sabato 6 giugno 2009
12:19

Monografie 16: Roberto Bortoluzzi

« Gentili ascoltatori buongiorno, è Roberto Bortoluzzi che vi parla dagli studi di Milano, eccovi i campi collegati. Torino, Milano, Roma, Genova, Bari e Catania. Ai microfoni i colleghi Enrico Ameri, Sandro Ciotti, Claudio Ferretti, Alfredo Provenzali, Enzo Foglianese e Ezio Luzzi. In redazione Bruno Talamonti e Sergio Chiesa. Via ai collegamenti, vai pure Enrico Ameri. »
Ecco come il Grande Roberto Bortoluzzi entrava nelle case degli italiani attraverso le frequenze di RadioRai.

Roberto Bortoluzzi (Portici, 28 Gennaio 1921 – Genova, 5 Novembre 2007) è stato un giornalista, conduttore radiofonico, e radiocronista sportivo italiano.

Figlio di un architetto e ingegnere, progettista della sede Rai di Corso Sempione a Milano, inizialmente tenta la carriera militare con l'ambizione di diventare ufficiale di marina, ma poi intraprende la carriera giornalistica, iniziando a lavorare in Rai nel 1944 come speaker di moltissimi servizi per il Giornale Radio.

Nel 1954, insieme a Vittorio Veltroni (padre di Walter), Guglielmo Moretti ed altri, segue da inviato radiofonico i Campionati del Mondo di Calcio in Svizzera. In seguito collabora con Nicolò Carosio e Nando Martellini, che si alternavano nelle radiocronache del secondo tempo delle partite del campionato di calcio, per passare i risultati finali delle altre partite della giornata.
Fu lì che ebbe per primo l'idea di coordinare il tutto da uno studio centrale in tempo reale con diversi inviati dai campi di gioco.

L'idea viene perfezionata insieme a Guglielmo Moretti e Sergio Zavoli, e nasce così "Tutto il calcio minuto per minuto".
Dal 3 Febbraio 1959 al 1987 Bortoluzzi conduce per 28 anni consecutivi – un record ancora imbattuto per una trasmissione radiofonica e televisiva italiana – la trasmissione che gli darà indiscussa popolarità. Il suo stile affabile e colloquiale gli vale l'appellativo di "Quello di famiglia". Insieme a radiocronisti del calibro di Enrico Ameri, Sandro Ciotti, Claudio Ferretti, Alfredo Provenzali, Beppe Viola, Massimo Valentini, Ezio Luzzi, Enzo Foglianese e tanti altri contribuisce in maniera decisiva al successo della trasmissione.

Nel 1987 va in pensione e viene sostituito da Massimo De Luca (il quale cederà il testimone ad Alfredo Provenzali nel 1992). Persona schiva e riservata, in televisione compare pochissime volte; da segnalare la partecipazione, insieme a tutte le voci storiche della trasmissione, nel programma di Renzo Arbore "Cari amici vicini e lontani" (1984), e da Aldo Biscardi ne "Il processo del lunedì" per ritirare un premio alla carriera.

Il 5 Novembre 2007 muore a Genova, nel quartiere Nervi, dove era andato a vivere negli ultimi anni.

Domenica 13 Gennaio 2008, Alfredo Provenzali introduce la trasmissione con la memoria del giornalista scomparso due mesi prima facendo riascoltare la sua voce andata in onda nella puntata di "Tutto il calcio minuto per minuto" il 7 Marzo 1971.
Un Grazie particolare a Roberto Bortoluzzi, che con il suo ingegno ha creato una trasmissione da sempre parte importante di tutti i calciofili italiani!!!

0 commenti:

TICB TV

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Palinsesto #Radio1Sport