martedì 26 aprile 2011

Cardiopalma-scudetto per Repice. A presto, "Gol-del-Ba-ri"

Il turno pasquale regala nel cioccolato rossonero un tricolore numero 18 sempre più vicino dall'essere cucito sulle maglie. I tifosi rossoneri hanno trovato dentro l'uovo il bianco, il rosso e il verde ma diciamo che è ancora lì, dentro quella sottile carta velina che attende solo di essere strappata e liberata in aria, per appiccicarsi sulle prossime divise. Si tratta solo di capire quando sarà il momento in cui chi tifa Milan potrà stappare quello champagne ormai bello pronto dall'essere liberato dal frigorifero. Scatta il totocronista su chi sarà l'uomo che annuncerà lo scudetto e sull'ora esatta del triplice fischio decisivo. Ma mentre l'annuncio di scudetto si avvicina, celebriamo quello del tricolore virtuale di Brescia, con un Francesco Repice da grandi occasioni. Una radiocronaca da palpitazioni forti e da ansia, nell'insolito orario delle 19, tra il sole che lascia spazio al blu della sera. Una radiocronaca di una pesantezza indicibile, come direbbe l'interessato: tra le ambizioni di vittoria milaniste e quelle di salvezza per le rondinelle, ne esce uno spettacolo sul filo del rasoio, avvincente, di grandissima intensità. E quando si tratta di vita o morte, pochi come "Il Micidiale" riescono a creare quel clima così sportivamente angoscioso capace di incendiare il cuore. Vince il Milan con "Robinhoooo" in un contropiede perfetto orchestrato con Seedorf e Cassano. Un Repice in formato Londra che ha ricordato quando narrò un contropiede di Eto'o che diede una vittoria dell'Inter sul Chelsea entrata poi nella storia del triplete degli uomini di Mourinho. Un contropiede magistralmente raccontato e contestualizzato nei temi della partita, con il Brescia troppo speranzoso e sbilanciato in avanti ed il Milan letale ed incisivo nel momento giusto. Ci ha poi pensato un Abbiati formato "Angelo" a sigillare lo 0-1 che vale il +8 sulla più immediata inseguitrice, proprio l'Inter.

Amara, ma prevista invece la sorpresina nell'uovo barese, come quei giochini "Made in China" che magari durano lo spazio di essere montati. La Serie B è ormai matematica per il Bari, dopo una stagione d'agonia e dopo la sconfitta interna contro la Sampdoria. Possiamo dircelo: ascoltare il Bari per radio quest'anno è stato solo uno strazio. Ovviamente non è una critica al mitico Enzo Delvecchio che più di raccontare la depressione trasmessa dalla squadra prima di Ventura poi di Mutti, non avrebbe potuto. Ci auguriamo di poter riascoltare al più presto cronache biancorosse allegre come nella scorsa stagione, sperando in una pronta risalita dei pugliesi, sotto la colonna sonora di quel "GOL-DEL-BA-RI" col marchio autentico di Enzo Delvecchio.

0 commenti:

TICB TV

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.