laziali, oltre a "voler far perdere lo scudetto alla Roma", chissà se non pensano anche a quella serata dai grandi rimpianti. Un piccolo assaggio dei numeri di questa scoppiettante 34ma giornata di Serie A, che andiamo a rivivere, completamente, nelle prossime righe. Via alla carellata!

Anticipi

Inter - Juventus (stasera, ore 20.45) Il 22 novembre 2008 decise un gollonzo di Sulley Muntari al 77'. La Juventus si era imposta nelle due occasioni precedenti (2005/06 e 2007/08) e sempre con il punteggio di 1-2. L'ultimo pareggio nel 2004/05: 2-2, reti di Zalayeta e Ibrahimovic per la Juve e rimonta nerazzurra di Vieri e Adriano nel finale. Sempre 2-2 fu l'ultimo pareggio assoluto, nella Coppa Italia 2007/08. All'andata la Juve vinse per 2-1: decisivo Marchisio al 58'. Con quella vittoria la Juventus andò a -6 dai nerazzurri e appariva una candidata seria al titolo: poi, il crollo.
Arbitro: Damato. Andata: Juventus - Inter 2-1. Precedenti in serie A: vittorie Inter 33, vittorie Juventus 19, pareggi 24. Ultima sfida in A: Inter - Juventus 1-0 (2008/09).

Chievo - Livorno (domani, ore 18.00) Tre vittorie su tre dei clivensi nei tre precedenti, l'ultima il 22 aprile 2007 (2-1). All'andata 2-0 clivense con i centri di Rigoni e Bentivoglio.
Arbitro: Rosetti. Andata: Livorno - Chievo 0-2. Precedenti in serie A: vittorie Chievo 3, vittorie Livorno 0, pareggi 0. Ultima sfida in A: Chievo - Livorno 2-1 (2006/07).

Domenica, ore 15.00

Atalanta - Fiorentina Ultimi successi bergamaschi nel 2001/02 e nel 2004/05, poi due pari consecutivi per 2-2 prima della sfida del 4 aprile 2009, giocata alle ore 13 e vinta dai viola per 2-1. All'andata Vargas e Gilardino diedero il 2-0 ai toscani.
Arbitro: Romeo. Andata: Fiorentina - Atalanta 2-0. Precedenti in serie A: vittorie Atalanta 17, vittorie Fiorentina 10, pareggi 20. Ultima sfida in A: Atalanta - Fiorentina 1-2 (2008/09).

Bari - Napoli Il confronto torna in Serie A dopo nove anni: l'ultima volta fu il 14 aprile 2001 e fu 0-1 (Jankoulovsky decisivo al 90'). Pugliesi a secco di successi dal 16 maggio 1998 (2-1). All'andata 3-2 campano.
Arbitro: Bergonzi. Andata: Napoli - Bari 3-2. Precedenti in serie A: vittorie Bari 7, vittorie Napoli 6, pareggi 9. Ultima sfida in A: Bari - Napoli 0-1 (2000/01).

Cagliari - Palermo Siciliani vincenti solo una volta, il 23 settembre 2007 (0-1, rete di Cristian Zaccardo). L'ultima volta decisivo fu Michele Fini (16 dicembre 2008). Il 9 aprile 2006 l'ultimo pari (1-1). All'andata 2-1 per i siciliani.
Arbitro: Rocchi. Andata: Palermo - Cagliari 2-1. Precedenti in serie A: vittorie Cagliari 2, vittorie Palermo 1, pareggi 1. Ultima sfida in A: Cagliari - Palermo 1-0 (2008/09).

Catania - Siena Siciliani a segno in casa solo una volta, con Giorgio Corona il 4 marzo 2007, ma si giocava (per fatti noti) sul neutro di Rimini: al Cibali, tre gol toscani e zero dei siciliani, imbattuti comunque nel 2007/08 (0-0). All'andata 3-2 per i toscani, con il Catania desolato all'ultimo posto: sembrava il canto del cigno per i siciliani....
Arbitro: Gava. Andata: Siena - Catania 3-2. Precedenti in serie A: vittorie Catania 0, vittorie Siena 1, pareggi 2. Ultima sfida in A: Catania - Siena 0-3 (2008/09).

Parma - Genoa Nel 2007/08 decise un centro di Gasbarroni. Un solo punto dei rossoblù in A, raccolto il 7 maggio 1995 (0-0). All'andata spettacolare 2-2 al Ferraris.
Arbitro: Banti. Andata: Genoa - Parma 2-2. Precedenti in serie A: vittorie Parma 5, vittorie Genoa 0, pareggi 1. Ultima sfida in A: Parma - Genoa 1-0 (2007/08).ù

Sampdoria - Milan Bonazzoli e Kaladze firmarono l'ultima X (14 ottobre 2006), poi un successo a testa: clamoroso lo 0-5 del 31 ottobre 2007, mentre il 1° marzo 2009 è stato 2-1 doriano (Cassano, Pazzini, Pato). All'andata 3-0 per i rossoneri firmato da Seedorf, Pato e Borriello nell'arco della prima mezz'ora.
Arbitro: Rizzoli. Andata: Milan - Sampdoria 3-0. Precedenti in serie A: vittorie Sampdoria 16, vittorie Milan 20, pareggi 16. Ultima sfida in A: Sampdoria - Milan 2-1 (2008/09).

Udinese - Bologna Prima dello scorso 8 febbraio 2009, quando Sanchez decise il confronto al 94' in favore dei friulani, il Bologna aveva conquistato sette punti nelle ultime tre sfide. All'andata Di Vaio e Adailton resero inutile la marcatura di Di Natale: 2-1 felsineo.
Arbitro: Morganti. Andata: Bologna - Udinese 2-1. Precedenti in serie A: vittorie Udinese 10, vittorie Bologna 7, pareggi 8. Ultima sfida in A: Udinese - Bologna 1-0 (2008/09).

Lazio - Roma (ore 18.30) Derby n. 165 all'ombra del Cupolone, il 134° in Serie A: la Roma è in vantaggio sia nei confronti assoluti, ma non in casa Lazio grazie anche alle vittorie ottenute dai biancocelesti in quattro degli ultimi derby disputati in casa propria, con l'eccezione dello 0-2 del 26 febbraio 2006, che diede alla Roma l'undicesima vittoria consecutiva (ai tempi record italiano). L'11 aprile 2009 fu 4-2. All'andata decise Cassetti: prima vittoria giallorossa senza subire reti e primi punti rosicchiati all'Inter nella rincorsa che li ha portati in testa alla classifica.
Arbitro: Tagliavento. Andata: Roma - Lazio 1-0. Precedenti in serie A: vittorie Lazio 21, vittorie Roma 20, pareggi 24.
Ultima sfida in A: Lazio - Roma 4-2 (2008/09).

Essendo la giornata degli scontri diretti, nella lunga prima parte abbiamo trascurato la zona Champion's e la zona salvezza: due gli scontri di grande richiamo, ossia Cagliari - Palermo e Udinese - Bologna. Quest'ultimo è un vero e proprio spareggio: una sconfitta farebbe scivolare nella paura i rossoblù. Non dimentichiamoci di Napoli - Bari e soprattutto di Parma - Genoa, vero e proprio spareggio per l'Europa League. Ovviamente, un'eventuale vittoria della Juve a Milano spingerebbe moralmente i bianconeri alla conquista del quarto posto (oltre a scucire un po' di più lo scudetto dalle maglie nerazzurre).

Dopo questo finale inedito di rubrica (in cui si è integrata la prima parte), non mi resta che salutarvi. La prossima puntata de "Il calcio dà i numeri" è per martedì con le semifinali di Champion's. La redazione di Tutto Il Calcio Blog vi augura un sereno weekend.

Mario Aiello

1 commenti:

Mario Aiello ha detto...

E' la rubrica più bella di tutto il blog. Anonimo imparziale.... ahhahahahahah =)

TICB TV

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.