martedì 21 dicembre 2010

Grazie, Vecio

No, in una giornata come questa non si può parlare normalmente del weekend del campionato appena passato. Uno sguardo all'indietro a chi è stato nostro papà, non è necessario, è d'obbligo. Enzo Bearzot ha conosciuto nella notte passata, il suo triplice fischio a 83 anni. Lui che ci ha regalato la cosa, senza forse, più bella della storia del calcio italiano, quel Mundial e quella Nazionale, anche se sarebbe tanto, troppo riduttivo associare la figura del Vecio solamente a quel mese, perchè tanto altro ci ha regalato. Oggi torniamo indietro, lo dobbiamo fare, come minimo. Abbiamo una forte voglia, senza mai stancarci e nausearci, di rivivere il 1982. Di ripercorrere la Nazionale cantata a memoria, di ripercorrere il grido di Marco Tardelli, di ripercorrere la bellezza di un colpo di tacco di Gaetano Scirea in piena area di rigore in una finale Mondiale dopo un azione di rimessa che nemmeno ci si potrebbe sognare la notte. Non un Mondiale ma, il Mondiale. Quello a cui oltre, probabilmente, non si potrà mai andare. Quello che nessuno si sarebbe potuto immaginare, quello che fece godere tutti, ma proprio tutti, nell'anno in cui il Milan conobbe la sua seconda tremenda retrocessione in B (la prima gratis, citando Peppino Prisco) assieme alla prima del Bologna, nell'anno in cui moriva tragicamente il ferrarista Gilles Villeneuve l'8 maggio del 1982 a Zolder, nell'anno del testa a testa tra la Juventus di Trapattoni e la Fiorentina di De Sisti che vide i bianconeri cucirsi la seconda stella sul petto. La Juventus di quel Paolo Rossi che aspettò quel Brasile lì per uscire fuori. Dopo il calcioscommesse. Tutti, proprio tutti, ebbero da godere per sempre. Chi non amava il calcio trovò un motivo per amarlo. Grazie, cittì Enzo Bearzot. Non la dimenticheremo proprio mai.
Oggi vogliamo ricordare quelle partite del 1982 entrate nella Leggenda, assieme alla voce di Enrico Ameri. Ameri, Bearzot: due icone di un calcio educato, semplice, pacato e reale. Parlato e giocato. A sentirne oggi, il 3-2 sul Brasile parrebbe una bazzecola.

Italia-Argentina 2-1, 29 Giugno 1982. I gol di Marco Tardelli e Antonio Cabrini




Italia-Brasile 3-2, 5 luglio 1982. Paolo Rossi, Paolo Rossi, Paolo Rossi.




Italia-Polonia 2-0, 8 luglio 1982. Paolo Rossi, Paolo Rossi




Italia-Germania Ovest 3-1, 11 luglio 1982. Paolo Rossi, Marco Tardelli, Alessandro Altobelli. Madrid, stadio Santiago Bernabeu


1 commenti:

Anonimo ha detto...

Bellissimo post.... commuovente.
Mario Aiello

TICB TV

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Palinsesto #Radio1Sport