venerdì 25 marzo 2011

Il punto sulla Lega Pro 54

di Daniele Mosconi

Prima divisione

Domenica ricca di sfide avvincenti quella che stiamo per vivere. In
vetta nei 2 gironi ormai i giochi sono fatti, per il resto
l'incertezza regna sovrana. Chi lo ha detto che la Lega pro non regala
emozioni? Basta guardare le classifiche e gli scontri diretti che ci
saranno Domenica per essere smentiti.

Girone A
La capolista Gubbio ha tirato i remi in barca. Se lo può permettere,
visto che ormai il Sorrento si è arreso. 10 punti di vantaggio
permettono anche una fase di rilassamento dopo che per tante Domeniche
gli eugubini si erano divertiti a tenere il piede sull'accelleratore,
lasciando dietro di loro il vuoto più totale. Da 2 Domeniche il Gubbio
non vince, cosa rara in questa stagione trionfale. Domenica scorsa,
contro la Spal si è vista una squadra che ha, si giocato, ma si vedeva
lontano un miglio che non aveva quel sangue agli occhi che per tante
partite è stata la loro arma in più. Si aspetta solo la matematica
certezza di andare in B e per Gubbio è una soddisfazione enorme.
Guardando la squadra umbra vediamo tante analogie con il miracolo
Castel Di Sangro. Con una differenza non da poco. Dietro il Gubbio c'è
una società seria che promette di non fare follie per il prossimo
campionato di B. Poi a Gubbio hanno anche uno come Gigi Simoni che
conosce come pochi il calcio e non avrà problemi a costruire un Gubbio
degno anche in B. Partiranno i gioielli, tipo Gomez, che ha richieste
in cadetteria, Lamanna che ritorna al Genoa, a meno di un accordo tra
le 2 società per un rinnovo del prestito. Certe vittorie portano anche
dolorose perdite.
Tornando all'attualità Domenica la capolista gioca sul campo del
Pergocrema. Una sfida quasi da testa coda che interessa soprattutto i
cremaschi, che con la sconfitta nel posticipo contro i cugini del
Pavia sono ancora più invischiati nella lotta per non retrocedere.
Maurizi sa di giocarsi tanto in questa partita e sa bene che neanche
giocando al 100% è sicuro che il Pergocrema vinca. Però sarebbe
importante già il segnale.
Partita importantissima a Sorrento, dove i rossoneri giocano contro il
Lumezzane. Sulla carta l'esperienza della squadra di Simonelli non
dovrebbe avere difficoltà a far fuori i bresciani, ma sappiamo che il
Lumezzane, nonostante una squadra giovane, va sempre preso per le
molle, perchè come è capace di perdere in casa in modo indegno, così è
capace di vincere in trasferta senza difficoltà. Il Sorrento ha
necessità di vincere perchè l'Alessandria e la Salernitana hanno
iniziato a correre. Simonelli è consapevole che ora le vittorie con
questa classifica valgono doppio, quindi vorrà dai suoi il massimo
impegno.
Derby da alta classifica quello che si giocherà al "Mercante" di
Bassano tra i giallorossi e i cugini del Verona. Una sfida atipica che
richiamerà allo stadio molta gente. I padroni di casa sono in calo
ultimamente dopo il filotto di 5 vittorie consecutive, mentre il
Verona viene da una battaglia vinta solo nel finale contro lo Spezia.
Sarà una partita avvincente che Mandorlini e Iaconi faranno di tutto
per rendere ancora più spettacolare. Statistiche alla mano si
incontrano 2 delle migliori difese del campionato, il che rende ancora
più difficile anche fare un pronostico, anche se il Verona ci pare
favorito.
L'Alessandria gioca al "Giglio" contro la Reggiana con l'obiettivo di
vendicare la sconfitta dell'andata. Grigi che vengono da 2 belle
vittorie interne contro 2 dirette concorrenti come Verona e Ravenna e
sono con il morale a mille. Mangone, che nelle ultime settimane ha
vissuto momenti difficili con la sua squadra, Domenica ha vinto sul
campo della Cremonese rilanciandosi per un posto tra le prime 5 del
campionato. Riteniamo che da qui alla fine tutto possa accadere, ma
ormai per la Reggiana vediamo poche speranze di acciuffare un posto
che per l'organico che ha non sarebbe neanche così scandaloso.
La Salernitana, che ha iniziato a vincere in maniera continua, gioca
in casa contro la Cremonese e sa bene che un'altra vittoria farebbe
davvero salire di molto le proprie quotazioni per un posto nei play
off. I lombardi, dopo la vittoria a La Spezia sembravano tornati a
rivedere la luce ma la sconfitta di Domenica nello scontro diretto
contro la Reggiana ha affossato nuovamente le ambizioni di gloria
della squadra di Acori. Per la Cremonese, come abbiamo detto spesso,
sarebbe cosa giusta iniziare a pensare ad un progetto per un nuovo
tentativo di scalata per la prossima stagione.
Ravenna-Spezia per i padroni di casa è sinonimo di ultima spiaggia. Un
passo falso vorrebbe dire quasi matematico addio agli spareggi post
stagione regolare. Per lo Spezia, messi da parte definitivamente i
sogni di B ora è necessario guardarsi le spalle perchè la zona calda
dista solo 1 punto, vista la vittoria del Pavia nel posticipo.
Proprio i pavesi di Carbone, ottimo il suo esordio in panchina,
giocano in casa di un Como lanciatissimo che vorrà sfruttare il
fattore campo per dare un'altra accellerata al suo campionato che vede
i lariani vicini alla zona play off.
Nel posticipo la Spal gioca in casa contro l'Alto Adige. La squadra di
Remondina ci pare in ripresa dopo il periodaccio e non crediamo che si
voglia far sfuggire una vittoria che ormai manca da molto tempo. Per
gli altoatesini è necessario fermare questa crisi che li ha
risucchiati in zona retrocessione. Basterà l'esonero di Sebastiani?
A proposito di zona retrocessione, alzi la mano chi un mese fa avrebbe
scommesso un solo euro sulla Paganese. Ebbene il geniale Capuano è
riuscito dove pochi sarebbero arrivati. Ha rimesso in carreggiata la
Paganese che ora va al "Brianteo" contro il Monza, con un punto di
vantaggio sui brianzoli. Davvero un grosso applauso per il lavoro
straordinario che il tecnico della Paganese ha fatto finora. Vero che
non ha concluso nulla, ma è già un miracolo che la Paganese vada a
giocarsi la salvezza non più ultima. Il Monza sembra vivere in un
incubo dove nessuno riesce a svegliarlo. In città si sente la sfiducia
verso una squadra che ha fatto davvero poco per farsi amare. Verdelli
ha escluso sue dimissioni, però se il Monza si trova ultimo la colpa
di qualcuno deve pur essere.

Girone B
Anche in questo girone la testa della classifica è bella che andata,
con la Nocerina che aspetta solo la matematica per poter festeggiare.
Auteri ha compiuto un vero capolavoro e si permette anche il lusso di
tenere Ripa in panchina. Questo allenatore ovunque è andato ha sempre
fatto bene e merita sicuramente le soddisfazioni che si sta togliendo
in questa stagione.
Domenica a Taranto sarà un'altra tappa di avvicinamento al grande
evento che sarà il ritorno dei molossi, dopo più di 30 anni in B.
Per i pugliesi la partita è fondamentale e sanno bene che i 3 punti
sarebbero davvero un enorme dose di autostima per un finale di
stagione che vede il Taranto in corsa per un ritorno in B che manca da
troppi anni. Abbiamo criticato il pari del Taranto in quel di Barletta
perchè la sfida contro i rossoneri non è delle più semplici e la
vittoria in quel dei cugini biancorossi avrebbe equilibrato anche una
possibile sconfitta contro la Nocerina. Sy è in gran forma però
Dionigi conosce le insidie di partite del genere e vorrà dai suoi una
prova da ricordare, perchè poi tutto può cambiare con un risultato
positivo contro la capolista.
Il Benevento, che nel posticipo contro il Pisa, ha vinto per 1-0, è
scoppiato il caso Evacuo. Il ragazzo ha avuto una brutta reazione dopo
il gol e la società ha già detto che verrà punito. La sua è stata una
reazione dettata dall'emotività del momento e secondo lui le accuse
dei contestatori ingiuste. Riteniamo che Evacuo debba solo pensare a
fare gol, imparando a capire che quello che succede sugli spalti non
gli deve riguardare. Se tutti i giocatori rispondessero alle
provocazioni del pubblico si giocherebbe ogni Domenica a porte chiuse.
Ora i sanniti, che continuano ad essere secondi dietro la Nocerina,
anche se staccatissimi, dovranno sfruttare la cattiveria agonistica
del suo bomber per vincere sul campo della Lucchese. I toscani si
sentono salvi e cercheranno contro il Benevento quei punti che mancano
per la matematica certezza di restare in 1a Divisione.
Il vero incontro di cartello si gioca Sabato pomeriggio al "Flaminio"
tra Atletico Roma e Juve Stabia. Per i romani è la partita che può
rilanciarli visto il brutto periodo che stanno vivendo. La sconfitta
in rimonta di Foggia di Domenica scorsa è lì a dimostrarlo.
Incocciati dovrà fare a meno di Doudou e Mazzarani, ma non può più
sbagliare perchè dietro di loro le altre corrono. La Juve Stabia
proprio con la vittoria di Domenica scorsa contro l'Andria per 3-1, ha
superato i romani al 3° posto. Braglia ha costruito un giocattolo che
ora inizia a vincere e si diverte. La partita contro i pugliesi è
stato un monologo degli stabiesi che andranno a Roma per continuare a
sognare. Crediamo che la Juve Stabia, se esce da questa sfida con un
risultato positivo, ha tutte le carte in regola per ambire alla B. Il
fatto di giocare il Sabato e con il fatto che il Napoli non giocherà,
porteranno molti tifosi della Juve Stabia a gremire le tribune dello
stadio. Sarà un giocatore in più per la Juve Stabia.
Derby pugliese tra Barletta e Andria. I biancoazzurri hanno esonerato
in questi giorni l'allenatore Papagni e al momento non si sa chi
potrebbe essere il sostituto. Una situazione paradossale, specie se si
pensa che un mese fa l'Andria non rischiava assolutamente quello che
ora è una triste realtà. Marco Cari è riuscito a fermare Domenica la
corazzata Taranto e Domenica vorrà vincere per tenersi alla larga
dalle altre pericolanti.
La Cavese che ha rinnovato la fiducia all'allenatore Melotti, che
comunque Domenica contro il Lanciano non ci sarà per squalifica, ha
una sola opzione per salvarsi: vincere Domenica e sperare che qualcuna
che gli sta davanti cada, altrimenti si farà davvero difficile.
Il Lanciano non entusiasma ma vince. Di per sé la cosa non è positiva,
ma se si vede la classifica, questa da ragione a Camplone.
Altro scontro salvezza a Cosenza con i silani che giocano contro il
Gela. Siciliani che Domenica hanno sfiorato il colpaccio in quel di
Viareggio che vorranno ripetere la prestazione, davvero ottima, anche
in Calabria. Il Cosenza si deve immedesimare in una situazione
inedita. Ha gli uomini per salvarsi, ma deve rendersi conto che
giochicchiare serve solo a rendere tutto più difficile. Vedi il
comportamento della squadra a Foligno, dove in molte circostanze i
falchetti non hanno segnato per sfortuna.
Ternana-Viareggio altro scontro nella zona di classifica che scotta.
Per le fere la vittoria significherebbe una iniezione di fiducia.
Quella vista contro la Nocerina non è stata una brutta Ternana, ma il
gol è un problema che questa squadra si porta avanti da inizio
stagione. I toscani, con la situazione societaria che si ritrovano,
stanno cercando di fare il possibile per limitare i danni, ma la
vittoria manca da troppo tempo. Scienza nonostante tutto sta facendo
un ottimo lavoro e crediamo che il suo Viareggio venderà cara la
pelle.
Pisa-Foligno ennesimo scontro salvezza. Umbri che Domenica hanno
sbattuto contro la sfortuna e non hanno vinto contro il Cosenza.
Giunti ha imprecato per la mancata vittoria e sa bene che la sua
squadra, nonostante la giovane età dei suoi componenti, ha capito
perfettamente cosa vuole l'allenatore da loro. La sfida su un campo
importante come quello di Pisa può essere uno stimolo in più per fare
bene. Pagliari ancora mastica amaro per la sconfitta di Benevento ma
deve subito rimboccarsi le maniche perchè la classifica è sempre corta
e come visto basta una sconfitta per essere nuovamente risucchiati in
zona retrocessione.
La partita tra Siracusa e Foggia si giocherà invece il 3 Aprile, per
l'assenza di 4 giocatori del Foggia impegnati in una competizione
internazionale. Quindi le 2 squadre invece di riposare come tutte
Domenica 3 Aprile, lo faranno questa Domenica.

Seconda divisione
Girone A
In questo girone continua il momento magico della Tritium che
sconfiggendo nello scontro diretto i cugini del Lecco e con la
concomitante sconfitta della Pro Patria, sono primi ma non più con un
punto di margine dai bustocchi, ma bensì 3 punti sulla Pro Vercelli.
Sarà un finale di stagione al cardiopalmo, perchè sia gli abduani che
i piemontesi insieme a Lecco e Pro Patria, si giocheranno la
promozione diretta in 1a Divisione.
Intanto Domenica la capolista incontra il Mezzocorona. Trasferta che
nasconde parecchie insidie per via del fatto che i gialloverdi sono
impegnati nella lotta salvezza e quando si avvicina il finale di
stagione, tutte cercano di fare punti con tutte. La vittoria di
Chiavari poi ha ridato il sorriso a Maraner e la fiducia del suo
gruppo è salita, anche se il tecnico sa che non sarà facile
sconfiggere la capolista.
La Pro Vercelli proverà a tornare alla vittoria contro la Valenzana.
Il derby è l'occasione giusta per la squadra di Braghin di imprimere
una svolta al proprio campionato.
Il sempre più sorprendente Renate di Boldini andrà in Piemonte contro
un Casale che è in serie positiva e a forza di vittorie incoraggianti
si è allontanato di parecchio dalla zona play out. Boldini ormai non
può più nascondersi. Se poi il sogno dovesse frantumarsi nessuno
gliene farà una colpa. E' stato bello lo stesso.
La Pro Patria è entrata in una crisi di risultati che deriva più da
una situazione extra calcio che propriamente di squadra. Perdere
contro il Renate non è così scandaloso, ma è il modo con cui hanno
perso che preoccupa. Non possiamo dare tante colpe a Novelli, ma
sappiamo benissimo che il tecnico finchè ne avrà la forza, chiederà al
suo gruppo di fare un altro poco di sforzi per rendere questa stagione
trionfale nonostante intorno a loro ci sia il vuoto.
Domenica i tigrotti se la vedranno contro la Sambonifacese. I veronesi
ormai non hanno più nulla da chiedere al campionato e per la Pro
Patria può essere l'occasione per tornare a regalare un sorriso ad una
tifoseria che merita solo un elogio per come sta gestendo questo
difficile momento.
La Feralpi Salò, adesso 4a forza del campionato, va a Sanremo contro
la Sanremese. Squadra di Calabria che Domenica ha vinto sul campo
della Valenzana ottenendo 3 punti che nessuno alla vigilia avrebbe
pronosticato. Il tecnico ha voluto dedicare la vittoria al presidente
Del Gratta, che ora si trova in una situazione davvero pericolosa,
viste soprattutto le accuse che lo hanno portato in carcere. Bissare
la vittoria contro i bresciani sarebbe il massimo però la Feralpi Salò
non è avversario da prendere alla leggera.
Il vero big match della giornata si gioca a Lecco, dove i ragazzi di
Roselli ospitano il Savona. Le due squadre distano solo 2 punti e per
il gruppo di Roselli è importante non perdere. Il tecnico del Lecco
non è ben visto dalla critica e si gioca molto anche da questo punto
di vista, mentre il Savona rischia di perdere contatto dalla vetta in
caso di sconfitta. Le ultime 2 partite interne hanno visto i liguri
conquistare 2 pareggi che ne hanno rallentato la corsa perciò è molto
importante la sfida di Domenica.
Il Rodengo, dopo aver riposato, ospita l'Entella per continuare a
sperare in un posto in zona play off, ma per farlo deve battere i
liguri. La Virtus Entella spera di tornare a casa con un risultato
positivo per evitare brutte seccature in classifica. La sconfitta
interna contro il Mezzocorona può aver lasciato strascichi pericolosi
nel morale della squadra.
Montichiari-Canavese sfida tra 2 squadre che ormai dal campionato
hanno ben poco da chiedere. Di solito da sfide del genere che può
uscire fuori un incontro spettacolare.

Girone B
Il sempre primo Carpi, dopo essersi tolto lo sfizio di eliminare in
semifinale di ritorno di Coppa Italia di C la Nocerina, si rituffa nel
campionato con maggiore convinzione e voglia di concluderlo il prima
possibile. La prospettiva di un doppio salto non fa stare nella pelle
la tifoseria che è pronta a invadere le tribune del proprio stadio
nella sfida contro il Bellaria.
Sulla carta la partita non dovrebbe crear loro problemi, ma non
dimentichiamo che il Bellaria è stato capace di pareggiare a Carrara.
La Carrarese, che anche arrivando seconda ha fallito visto lo
squadrone che si ritrova, proverà a continuare a sperare, giocando sul
campo della Giacomense. Per gli estensi un occasione più unica che
rara per dare maggior lustro al proprio campionato.
Il Chieti sarà ospite della Sangiovannese. Toscani con la testa ai
guai societari, ma con la voglia di fare lo sgambetto alla squadra di
Vivarini. I teatini proveranno a sfruttare il brutto momento della
Sangiovannese per tornare a casa con una vittoria e se la Carrarese
farà loro un favore vincendo sul campo della Giacomense, per loro si
apre una prateria in classifica. Perchè non approfittarne?
Il San Marino ospita il Poggibonsi che sarà decimato dalle squalifiche
e proverà ad allungare in classifica, visto che ora stacca L'Aquila di
4 punti e il Prato di 5. Soda che conosce la forza del suo gruppo sa
bene che quella contro i titani è per loro l'ultima spiaggia: o
vincono oppure addio al sogno di andare nei play off.
L'Aquila che andrà a Noceto contro i Crociati con la speranza che il
cambio di allenatore porti bene. La squadra di Torresani ha
conquistato ultimamente parecchi punti che gli serviranno come il pane
per la salvezza che ormai è dietro l'angolo.
Il Prato nel derby contro il Gavorrano deve solo vincere e confidare
in qualche passo falso di qualcuno davanti a loro. Per la squadra di
Magrini uscire dal campo del Prato con un risultato positivo sarebbe
un enorme soddisfazione e avvicinerebbe i maremmani all'obiettivo
minimo stagionale: la permanenza in categoria.
Villacidrese-Celano e Giulianova-Fano, 2 sfide che vedono 3 squadre su
4 con l'acqua alla gola, per la serie: la paura di perdere è una
brutta bestia.

Girone C
Il Latina, tornato alla vittoria prima della sosta contro i cugini del
Fondi riprenderà il suo cammino andando sul campo dei cugini ciociari
dell'Isola Liri. Il gruppo di Grossi è impegnato in zona salvezza ma
il Latina non ha voglia di fare ulteriori regali al Trapani e vorrà
l'intera posta in palio.
Il Trapani dal canto suo è impegnato in casa contro il Brindisi.
Pugliesi che non hanno più nulla da dire al campionato e per i granata
di Boscaglia i 3 punti sembrano una formalità.
Il Milazzo che insegue i cugini a 4 punti, è di scena a Vibo contro la
Vibonese sempre più alla disperata ricerca dei 3 punti che servono per
la salvezza.
L'Aversa Normanna sarà impegnata sul campo del Melfi in un derby che
potrebbe riservare parecchie sorprese. Sappiamo che i casertani in
trasferta sono pericolosi, ma non crediamo che il Melfi stenderà il
tappeto rosso ai loro piedi.
Il Neapolis è impegnato a Fondi e spera che i locali continuino il
loro tabù tra le mura amiche, dove quest'anno hanno vinto solo una
volta.
L'Avellino, che sotto la cura di Vullo vola, andrà a Catanzaro e se
non è una formalità poco ci manca. Per il Catanzaro solo la dignità,
quella che finora non gli è mai mancata.
Matera che ospita il Campobasso è partita importante più che altro per
gli ospiti visto che i lucani ormai hanno poco da chiedere al loro
campionato.
Pomezia-Vigor Lamezia chiude il nostro sunto sulla prossima giornata.
Partita importante per far scendere in campo dei giovani importanti da
presentare nel prossimo campionato, ma per la classifica vale poco o
nulla

0 commenti:

TICB TV

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.