lunedì 24 dicembre 2012
00:17

La Radio-Pagella 2012-2013 Puntata 21

di Francesco Furlan
Vincitori della 21 giornata: Umberto Avallone/Giulio Delfino. Ammetto che quando, all'inizio della stagione, Avallone è stato lanciato come seconda voce, ero un poco scettico, visti i suoi non brillantissimi precedenti, sia nel calcio sia nelle altre cronache in cui avevo avuto occasione di sentirlo. Invece, Avallone sta davvero crescendo settimana dopo settimana; direi che fra le tante liete sorprese di questa stagione, il potentino doc (cit.) è quello che ha avuto il miglioramento più vistoso. Davvero eccellente la sua prestazione in una partita tutto sommato piuttosto grigia come Inter-Genoa: ottimi gli interventi e davvero esaustiva una serie di informazioni sempre interessanti e che denotano un'ottima preparazione. L'ho messo per primo nell'ordine della coppia, perché mi è parso davvero il vero protagonista della radiocronaca dell'ora di pranzo. Ciò non toglie nulla, ovviamente, a Delfino, che a sua volta, dopo un inizio di stagione non brillantissimo, ha oramai ingranato alla grande anche nel calcio (nell'automobilismo è il numero uno da tempo) e, nelle ultime cronache, è riuscito a ritrovare il suo miglior ritmo, anche in partite non esaltanti.

Top
Giuseppe Bisantis: unico triplettista di giornata, si disimpegna molto bene, superando un periodo che lo aveva visto in forma non particolarmente eccelsa (specie nel Fiorentina-Siena della scorsa settimana, dove, comunque, era difficile non soccombere alla noia). Trova una discreto ritmo nell'anticipo dell'Adriatico, ben coadiuvato da un Monaco puntuale ed efficace; descrive con sorpresa che si sente in modo abbastanza netto il gol decisivo di Togni; si ripete nel bel derby della Via Emilia, dove riesce anche a prendere in diretta (alla grande) il gol di Sorensen. Il suo lungo week-end pre-natalizio si chiude con il successo piuttosto scontato del Sassuolo sul Lanciano, dove riesce comunque a tenere una croncaca di ottimo livello, nonostante l'incontro non esaltante.

Tarcisio Mazzeo: un giorno il buon Tarcisio ci dovrà spiegare cosa abbia fatto a Filippo Corsini per costringere il conduttore della nostra trasmissione preferita a vessarlo in modo tanto evidente (lo batte sempre a carte ? ha più successo con le donne ? paga meno di IMU?). Scherzo, ovviamente; del resto quando sabato pomeriggio Corsini ha dato il via ai commenti, Torino-Chievo era strachiusa da tempo. E Mazzeo l'ha descritta da par suo, ancorché non del tutto ripresosi con la voce. Molto bene sui due gol ed, in generale su tutti i suoi interventi. Molto più divertente la partita descritta domenica: al Picco le due squadre si danno battaglia fino all'ultimo secondo e Mazzeo c'è sempre, riuscnedo anche a prendere in diretta (e descrivendola senza pietà) la paperona di Iacopucci su Cutolo. Solo una domanda, per gli esperti di calcio interanzionale: siamo sicuri che Goian torni a giocare nei Rangers ? La formazione protestante di Glasgow, dopo il fallimento, gioca in terza serie: mi pare improbabile che un giocatore più che discreto come l'ex Palermo abbandoni la serie B per un campionato di così basso lignaggio. Comunque sia, ciò toglie molto, molto poco all'eccellente prestazione del bravo Tarcisio.

Ugo Russo: stagione da ricordare per il grande Ugone, oramai portagonista quasi fisso nella rubrica della cabina di Gabriele Majo. Se sabato gli tocca un Atalanta-Udinese in cui si gioca solo per un'ora, e si disimpegna comunque in modo più che dignitoso, è nell'entusiasmante partita del "Rigamonti" che si esalta e ci esalta, soprattuto con la descrizione del rigore per il Livorno ed annessa doppia prodeza di Arcari. Ma tutta la partita rimane sempre assai appasionante e Russo riesce sempre a trasmetterci con grande partecipazione le emozioni del campo.

Flop
Francesco Repice: non la migliore serata per il grande Francesco. Niente da dire sul ritmo e sulla descrizione dei gol bianconeri (sul gol del Cagliari si impappina sbagliando addirittura il nome del rigorista; del resto, come spiegava nella bella intervista concessa a Majo, il monitor era andato in tilt), ma è il tono generale che appare sempre un poco dimesso. Forse ha un po' risentito del clima freddo del Tardini, fra gelo reale e stadio mezzo vuoto. Niente di grave: chissà che non ci capiti di sentirlo anche durante le feste, magari per il big match Livorno-Sassuolo del giorno 26.

Concludo la puntata con la doverosa segnalazione per Paolo Zauli, che si è sciroppato quasi undici ore di diretta nella puntata di sabato (e lo ha fatto in modo tutto sommato assai dignitoso) e con la soddisfazione per il blob dei gol, finalmente riapparso nella puntata di sabato, dopo un mesetto di latitanza. Un regalo di Natale assai gradito.

Chiudo con questa puntata il 2012 delle pagelle; ringrazio la redazione (e Massimo in primis) che mi ha premesso di scrivere queste righe che ho sempre vergato con il massimo rispetto per tutti i profesionisti, davvero eccezionali, che fanno parte della redazione sportiva di Radio Rai. Grazie anche a tutti coloro che hanno seguito (approvandola o criticandola) la rubrica; appuntamento al 7 gennaio, con la ripresa della serie A. Buone e serene Feste a tutti.

0 commenti:

TICB TV

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Palinsesto #Radio1Sport