#TICBemozioni

Il Palinsesto sportivo di Radio1Rai

GIOVEDI 30 MAGGIO 2024
Radio1Rai
ore 08:25, 13:20, 19:20, 00:20 Gr1 Sport
ore 20:25 Zona Cesarini
*ore 20:30 Calcio - Finale Playoff Serie B CREMONESE-VENEZIA, andata (M.Signorelli)
*ore 20:45 Basket - Semifinale Playoff scudetto BRESCIA-MILANO, gara 3 (M.Barchiesi)
Radio1Sport
ore 11:05 Palla al centro
ore 13:30 Pop Sport
ore 14:05 Numeri Primi (repllica)
ore 14:30 Pop Sport
ore 17:05 Tempi supplementari
ore 19:30 Pop Sport
ore 20:25 Simulcast con Radio1Rai
lunedì 31 maggio 2010

Il pagellone 12 I VOTI FINALI

Gentili lettori siamo giunti alla fine del nostro percorso con il "pagellone", oggi nella sua versione massima con i voti finali a tutte le squadre di serie A. Il voto è stato deciso in base a tutte le competizioni disputate dalle squadre, inoltre indicheremo la partita da ricordare e il migliore giocatore, delle grandi anche il peggiore. Prima di lasciarvi leggere mi sembra doveroso ringraziare RaiBobo che mi ha dato la possibilità di mettere su questa rubrica, inoltre ringrazio i colleghi della redazione sempre pronti a fornire spunti ed eventuali critiche costruttive.
Tra 10 giorni inizierà il mondiale sud africano e noi del blog lo seguiremo giornalmente con il Live e le varie rubriche, pagellone mondiale compreso.
Buona lettura!

ATALANTA (4): La stagione per i bergamaschi è di quelle da dimenticare, 34 punti che equivalgono alla serie B. Una partenza disastrosa con 4 sconfitte consecutive che hanno indirizzato la stagione e che sono costate la panchina a Gregucci sostituito da Antonio Conte che è andato avanti fino alla 18^ giornata, per lui 13 punti, poi l'avvento di Bortolo Mutti e con lui 21 punti che non sono bastati per salvarsi, Mutti ha dato una scossa e ha alimentato le speranze di salvezza. Sulla stagione hanno influito le pressioni dell'ambiente, i problemi interni allo spogliatoio e le difficoltà della dirigenza orfana di Ruggeri Senior. In Coppa Italia è stata eliminata al quarto turno dal Lumezzane.
MIGLIOR GIOCATORE: TIRIBOCCHI
PARTITA DA RICORDARE: ATALANTA-INTER 1-1 (16^g.)

BARI (8): Una stagione strepitosa per i biancorossi neo promossi nella massima serie. Eppure le previsioni non erano positive dopo le dimissioni di Conti in piena estate che hanno ritardato il lavoro e i programmi di squadra e società. Al suo posto è stato chiamato l'esperto Ventura che ha il merito di aver dato alla squadra una sua identità, un gioco spettacolare e la capacità di giocarsi le sue carte con qualsiasi squadra. L'inizio è grandioso con il pareggio a San Siro contro l'Inter, pareggio bissato al ritorno, si segnala la vittoria contro la Juventus e il pareggio contro il Milan nella scala del calcio. Ben 50 punti a un passo dall'Europa.In Coppa Italia fuori al terzo turno. Complimenti!!
MIGLIOR GIOCATORE: BARRETO
PARTITA DA RICORDARE: BARI-JUVENTUS 3-1 (16^g.)

BOLOGNA (6+) :Dopo la sofferenza della stagione precedente che ha visto la salvezza all'ultimissima giornata, quest'anno la salvezza è arrivata in anticipo. 42 punti per i rossoblù che hanno iniziato piuttosto male con Papadopulo che è stato esonerato all'8^ e sostituito da Franco Colomba, esperto in salvezze, che ha dato la sveglia alla propria squadra, il suo inizio non è stato dei migliori ma ha costruito la salvezza nel periodo che va dalla 20^ alla 28^ giornata con ben 19 punti che hanno fatto pensare alla tranquillità e non è un caso che siano seguite 5 sconfitte consecutive che hanno fatto tremare i tifosi e la squadra che nelle ultime giornate è ritornata a fare risultato. In Coppa Italia, fuori al terzo turno contro il Frosinone.
MIGLIOR GIOCATORE: DI VAIO
PARTITA DA RICRODARE: BOLOGNA-NAPOLI 2-1 (27^g.)

CAGLIARI (7+): Un'altra stagione positiva per i sardi orfani di Acquafresca ma che hanno visto esplodere Matri. Cellino riparte da Max Allegri che viene esonerato senza alcun motivo a sole 5 giornate dal termine dopo aver raggiunto la fatidica quota 40 punti. Il solito inizio a rallentatore poi la risalita e 4 vittorie consecutive dalla 9^ alla 12^, molto bene anche nelle prime del girone di ritorno. Poi il calo con una squadra che è andata ben presto in vacanza conscia della salvezza ormai acquisita ma i tifosi sono rimasti molto delusi dall'atteggiamento nelle ultime giornate, con i rossoblù che hanno regalato punti a tutti. Ha battuto la Juve e la Samp e pareggiato con Roma e Napoli. In Coppa Italia fuori al terzo turno contro la Triestina
MIGLIOR GIOCATORE : MATRI
PARTITA DA RICORDARE : CAGLIARI-JUVENTUS 2-0 (14^g.)

CATANIA (7): Stagione da ricordare per gli etnei, salvezza e vittorie contro l'Inter e la Juve, pareggi contro Roma e Milan. Inizio disastroso con Atzori in panchina, dopo 16 giornate ben 9 sconfitte e una sola vittoria, quindi la svolta con il cambio di allenatore e l'arrivo di Sinisa Mihajlovic e quello di Maxi Lopez grazie al mercato invernale. Sembra davvero impossibile salvarsi ma inizia una lunga quanto difficile risalita, costante in tutto il girone di ritorno. Con Mihailovic in panchina arrivano solo 5 sconfitte, e poi è bene segnalare la forza dei rossoazzurri davanti al pubblico amico dove si sono scatenati i vari Lopez, Mascara e Martinez. Da ricordare anche la vittoria nel derby di Pasqua contro il Palermo. In Coppa Italia fuori ai quarti contro la Roma. E' la squadra che ha pareggiato di più, 15 x.
MIGLIOR GIOCATORE : MAXI LOPEZ
PARTITA DA RICORDARE: CATANIA-INTER 3-1 (28^g.)

CHIEVO VR. (7) :44 punti per i clivensi e favola che continua. L'andamento del campionato non è stato mai costante, ha sempre alternato 2-3 risultati utili ad altrettante sconfitte, ma non si è mai avuta la sensazione che Di Carlo e i suoi potessero scendere in B. Salvezza raggiunta in anticipo. In Coppa Italia fuori agli ottavi contro la Fiorentina
MIGLIOR GIOCATORE: PELLISSIER
PARTITA DA RICORDARE: CHIEVO-JUVENTUS 1-0 (20^g.)

FIORENTINA (5+): Non fosse stato per la Champions e la Coppa Italia le avremmo assegnato un voto molto basso. Analizzando il campionato è chiaro che 47 punti sono una miseria, 11° posto e niente europa, la Champions ha indubbiamente sottratto energie fisiche e mentali a una rosa ristretta. Eppure il crollo è arrivato nel girone di ritorno anche dopo l'eliminazione, la società è colpevole poichè non ha investito nel mercato estivo e soprattutto in quello invernale, la difesa è sembrata vulnerabile mentre è positivo il lancio di giovani che siamo sicuri faranno bene in futuro. In Champions il cammino è stato grandioso, superato l'ostacolo Sporting Lisbona nel preliminare si è trovata nel girone con Liverpool, Lione e Debrecen e dopo la sconfitta nella prima gara contro i francesi sono seguite 5 vittorie consecutive, meravigliose le vittorie contro il Liverpool in particolare quella di Anfield che ha consentito ai viola di chiudere al primo posto nel girone. Agli ottavi si è trovata di fronte i tedeschi del Bayern Monaco, la Fiorentina si è giocata le sue carte ma si è dovuta arrendere davanti alla forza dell'arbitro Ovrebo, scandalosa la sua decisione di convalidare il 2-1 di Klose nella gara d'andata (rete in nettissimo fuorigioco). In Coppa Italia il cammino è stato positivo, eliminata in semifinale dalla grande Inter. Giustissimo chiudere il rapporto con Prandelli il cui ciclo (positivo) si era ormai esaurito.
MIGLIOR GIOCATORE: JOVETIC--PEGGIOR GIOCATORE: MUTU
PARTITA DA RICORDARE: LIVERPOOL-FIORENTINA 1-2 (6^g. girone Champions)

GENOA (6,5): Non era facile ripetere la stagione passata, che aveva portato i rossoblù in Europa League, passati i preliminari la squadra è uscita dalla competizione classificandosi terza nel suo girone,forse avrebbe potuto fare di più e arrivare almeno ai sedicesimi. In campionato 51 punti, nono posto e il solito calcio spettacolare soprattutto a Marassi, ma l'assenza di Milito e Motta si è fatta sentire tantissimo, i loro sostituti non sono stati all'altezza. Dicevamo del calcio spettacolo, bello quanto volete ma ci deve essere un limite a tutto, poichè è stata trascurata la fase difensiva con 61 reti subite che ne fanno la seconda difesa più trafita. Il Genoa è la squadra che quest'anno ha subito il passivo più pesante con lo 0-5 incassato dall'Inter. Una Squadra un pò zemaniana. In Coppa Italia fuori agli ottavi per mano del Catania.
MIGLIOR GIOCATORE: M. ROSSI
PARTITA DA RICORDARE: GENOA-ROMA 3-2 (1^g.)

INTER (10 LA MIGLIORE) : Beh che dire Scudetto, Champions e Coppa Italia! Una squadra costruita per vincere e che ha stravinto, ottimo mercato, ottima interpretazione delle partite, tutto perfetto. I tifosi neroazzurri riocorderanno per sempre quest'annata, che senza dubbi è la migliore della storia interista. 3 titoli uno per ogni M: Moratti, Mourinho, Milito,  questi gli artefici principali di una stagione meravigliosa che ha portato la squadra in paradiso e con essa i tifosi che hanno avuto di che festeggiare. Ma tutti sono stati bravi, chi più chi meno ha dato il proprio contributo alla causa. Abbiamo parlato abbondantemente della stagione interista nelle settimane precedenti e ci limitiamo a elencare alcuni numeri sul campionato di questa corazzata: maggior numero di vittorie (24), minor numero di sconfitte (4), migliore attacco (75 reti), miglior difesa (34 reti), migliore differenza reti (+41), sconfitte interne? zero come i tituli delle altre squadre!.
MIGLIOR GIOCATORE: MILITO--PEGGIOR GIOCATORE: QUARESMA
PARTITE DA RICORDARE:BAYERN-INTER 0-2, MILITO(2),  FINALE CHAMPIONS
SIENA-INTER 0-1,MILITO, 38^g. (partita scudetto)
INTER-ROMA 1-0,MILITO, FINALE COPPA ITALIA A ROMA

JUVENTUS (3 LA PEGGIORE) : Da notare il contrasto con l'Inter!, partita con grandi ambizioni e con il debuttante Ferrara in panchina, conquista 4 vittorie nelle prime 4 partite e sembra essere l'anno buono per i bianconeri ma ben presto inizia il calo vertiginoso, tra la 16^ e la 21^ arrivano ben 5 sconfitte in campionato alle quali si devono aggiungere, sempre in quel periodo, le due decisive di Champions contro Bordeaux e Bayern (1-4 a Torino) che costano la retrocessione in E.L., dopo che il passaggio agli ottavi sembrava cosa fatta. Ciro Ferrara conclude la sua esperienza perdendo contro l'Inter nei quarti di Coppa Italia, la Juve ha raggiunto il punto più basso degli ultimi anni in serie A. Con Zaccheroni la musica cambia poco, anzi la squadra ha chiuso al 7° posto, l'ultimo utile per l'E.L. dalla quale è uscita in modo vergognoso contro il Fulham, 3-1 a Torino e crollo a Londra 1-4.
I responsabili di questa annata disastrosa sono i dirigenti bianconeri, Blanc in primis che ha accentrato tutto il potere nelle sue mani, il francese sarà bravissimo come esperto di conti ma quelli calcistici non sono tornati, non ha avuto polso e gli attributi per intervenire di petto all'interno dello spogliatoio. Ovviamente non possiamo risparmiare una squadra svuotata, senza identità, smarrita, rotta, che è scesa in campo alzando bandiera bianca ancor prima di giocare. Siamo certi che con Marotta la situazione cambierà. Finalmente è finita!
MIGLIOR GIOCATORE: CHIELLINI--PEGGIOR GIOCATORE : AMAURI
PARTITA DA RICORDARE: JUVENTUS-INTER 2-1 (15^g.)

LAZIO (4): La vittoria in Supercoppa italiana ad Agosto contro l'Inter non può in alcun modo salvare la stagione dei biancocelesti, che sono partiti bene ma che poi si sono persi entrando in un tunnel costellato di sconfitte e pareggi, ha vinto alla 1^ e alla 2^ ritrovando i 3 punti alla 18^!. Poco a poco è scivolata indietro ritrovandosi in zona retrocessione, raggiungendo il punto più basso che è costato la panchina a Ballardini, uno dei più colpevoli, al suo posto è stato chiamato Reja che ha ridato stimoli ai giocatori ma la salvezza matematica è arrivata a una sola giornata dalla fine. Pesano i due derby persi contro la Roma inoltre non si può dimenticare la vergognosa partita contro l'Inter all'Olimpico, una Lazio ostaggio dei suoi tifosi orgogliosi della sconfitta. In E.L. eliminata nel girone mentre in Coppa Italia esce ai quarti contro la Fiorentina. Se la Lazio da diversi anni si trova in questo stato la colpa è del suo presidente Claudio Lotito, il padrone unico della squadra, testardo e incapace di garantire una rosa all'altezza per affrontare una buona stagione.
MIGLIOR GIOCATORE: MUSLERA
PARTITA DA RICODARE: INTER-LAZIO 1-2, Supercoppa italiana

LIVORNO (3): Ultimo posto in classifica e conseguente retrocessione in serie B, soli 20 punti, minor numero di vittorie (7), maggior numero di sconfitte (23), peggiore attacco (27reti), peggior differenza reti (-34), parte con la coppia Ruotolo-Russo, dalla nona arriva Cosmi che da la scossa facendo risalire la squadra che nel girone di ritorno crolla con Cosmi che lascia, poi ritorna e poi lascia nuovamente la panchina a Ruotolo. Ha molte colpe il presidente Spinelli sempre pronto a disturbare il lavoro dei suoi allenatori e colpevole di aver indebolito la rosa vendendo Diamanti e Candreva. In Coppa Italia fuori agli ottavi contro l'Inter.
MIGLIOR GIOCATORE: C.LUCARELLI
PARTITA DA RICORDARE: ROMA-LIVORNO 0-1 (9^g.)

MILAN (7): La stagione non è stata di quelle da ricordare ma nemmeno di quelle da dimenticare. Non era facile al primo anno senza Ancellotti e Kaka, con Leonardo debuttante su una panchina di lusso. La partenza non è felice, perde subito il derby 4-0 e la panchina di Leo traballa, poi c'è stato il riscatto con 5 vittorie consecutive dall'11^ alla 14^ con i rossoneri al secondo posto e la pazza idea di scavalcare l'Inter, sogno rimasto chiuso nel cassetto dopo la sconfitta nel derby di ritorno (2-0), il Milan non molla e disputa un ottima fase centrale del girone di ritorno approfittando delle distrazioni dei cugini si rifà sotto mancando diverse occasioni per il sorpasso, nelle ultime giornate molla definitivamente accontentandosi del terzo posto valevole per la Champions che ha visto i rossoneri uscire malamente agli ottavi contro il Manchester, dopo aver disputato una discreta fase a gironi contraddistinta dalla bellissima vittoria al Santiago Bernabeu contro il Real, ma anche dalla sconfitta in casa contro lo Zurigo che ha inciso sul piazzamento nel proprio raggruppamento. Un dato significativo, il Milan non ha vinto nessuna partita in casa!. In Coppa Italia esce ai quarti contro l'Udinese dopo aver sofferto oltre misura contro il Novara al Meazza. Non vi è alcun dubbio che quest'annata sia stata di transizione, ci sono anche stati diversi infortuni su tutti quelli di Nesta e Pato, inoltre la società non è più come un tempo però ora bisogna iniziare un nuovo ciclo duraturo e vincente.
MIGLIOR GIOCATORE: RONALDINHO (17 ASSIST!)--PEGGIOR GIOCATORE: MANCINI
PARTITA DA RICORDARE: REAL MADRID-MILAN 2-3 (3^g. girone Champions)

NAPOLI (8+): Grande stagione per gli azzurri che hanno meritato il sesto posto e dunque il ritorno in Europa che fà sognare una città intera. Eppure la stagione era iniziata molto male con Donadoni (7punti in 7 gare), la svolta è stato l'arrivo di Mazzarri, bravo quanto polemico, che ha portato rigore nello spogliatoio, organizzando sapientemente la sua squadra che dal suo arrivo ha inanellato 15 risultato utili e 5 vittorie consecutive. Poi c'è stato un calo naturale che ha di fatto impedito al Napoli di arrivare al quarto posto. Una grande stagione contraddistinta dalla doppia vittoria contro la Juve, due pareggi contro il Milan e quelli contro Inter e Roma, una squadra fortissima in casa e dalla rimonta facile negli ultimi minuti.In Coppa Italia va fuori agli ottavi contro la Juve. Il migliore è Morgan De Sanctis capace di mantenere inviolata la propria porta per 588' in 7 partite e capace di parare la bellezza di 3 rigori consecutivi. Con qualche sforzo in più da parte della società si potrà puntare in alto.
MIGLIOR GIOCATORE: DE SANCTIS
PARTITA DA RICORDARE: NAPOLI-JUVENTUS 3-1 (30^g.)

PALERMO (8,5): Grandissima stagione per i rosanero, quinto posto a 65 punti, a meno due dalla Samp e dal quarto posto. Inizia la stagione con Zenga che non fà male ma nemmeno bene e dalla 14^ viene sostituito da Delio Rossi e così inizia una grande scalata e una serie di risultati utili, una squadra che si affida al contropiede, micidiale quando gioca al Barbera dove non perde nemmeno una partita. Una stagione che ha visto i rosanero battere sia all'andata che al ritorno Milan e Juve, e bloccare sul pari Inter e Roma. Sul più bello non è risucita a battere la Samp nella finale per il 4°posto. Con investimenti si può sognare e con un Miccoli così...In Coppa Italia esce agli ottavi contro la Lazio.
MIGLIOR GIOCATORE: MICCOLI
PARTITA DA RICORDARE: MILAN-PALERMO 0-2 (16^g.)

PARMA (8+): Stagione ricca di soddisfazioni per i ducali, 52 punti, 8°posto, salvezza tranquilla. Girone d'andata superlativo concluso al 4°posto. All'inizio del ritorno è buio totale a causa della stanchezza e dell'appagamento, poi si riprende con 8 risultati positivi. Al Tardini batte il Milan, ferma l'Inter, sbanca il San Paolo e Torino. In Coppa Italia esce ben presto al terzo turno contro il Novara.
MIGLIOR GIOCATORE: BIABIANY
PARTITA DA RICORDARE: PARMA-MILAN 1-0 (30^g.)

ROMA (9-): Stagione indimenticabile per i giallorossi, 80 punti e 2° posto dietro la grande Inter, l'unica squadra capace di contenderle il titolo sino alla fine. 24 vittorie come l'Inter, 24 risultati utili consecutivi dall'11^ alla 33^, maggior numero di vittorie consecutive di questo torneo (7). Eppure la stagione era iniziata in modo disastroso con 2 sconfitte e le dimissioni di Spalletti, poi dalla 3^ ecco Claudio Ranieri, l'artefice di questo successo poichè ha dato praticità a una squadra abituata solo a giocar bene senza quel cinismo giusto che serve per vincere. Ha rivitalizzato diversi giocatori che sembravano finiti dopo la scorsa stagione. Avrebbe meritato di chiudere la stagione con un titolo, giusto riconoscmento per una grande rincorsa che l'ha portata in testa alla classifica e comunque si ricorderà delle vittorie a Torino e Firenze, quella contro l'Inter e i due derby. In E.L. esce a sedicesimi contro il Panathinaikos mentre in Coppa Italia arriva in finale ma perde la testa e il trofeo a favore dell'Inter. Ora la squadra è matura, le basi ci sono, piuttosto il freno potrebbe essere la società poco efficiente.
MIGLIOR GIOCATORE: VUCINIC--PEGGIOR GIOCATORE: DONI
PARTITA DA RICORDARE: LAZIO-ROMA 1-2 (34^g.)

SAMPDORIA (9=): Bisogna essere onesti,in estate nessuno avrebbe pensato che la Samp sarebbe potuta arrivare quarta e per questo il quarto posto acquista maggior valore. Si era capito fin dall'inizo che sarebbe stata una stagione importante, partenza col botto e capolista solitaria alla 6^g., gioco spettacolare grazie al solido 4-4-2 del neriano, la Genova blucerchiatta sogna con Cassano e Pazzini che ricordano i gemelli del goal Mancini e Vialli. C'è stato un periodo di flessione tra Dicembre e Gennaio che ha portato la squadra a calare nettamente in classifica. Poi c'è stata la ripresa e la scalata al 4°posto. Nel girone di ritorno solo 2 sconfitte e sterzata impressionante nel finale con 20 punti su 24 nelle ultime 8 giornate. Ha battuto l'Inter, la Roma, la Juve, il Milan e il Genoa nel derby di ritorno. Ha meritato la quarta piazza. A Marassi zero sconfitte.In Coppa Italia è uscita al quarto turno.
MIGLIOR GIOCATORE: PAZZINI
PARTITA DA RICORDARE: SAMPDORIA-INTER 1-0 (6^g.)

SIENA (4-): Solo 31 punti e conseguente caduta nel Baratro. Giampaolo dura solo 10 giornate (7 sconfitte e 0 vittorie), gli subentra Baroni per 3 gare e poi è la volta di Malesani e arrivano subito 2 vittorie, il bravo Alberto è riuscito a far lottare la squadra, a farle credere che il miracolo era possibile. La crescita si è vista ma non è bastato, troppo pesante la zavorra delle prime 13 giornate senza vittorie. Inoltre è stata la peggiore difesa con 67 reti al passivo. Da segnalare due ottime sfide perse a testa alta contro l'Inter e il pari di Torino, da 3-0 a 3-3! In Coppa Italia fuori al quarto turno contro il Novara.
MIGLIOR GIOCATORE: MACCARONE
PARTITA DA RICORDARE: BARI-SIENA 2-3 (14^g.)

UDINESE (4,5): Una grande delusione, ci saremmo aspettati molto di più dai friulani in relazione all'organico. Ben 9 sconfitte nel girone d'andata e zona retrocessione nei paragi. Alla 18^ è la volta di De Biasi che prende il posto di Marino, ma i risutati non sono esaltanti, poi dalla 26^ ecco il ritorno di Marino che riesce a dare quel qualcosa che era mancato nella parte iniziale. Arrivano i risultati e alla fine si può tirare un sospiro di sollievo per un'amara salvezza. Da segnalare le vittorie contro Milan e Juve. Di Natale super con 29 reti è il capoccannoniere della serie A, l'unica soddisfazione dell'annata e se volete metteteci pure la finale di Coppa Italia sfiorata ma mancata a causa della Roma.
MIGLIOR GIOCATORE: DI NATALE
PARTITA DA RICORDARE: UDINESE-JUVENTUS 3-0 (32^g.)

Scusate se sono stato troppo lungo!

0 commenti:

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

TICB TV