venerdì 30 ottobre 2009

Aspettando Sud Africa 2010

Cari lettori, questa settimana rivisiteremo le vicende del sesto Mondiale di calcio svoltosi in Svezia dall'8 al 29 Giugno 1958 e che vide trionfare per la prima volta il Brasile.

Le città che ospitarono l'evento furono: Boras, Eskilstunas, Goteborg, Halmstad, Helsingborg, Malmo, Norrkoping, Orebro, Sandviken, Stoccolma, Uddevalla, Vasteras.

Fu un mondiale con tante assenze importanti che finirono per favorire quella che alla fine si rivelerà la squadra più forte.

L'Italia dopo le deludenti prestazioni nelle edizioni precedenti, in Brasile e Svizzera, mancò addiritura l'appuntamento con la fase finale del Mondiale, per la prima volta nella sua storia. A beffarla fu l'Irlanda del Nord che sconfisse per 2-1 gli azzurri nella sfida decisiva a Belfast.

Non si qualificò neppure l'Uruguay che si lasciò travolgere dal Paraguay nelle qualificazioni. L'Ungheria nonostante si trovasse nel lotto delle qualificate, si ritrovò irrimediabilmente provata dalla rivoluzione scoppiata nel 1956.

In Svezia approdarono 16 squadre che furono divise in quattro giorni da quattro squadre ciascuno. Solo due furono i continenti rappresentati, infatti parteciparono 4 squadre americane e 12 europee. Per la prima volta partecipò l'Urss ed il Galles che, con Irlanda del Nord, Scozia ed Inghilterra, andò a completare il lotto delle nazionali britanniche.

Il Brasile vinse senza faticare troppo: le avversarie più temibili, l'Inghilterra e la Germania Ovest, furono eliminate una al primo turno, l'altra in semifinale dalla forte Svezia del trio Gre-No-Li (Gren-Nordhal, Liedholm). La finale, disputata a Stoccolma, vide i padroni di casa passare in vantaggio per poi subire la rimonta dei brasiliani tra le cui file militava il grande Pelè (allora diciasettenne). Terza arrivò la Francia di Just Fontaine.

Le partecipanti: Argentina, Austria, Brasile, Cecoslovacchia, Francia, Galles, Germania Ovest, Inghilterra, Irlanda del Nord, Jugoslavia, Messico, Paraguay, Scozia, Svezia, Ungheria, Urss.

Fase a gruppi:
Girone A: Germania Ovest-Argentina 3-1, Irlanda del Nord-Cecoslovacchia 1-0, Argentina-Irlanda del Nord 3-1, Germania Ovest-Cecoslovacchia 2-2, Germania Ovest-Irlanda del Nord 2-2, Cecoslovacchia-Argentina 6-1.
Spareggio: Irlanda del Nord-Cecoslovacchia 2-1 d.t.s.
Classifica: Germania* 4; Irlanda del Nord* e Cecoslovacchia 3; Argenina 2. (*qualificate ai quarti di finale)

Girone B: Francia-Paraguay 7-3, Jugoslavia-Scozia 1-1, Jugoslavia-Francia 3-2, Paraguay-Scozia 3-2, Francia-Scozia 2-1, Paraguay-Jugoslavia 3-3.
Classifica: Francia* e Jugoslavia* 4; Paraguay 3; Scozia 1. (* qualificate ai quarti di finale)

Girone C: Svezia-Messico 3-0, Ungheria-Galles 1-1, Messico-Galles 1-1, Svezia-Ungheria 2-1, Svezia-Galles 0-0, Ungheria-Messico 4-0.
Spareggio: Galles-Ungheria 2-1.
Classifica: Svezia* 5; Galles* ed Ungheria 3; Messico 1. (* qualificate ai quarti di finale)

Girone D: Brasile-Austria 3-0, Urss-Inghilterra 2-2, Brasile-Inghilterra 0-0, Urss-Austria 2-0, Inghilterra-Austria 2-2, Brasile-Urss 2-0.
Spareggio: Urss-Inghilterra 1-0.
Classifica: Brasile* 5; Urss* ed Inghilterra 3; Austria 1. (*qualificate ai quarti di finale)

Quarti di finale: Francia-Irlanda del Nord 4-0, Svezia-Urss 2-0, Brasile-Galles 1-0, Germania Ovest-Jugoslavia 1-0.

Semifinali: Francia-Brasile 2-5, Germania Ovest-Svezia 1-3.

Finale 3° posto: Germania Ovest-Francia 3-6

Finale 1° posto: Svezia-Brasile 2-5. Marcatori: 4° Liedholm, 9° e 32° Vavà, 55° Pelè, 68° Zagallo, 80° Simonsson, 90° Pelè. Arbitro: Guigue (Francia)

Ecco il Brasile Campione del Mondo: Gilmar, Bellini, Djalma Santos, Didi, Zagallo, Pelè, Garrincha, Nilton Santos, Orlando, Zito, Vavà, Castilho, Dino, Oreco, Zozimo, Moacir, De Sordi, Mauro, Joel, Josè Altafini, Dida, Pepe. Allenatore: Vicente Feola

Capocannoniere: Just Fontaine della Francia con 13 reti.

Cari amici, con questo è tutto. Appuntamento a sabato prossimo con le vicende del Mondiale del 1962. Buon week-end a tutti!


0 commenti:

TICB TV

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Palinsesto #Radio1Sport