venerdì 27 maggio 2011

Il punto sulla Lega Pro 69

di Daniele Mosconi

Prima divisione
Abbiamo ancora negli occhi le emozioni dell'andata dei play off di 2a Divisione e subito arrivano come un treno in corsa, i play off della 1a Divisione che regaleranno alle 2 vincenti la serie B.

Girone A
Salernitana-Alessandria e Verona-Sorrento è l'andata delle 2
semifinali. Partite dall'alto tasso di tensione, vista la posta in
palio. Visti i risultati delle gare di seconda divisione di settimana
scorsa, non ci dispiacerebbe vedere parecchi gol.
A Salerno i granata sanno che il loro futuro dipende molto da questa serie di partite. Breda ha continuato imperterrito il suo lavoro nonostante gliene siano capitate, a lui e alla sua squadra, di tutti i colori. Destino che accomuna anche l'Alessandria. E' notizia di questi giorni che la trattativa tra Merlonghi e Veltroni si è arenata. La squadra ha subito l'ennesima mazzata di una stagione che comunque vada ha regalato un altro miracolo sportivo. Con una squadra priva di stipendi per parecchi mesi, pretendere dalla squadra di Sarri
qualcosa, era troppo. Loro sono andati oltre. Davvero bravi, comunque vada.
Il Verona nell'altra semifinale prova a sfatare il tabù dei play off
che li ha visti sconfitti lo scorso anno in finale contro il Pescara.
La sfida contro i rossoneri di Simonelli si prospetta molto
interessante. Il Sorrento, se non ci fosse stato il Gubbio avrebbe
vinto a mani basse il campionato. La pressione è un avversario che si
deve sconfiggere fin da subito se si vuole andare avanti in questo
mini torneo di quattro partite. Verona che con Berrettoni e Pichlmann
cercherà di abbattere il bunker dei difensori ospiti. Mancherà
Paulinho e questa è un'assenza importantissima per la squadra di
Simonelli. Bonvissuto non ha reso per quel che doveva, ma si sa che i
play off, essendo solo poche partite, possono essere la vetrina per
chi ha reso meno durante il campionato.
Nei play out il Monza ospita nella gara di andata per evitare la
retrocessione in 2a Divisione, il Pergocrema. I brianzoli devono
cercare di vincere per continuare in un'impresa che fino ad un mese fa
sembrava disperata.
Il Ravenna, con la penalizzazione "chirurgica" di 7 punti decisa dalla
Commissione Disciplinare, si gioca il suo futuro contro il Sud Tirol.
Per i biancorossi bolzanini sarà durissima, però queste partite
sfuggono a qualsiasi pronostico.

Girone B
In questo girone le contendenti sono Taranto, che se la vedrà contro
l'Atletico Roma e Benevento che giocherà contro la Juve Stabia.
I gialloblù di Braglia sono stati scavalcati proprio all'ultima
giornata dal Taranto e l'accoppiamento contro un avversario come il
Benevento non è proprio il massimo. Guardando l'altra faccia della
medaglia, se proprio doveva capitare un avversario, meglio subito il
top per evitare cali di tensione e tenere la squadra tutta
concentrata. Al Benevento per arrivare in finale bastano due pareggi.
A Taranto l'entusiasmo per la partitissima contro i romani è alta.
Dionigi ha svolto un lavoro eccellente che però rischia di finire nel
dimenticatoio se la squadra non dovesse raggiungere l'obiettivo
prefissato. Nei romani ci sono giocatori di esperienza che hanno
giocato anche in A (vedi Mauro Esposito e Franceschini) che possono
dare quel contributo importante per tentare la doppia scalata.
Nelle partite di play out la Ternana si gioca una stagione intera
contro i cugini del Foligno, mentre il Cosenza, impegnato com'è nei
suoi drammi societari (abbiamo perso il numero ormai) affronta il
Viareggio. Scienza, uno dei giovani tecnici più emergenti spera di
mettere la ciliegina sulla torta di una stagione vissuta sempre
sull'orlo del baratro.

Seconda divisione
Le partite di andata si sono già svolte e da domenica sapremo chi
arriverà in finale e chi dovrà rinviare il tutto alla prossima
stagione.

La Feralpi Salò con il pari per 1-1 sul campo del Renate sa bene che
le basta non perdere per essere in finale. Però la trappola è sempre
dietro l'angolo, quindi meglio tenere gli occhi sempre aperti.
La Pro Vercelli dovrà vincere con 3 gol di scarto contro la Pro Patria
(all'andata ha vinto la squadra bustocca per 5-2). Un'impresa da
grande squadra. Tutto può accadere ma crediamo che la finale sia solo
un ricordo per i piemontesi. Chissà come sarà contenta la dirigenza di
vedere svanire un sogno programmato la scorsa estate e che doveva
arrivare senza sforzi.
Solo in questo girone si gioca un play out e domenica scorsa, tra le
mura amiche, la squadra della Sanremese ha vinto per 2-1 contro una
Sacilese poco attenta. Il gol di Kabine tiene ancora in gioco i
friulani a cui basta un solo gol per salvarsi.

Nel girone B la Carrarese è virtualmente in finale. Per la certezza
basterà gestire al meglio la vittoria dell'andata (1-0). Monaco
conosce l'insidia della sicurezza e della qualificazione già raggiunta
nella testa dei suoi uomini e confida nella loro professionalità per
non gettare al vento ciò che si è faticosamente costruito in questi
mesi. L'esempio della Pro Vercelli è lampante.
Il Prato ha bisogno di un gol, un solo gol per arrivare in finale. Con
un minimo di attenzione in più il pareggio dal "Fattori" poteva
scapparci, ma Franciel, con un gol dei suoi nel recupero ha reso la
salita per i toscani ancora più dura.

Nell'ultimo girone del calcio professionistico, l'Avellino con il 2-0
dell'andata gioca quasi sul velluto contro il Milazzo, a cui servono
almeno gli stessi gol dell'andata per andare in finale per la miglior
classifica. Per l'Avellino è una occasione troppo ghiotta per
lasciarsela sfuggire. Domenica sulle due panchine farà molto caldo.
Il Trapani ospita il Neapolis e dopo l'1-1 di domenica scorsa ha quasi
ipotecato la finale. Le polemiche susseguite alla partita di domenica
hanno tolto serenità all'ambiente partenopeo. Le polemiche dovevano
finire fin da subito e invece la dirigenza ha preferito alzare il tiro
e la squadra ne potrebbe risentire. Un vero peccato, perchè comunque
il Neapolis ha fatto un campionato molto importante, soprattutto se si
pensa che ha giocato tutto il torneo a porte chiuse non avendo lo
stadio a norma.

0 commenti:

TICB TV

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.