#TICBemozioni

Il Palinsesto sportivo di Radio1Rai

VENERDI 17 MAGGIO 2021
Radio1Rai
ore 7:30 Radio anch'io sport
ore 08:25, 13:20, 00:20 Gr1 Sport
ore 15:05, 15:30, 16:05, 16:30 SULLE STRADE DEL GIRO, 13a tappa (C.Piccinelli, S.Martinello, M.Codignoni, M.Ghirotto)
ore 20:24 Zona Cesarini
*Calcio - Anticipo Serie A FIORENTINA-NAPOLI (S.Meini)
*Calcio - PlayOff Serie B PALERMO-SAMPDORIA (M.Mezzatesta)
*Basket - PlayOff Scudetto, 1/4 di Finale TRENTO-MILANO, gara 3 (M.Barchiesi)
*Tennis - INTERNAZIONALI D'ITALIA (E.Mancuso)
Radio1Sport
ore 10:05 Tutto il calcio minuto per minuto STORY
ore 11:05 Palla al centro
ore 13:30 Pop Sport
ore 14:05 ExtraTime (replica)
ore 14:30 Pop Sport
ore 15:05 Il caffè di Radio1Sport
ore 16:30 Simulcast con Radio1Rai 
ore 18:05 Tutto il calcio minuto per minuto STORY
ore 19:30 Pop Sport
ore 20:40 Simulcast con Radio1Rai 


lunedì 10 maggio 2010

Il pagellone 09

Gentili lettori ritorna "il pagellone", la rubrica che da i voti al campionato. La 37^ giornata di A, penultima di questo avvincente campionato, è stata caratterizzata dalle vittorie di Inter e Roma che dunque rimandano a domenica l'assegnazione del titolo comunque vicino ai neroazzurri. Palermo e Sampdoria pareggiano nella finale per il quarto posto con i blucerchiatti a un passo dai preliminari. In coda l'Atalanta fà compagnia a Livorno e Siena e va in serie B. Sempre peggio Milan e Juventus. Buona lettura!

Tutto rimandato a domenica prossima sia per lo scudetto che per il quarto posto. La situazione è identica, Inter e Samp con 2 punti di vantaggio nei confronti delle dirette rivali, Roma e Palermo. Partite da 3 punti per tutte e quattro le squadre e dunque verdetti finali che sembrano scontati.
Il confronto a distanza tra le prime due della classe ha regalato emozioni, quelle che arrivano agli occhi e alle orecchie dei tifosi quando si gioca in contemporanea.
L'INTER (8) come canta il suo inno è pazza, prima passa in svantaggio ma a Roma non fanno in tempo ad esultare che subito arriva la notizia del pareggio. Poi di rabbia arriva il 2-1,il 3-1,il 4-1. Partita finita e tutti ad aspettare il risultato di Roma con i giallorossi obbligati a vincere per poter sperare ancora. Intanto il CHIEVO (5,5) accorcia le distanze ma nessuno si preoccupa. Poi le onde radio fanno sapere che il Cagliari si è clamorosamente portato in vantaggio all'Olimpico e dunque scudetto vicinissimo e tripudio a San Siro sotto la pioggia, i giocatori distratti dal boato del pubblico cercando di capire subiscono la terza rete del Chievo che fà salire un pò di ansia. Ma le squadre forti si vedono in questi momenti di difficolta, con la tensione altissima che ti blocca le gambe e la testa, ma i neroazzurri prendono forza cercando ripetutamente la quinta marcatura. Intanto la Roma pareggia e poi ribalta il punteggio a 7' dalla fine, la delusione al Meazza è evidente per due motivi:avrebbero voluto togliersi il pensiero dello scudetto con 90' di anticipo (digli poco!) e poi finalmente festeggiare il titolo in casa dato che nel 2007 è arrivato a Siena, nel 2008 a Parma e nel 2009 davanti alla TV.
I Mourinho boys hanno dimostrato una grande solidità al di là dei 3 goal subiti e delle pressioni, ci sembra impossibile un altro 5 maggio, l'Inter ha raggiunto un livello di maturità e di sicurezza tali da non farsi sfuggire questo scudetto, in caso contrario sarebbe un vero e proprio suicidio a favore della ROMA (6,5) che ha faticato oltre le previsioni contro un CAGLIARI (5) in vacanza da mesi. I giallorossi hanno creato un'infinità di occasioni da rete, colpendo tre legni eppure quando meno te lo aspetti ecco la rete di Lazzari che gela l'Olimpico e fà esplodere San Siro. A Roma è il Totti day, nel giorno in cui i tifosi hanno deciso saggiamente di abbracciarlo e di perdonarlo dopo la pazzia di mercoledì che ha deluso e non poco i tifosi giallorossi ma l'amore verso il proprio capitano e giocatore più forte della squadra capitolina, ha prevalso su ogni cosa ed è proprio lui a firmare la doppietta che riamanda lo scudetto dell'Inter e lascia le speranze ai giallorossi che si aggrappano all'esistenza dei miracoli, ma il Chievo come ha dimostrato ieri non regalerà nulla e ci fà piacere sottolineare come quest'anno tutte le squadre, tranne una, abbiano onorato il campionato chi più chi meno ma sempre onorato. Una curiosità, il presidente del Chievo Campedelli non ha mai nascosto le proprie simpatie per l'Inter mentre quello del Siena è mezzaroma e mezzasiena, per cui le motivazioni non dovrebbero mancare. Comunque vada a finire non vediamo l'ora che cali il sipario su questo campionato con la speranza che si spengano le polemiche degli ultimi giorni tra le due società che così facendo cadono di stile e non danno il buon esempio.

Lunedì scorso abbiamo auspicato spettacolo nella gara del Renzo Barbera tra PALERMO (6+) e SAMPDORIA (7-) nella finalissima per il quarto posto, ma come per il tricolore bisogna aspettare domenica prossima. La partita ha perso nello spettacolo a causa dell'alta posta in palio che ha favorito la tensione e bloccato le gambe, i blucerchiatti avevano due risultati a disposizione per cui si possono ritenere molto soddisfatti, mentre ci saremmo aspettati di più dai siciliani incitati da uno splendido pubblico di rosa vestito. Ora a Marassi arriverà il NAPOLI (8) dell'ex Mazzarri e di Quagliarella mondiale, certo della qualificazione in E.L. senza il preliminare di Luglio, mentre il Palermo andrà a Bergamo contro l'ATALANTA (4) matematicamente retroccessa in serie B alla quale auguriamo un pronta risalita così come a Livorno e Siena.
Quindi l'unico ostacolo per i doriani potrebbe essere la tensione ma ci sentiamo di dire che meriterebbero entrambe ma la Samp ha mostrato di essere una grande squadra fin dall'inizio del campionato, inoltre meritterebbe il quarto posto dato che ha conquistato 4 punti contro Inter e Roma e 3 contro Milan e Juventus.

E proprio una parte della genova blucerchiatta potrebbe trasferirsi a Torino, sponda bianconera, infatti sono sempre più insistenti le voci che vedono Marotta come nuovo D.G., e sarebbe una scelta da promuovere a pieni voti data l'alta competenza ma si parla anche di Pazzini e Del Neri poichè Benitez potrebbe rifiutare la Juve a causa dei preliminari di fine Luglio a venti giorni dalla fine del mondiale.
Anche ieri la JUVENTUS ( 3 LA PEGGIORE) ha rimediato una pessima figura nell'ultima partita davanti al pubblico amico, e chissà quando lo ritroverà dato che è in arrivo una squalifica del campo causata dai soliti imbecilli che evidentemente non sanno manifestare in modo pacifico e civile. Ma dicevamo della Juve sconfitta in casa da un ottimo PARMA ( 8,5 LA MIGLIORE) trascinato da Lanzafame, la terza rete subita dai bianconeri è la fotografia di questa stagione: imbarazzante!.
Domenica vivremmo un antipasto di calcio estivo con il trofeo Berlusconi tra Milan e Juve, le due nobili assai deludenti in questo campionato. I rossoneri ( 4) hanno ritrovato Pato ma non è bastato per centrare un risultato positivo nel deserto di Marassi contro il GENOA (7), restano i dubbi sul futuro in casa Milan ma sarebbe un bene risolvere il nodo allenatore entro la fine di maggio.

SPECIAL ONE: DI NATALE 28: Totò merita 28 come i goal segnati in questa stagione, sempre più capoccannoniere della serie A, ha realizzato l'ennesima doppietta per un totale di 101 reti nella massima serie. Ha superato il primato di Bierhoff che era di 27 centri nel '98..Lippi e tutti noi lo aspettiamo al mondiale, intanto c'è la possibilità di raggiungere il 30 e la lode, basta un'altra doppietta che per lui è routine domenicale.

SPECIAL FLOP : TIFOSI JUVE 0: Chiariamo subito, parte dei tifosi della Juve poichè per fortuna la maggioranza sono persone civili. Ma c'è anche quella parte malata di imbecilli, di incivili la cui protesta deve per forza sfociare in atti di violenza. Ben 15 petardi esplosi in pochi minuti e gara sospesa per 6' con tanti saluti alla prima giornata casalinga del prossimo campionato. Vergognatevi!

SPECIAL GOAL: MILITO (9) : Che dire, il Principe del Bernal ha praticamente segnato a quasi tutte le squadre. In lui c'è tutto, velocità, potenza, senso del goal, tecnica sopprafina come ieri, ricevuta la palla si è accentrato e dalla lunetta antistante l'area di rigore ha lasciato partire un morbido pallonetto che ha beffato Sorrentino. Un grande! 

Appuntamento a lunedì prossimo, buona settimana!

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Perchè al Chievo Verona è stato dato 5.5 ?????? Mi sembra troppo poco per una squadra che se le giocata e lottata a Sansiro, davanti a 60 mila spettatori, dal 1 al 90 minuto...

Davide S. ha detto...

Caro lettore,i tuoi dubbi sono leciti, xrò a chi perde do sempre l'insufficienza. Quindi il 5,5 è solo un voto formale,ho comq rimarcato il fatto che il Chievo ha fatto una grande partita senza regalare nulla. Grazie, Davide.

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

TICB TV