domenica 20 gennaio 2019

Speciale: 307 volte Francesco Totti (tutti i gol alla radio-prima parte)

#tuttoilcalcioblog

Risultati immagini per totti esordio

di Francesco Del Giudice
con la collaborazione di Stefano Stradotto

In questo fine settimana che segna la ripresa del campionato, apriamo anche noi un nuovo capitolo con il primo speciale di questo nuovo anno. Uno speciale che, non a caso, dal presente ci riporta ad un passato, recente, e comunque sempre attuale dato che riguarda una bandiera che mai potrà essere ammainata. Un protagonista che per l'appunto ha saputo unire epoche diverse, non solo per la sua longevità calcistica ma anche per essere riuscito a trasportare in tempi moderni valori ed appartenenza da tempi antichi.
L'ultima bandiera ha salutato il calcio giocato un anno e mezzo fa: Francesco Totti è stato il simbolo di un'intera tifoseria per un quarto di secolo, garantendosi il posto di "ottavo re di Roma" che difficilmente potrà essergli strappato negli anni a venire. Ma di più, come si accennava, è stato il simbolo ultimo di un'epoca nella quale il senso di appartenenza ad una sola maglia, l'identificarsi a tutto tondo con un popolo passionale come quello giallorosso, rappresentava ancora un valore. Ed è stato anche, e nostro malgrado, l'ultimo esempio di fulgido talento e classe sopraffina che in ordine cronologico ha abbandonato l'attività tra i campioni di casa nostra. In attesa di tempi migliori.
Recitava un brano di una quindicina di anni fa circa "da quando Baggio non gioca più, non è più domenica" e possiamo senza alcuno sforzo cucire (e probabilmente ingigantire) la stessa frase sui sentimenti e le emozioni di ogni singolo tifoso romanista. E' dunque proprio in tre domeniche di questa prima parte dell'anno (ad iniziare idealmente il 2019 creando un ponte a ritroso con il calcio e la radio di ieri) che vi proporremo la carrellata da record del capitano di Porta Metronia: tutti i 307 gol di Francesco Totti abbinati, anno dopo anno, rete dopo rete, alle voci che le sue imprese hanno raccontato dai microfoni di Radio Rai e di Tutto il calcio. Un tuffo nel calcio del nostro passato più recente ma anche nel mondo radiofonico con voci ormai lontane dalla radio che si accavalleranno a quelle ancora attuali.

Si parte dunque da Porta Metronia, da un bambino con la Roma nel cuore ed un talento innato nei piedi; prima la Fortitudo, poi la Smit Trastevere (che ai giorni nostri si fa valere in Serie D con ambizione di promozione in C) poi la Lodigiani e quindi il primo snodo: a posteriori può sembrare un paradosso ma su un Totti ragazzo piomba la Lazio, innescando un duello con la Roma per portare il futuro fuoriclasse nel proprio settore giovanile. Dopo un lungo braccio di ferro e con il trasferimento alla allora Lodigiani di due giovani del vivaio giallorosso e 300 milioni di lire, Totti veste per la prima volta i colori del cuore. E' l'inizio di un grande romanzo di amore e passione.
Un romanzo che, dopo la trafila tra Allievi e Primavera, trova il suo primo capitolo storico il 28 marzo 1993: un Totti sedicenne viene mandato in campo da Boskov  negli ultimi minuti di una gara vinta a Brescia.
La stagione seguente, 1993-94, Carlo Mazzone comincia a dare al ragazzo sempre maggior fiducia facendolo esordire da titolare nel corso dell'inverno sia in Coppa Italia sia in Serie A. Nonostante la piazza, già innamorata del giovane talento di casa, ne invochi fin dai primi periodi un impiego più continuo, Mazzone ne dosa saggiamente la crescita per non rischiare pericolose scottature, ponendosi nella carriera ed anche nella vita di Totti come un secondo padre, un imprescindibile punto di riferimento. La stagione 1994-95 è quella che segna un'impennata di rendimento e continuità, premiata dal tecnico ed anche dal tabellino: arrivano infatti le prime reti e può anche iniziare la nostra carrellata..

1994-95


1 4.9.94 ROMA-FOGGIA 1-1 DELFINO
2 21.9.94 COPPA ITALIA ROMA-FIORENZUOLA 2-1 STUDIO
3 26.10.94 COPPA ITALIA ROMA-GENOA 3-0 FOGLIANESE
4 14.12 94 COPPA ITALIA ROMA-JUVENTUS 3-1 CUCCHI
5 8.1.95 ROMA-BARI 2-0 CUCCHI
6 15.4.95 ROMA-BRESCIA 3-0 ORLANDO
7 7.5.95 ROMA-FIORENTINA 2-0 FOGLIANESE

1995-96

Nella stagione seguente Totti diventa definitivamente titolare e punto di riferimento tecnico della squadra. In questa prima parte di carriera il suo ruolo sarà a livello tattico quello di classico "10" vecchio stampo, fantasista con piena libertà di dispensare la sua classe al servizio della squadra e più nel dettaglio delle punte. A livello di reti le grandi cifre arriveranno col passare delle stagioni (anche se non si dovrà aspettare poi molto). Il 95-96 offre intanto l'opportunità del primo gol europeo, in Coppa Uefa.

8 17.10.95 COPPA UEFA ROMA-AALST 4-0 GENTILI
9 27.11.95 ROMA-BARI 2-1 ORLANDO
10 5.12.95 COPPA UEFA ROMA-BRONDBY 3-1 GENTILI
11 31.3.96 BARI-ROMA 1-2 DEL VECCHIO

1996-97

L'esplosione di Totti sembra ormai conclamata e la città lo ha già eletto a leader in campo e a simbolo di romanità fuori. Tuttavia la stagione 96-97 rappresenta per il rapporto tra la Roma e Totti uno snodo inaspettatamente complicato: sulla panchina giallorossa l'argentino Carlos Bianchi ha infatti preso il posto di Carlo Mazzone. Il feeling tra il nuovo tecnico e l'allora "Pupone" non scatta, nè a livello umano nè a livello tattico. Sotto il primo aspetto Totti è reduce dalle stagioni con "papà" Mazzone, mentre la personalità rigida e autoritaria di Bianchi rappresenta una totale inversione di tendenza. A livello tattico, poi, le idee dell'allenatore sudamericano rischiano di ingabbiare il talento di Totti in schemi troppo rigidi, almeno per l'epoca. Avviene così che nel mercato di gennaio l'allenatore chieda la cessione di Totti al presidente Franco Sensi; l'acquirente non tarda ad arrivare e si manifesta nella Sampdoria che in quel ruolo comincia a progettare il dopo-Mancini. L'accordo prevede un prestito immediato, con il giocatore già pronto suo malgrado a fare le valigie per Genova. La voce della trattativa ormai definita giunge all'orecchio dell'ex allenatore giallorosso Mazzone, nel frattempo passato a Cagliari. Mazzone chiama immediatamente Sensi cercando inizialmente di dissuaderlo dallo spedire Totti in prestito, o proponendosi al limite di accoglierlo a Cagliari per farne il perno della squadra e fargli proseguire sotto la sua ala protettrice il percorso di crescita. Sensi tentenna, incontra Cellino e mette in stand by l'accordo con la Samp. Tutto ciò non fa altro che far trascorrere del tempo, tempo che Totti sfrutta alla sua maniera, aumentando esponenzialmente il livello delle proprie prestazioni e scacciando ogni ipotesi di separazione, pur provvisoria, dalla Roma. Nel frattempo è invece segnato il destino di Carlos Bianchi che, visti i modesti risultati ottenuti, viene esonerato, con il grande Liedholm chiamato a chiudere la stagione da traghettatore. Totti dichiara amore alla Roma e questa annata passa dunque alla storia come quella del matrimonio definitivo con i colori giallorossi.

12 12.10.96 ROMA-MILAN 3-0 CUCCHI
13 1.12.96 ROMA-FIORENTINA 3-3 DELFINO
14 23.2.97 ROMA-REGGIANA 2-2 ORLANDO
15 9.3.97 ROMA-VERONA 4-3 ORLANDO
16 15.5.97 ATALANTA-ROMA 0-4 ORLANDO

1997-98

A Trigoria arriva Zeman. Nonostante i timori iniziali sulla compatibilità di Totti con i particolari metodi e schemi del boemo, il numero 10 (maglia di cui si appropria a partire da questa stagione) supera brillantemente la prova, traendo anzi giovamento dalla convivenza con il nuovo allenatore sia dal punto di vista fisico sia sotto il profilo realizzativo, destreggiandosi non più solo da trequartista ma anche da seconda punta e da esterno offensivo. Arriva così la prima doppia cifra stagionale, oltre alla prima doppietta.

17 21.9.97 ROMA-LECCE 3-1 CORSINI
18-19 9.11.97 BARI-ROMA 1-3 DEL VECCHIO
20 15.10.97 COPPA ITALIA UDINESE-ROMA 2-2 CUCCHI
21 30.11.97 PARMA-ROMA 0-2 DOTTO
22 7.12.97 ROMA-ATALANTA 3-0 CUCCHI
23 22.2.98 NAPOLI-ROMA 0-2 VERNA
24 1.3.98 ROMA-FIORENTINA 4-1 CUCCHI
25 29.3.98 ROMA-PARMA 2-2 CUCCHI
26 19.4.98 ROMA-BRESCIA 5-0 ORLANDO
27-28 26.4.98 UDINESE-ROMA 4-2 FORMA
29 10.5.98 PIACENZA-ROMA 3-3 ORLANDO
30 16.5.98 ROMA-SAMPDORIA 2-0 DOTTO

1998-99

La stagione della conferma e della consacrazione definitiva. Ormai anche all'estero si parla di Totti come una delle realtà e dei talenti più conclamati in circolazione. La simbiosi tra il numero 10 e la tifoseria è nel frattempo già all'apice, simbiosi viscerale che rimarrà inalterata fino al termine della carriera. Totti è ormai talmente identificato come simbolo della Roma che il brasiliano Aldair, al quale spetterebbe per anzianità di militanza la fascia di capitano, gli cede il simbolo della leadership che gli resterà cucito al braccio per i successivi 19 anni (uno dei suoi tanti record).

31 12.9.98 ROMA-SALERNITANA 3-1 ORLANDO
32 15.9.98 COPPA UEFA SILKERBORG-ROMA 0-2 FORMA
33 17.10.98 ROMA-FIORENTINA 2-1 CUCCHI
34-35 31.10.98 ROMA-UDINESE 4-0 GENTILI
36 12.11.98 COPPA ITALIA ROMA-ATALANTA 5-6 DCR GENTILI
37 21.11.98 ROMA-BARI 1-1 CUCCHI
38 24.11.98 COPPA UEFA ROMA-ZURIGO 1-0 DELFINO
39 29.11.98 LAZIO-ROMA 3-3 GENTILI
40 5.12.98 ROMA-PERUGIA 5-1 GENTILI
41 8.12.98 COPPA UEFA ZURIGO-ROMA 2-2 FORMA
42 11.4.99 ROMA-LAZIO 3-1 GENTILI
43 25.4.99 ROMA-PARMA 1-0 DELFINO
44 3.5.99 ROMA-INTER 4-5 CUCCHI
45-46 16.5.99 ROMA-CAGLIARI 3-1 REPICE

1999-00

Zeman non sfonda a livello di risultati e Franco Sensi prova la svolta: sulla panchina della Roma siederà da questa stagione Fabio Capello. Alti e bassi in una stagione complessivamente buona che vedrà l'apice con il 4-1 inflitto alla Lazio (poi campione d'Italia) nel derby di andata e che porrà le basi per la cavalcata dell'anno seguente. Totti vive una stagione meno brillante a causa di un paio di infortuni muscolari che ne limitano l'impiego. Tuttavia a fine annata vivrà da titolare l'appuntamento degli Europei in Belgio e Olanda con la maglia azzurra che ne consacreranno il talento a livello internazionale. Nella storia resterà il cucchiaio su rigore nella semifinale contro gli orange, così come prestazioni di livello in tutte le partite disputate, nelle quali trascina da leader la Nazionale fino alla sfortunata finale.

47 26.8.99 PIACENZA-ROMA 1-1 RAFFA
48 26.9.99 ROMA-PERUGIA 3-1 ORLANDO
49 7.11.99 REGGINA-ROMA 0-4 RAFFA
50 25.11.99 COPPA UEFA ROMA-NEWCASTLE 1-0 DELFINO
51 5.12.99 ROMA-LECCE 3-2 CUCCHI
52 16.1.00 ROMA-VERONA 3-1 ORLANDO
53 22.1.00 ROMA-PIACENZA 2-1 DELFINO
54 16.4.00 ROMA-BOLOGNA 2-0 ORLANDO 

2000-01

L'anno del sogno che diventa realtà, quello di conquistare lo scudetto da capitano, numero 10 e trascinatore della propria squadra del cuore. Il sogno di ogni bambino e senza dubbio anche quello di Totti, cresciuto seguendo le gesta della Roma anni '80 capace di conquistare il secondo tricolore. Il terzo lo vede invece protagonista assoluto, ad innescare la potenza gol di Batistuta, i guizzi di Montella, o a dispensare la propria classe in prima persona anche in fase realizzativa. Una cavalcata memorabile, uno scudetto conteso alla Juventus e scucito dalle maglie della Lazio. Un'apoteosi vissuta nel caldissimo pomeriggio dell'Olimpico il 17 giugno.

55 22.9.00 COPPA ITALIA ROMA-ATALANTA 1-1 CUCCHI
56-57 28.9.00 COPPA UEFA ROMA-NOVA GORICA 7-0 DELFINO
58 1.10.00 ROMA-BOLOGNA 2-0 GENTILI
59 15.10.00 LECCE-ROMA 0-4 DOTTO
60 22.10.00 ROMA-VICENZA 3-1 GENTILI
61 12.11.00 ROMA-REGGINA 2-1 CUCCHI
62 19.11.00 VERONA-ROMA 1-4 CUCCHI
63 10.12.00 ROMA-UDINESE 2-1 GENTILI
64 14.1.01 ROMA-BARI 1-1 CUCCHI (N.50 IN SERIE A)
65-66 21.1.01 MILAN-ROMA 3-2 FORMA
67 28.1.01 ROMA-NAPOLI 3-0 CUCCHI
68 14.4.01 ROMA-PERUGIA 2-2 CUCCHI
69 10.6.01 NAPOLI-ROMA 2-2 CUCCHI
70 17.6.01 ROMA-PARMA 3-1 CUCCHI



E sulla festa - scudetto si chiude la prima parte del nostro speciale



0 commenti:

TICB Tv

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.