#EuroAtletica2024 #Roma2024

#TICBemozioni

Il Palinsesto sportivo di Radio1Rai

MERCOLEDI 12 GIUGNO 2024
Radio1Rai
ore 8:20, 13:20, 19:20, 00:20 Gr1 Sport
ore 21:05 Zona cesarini
*Atletica Leggera - Campionati Europei ROMA 2024 (D.Fortuna-G.Prioreschi)
*Basket - Serie A2, Finale playoff  TRIESTE-CANTU' (S.Franco)
Radio1Sport
ore 11:05 Palla al centro
ore 13:30 Pop Sport
ore 14:05 Numeri primi (replica)
ore 14:30 Pop Sport
ore 17:05 Tempi supplementari
ore 19:30 Pop Sport
ore 21:05 Simulcast con Radio1Rai
martedì 22 marzo 2011

Il pagellone 35 MADUNINA CHE DERBY!!

Gentili lettori ben ritrovati, ritorna il pagellone la rubrica che da i voti al campionato giunto alla 30^ giornata che ha visto la sconfitta del Milan a Palermo e la conseguente vittoria dell'Inter che accorcia in classifica a soli due punti dai cugini nell'immediata vigilia del derby. Si riavvicina il Napoli a sole tre lunghezze dal diavolo. La lotta per il quarto posto vede l'Udinese sempre più protagonista con le romane all'inseguimento. Ritorna alla vittoria la Juve trascinata da Del Piero mentre in coda la situazione è sempre più ingarbugliata.
La giornata è stata caratterizzata da tanti goal bellissimi, senza dubbio un bel vedere.

Partiamo dalla corsa scudetto che da questa giornata vede nuovamente in lizza il Napoli, ma iniziamo dal MILAN (5) battuto meritatamente dal PALERMO (7,5) per 1-0 grazie alla rete di Goian, rossoneri in difficoltà nelle ultime tre partite ufficiali con una sola rete all'attivo, la squadra produce, è viva ma non riesce a concludere. Non stiamo parlando di un Milan in crisi con problemi strutturali, ma di fase di stanca per le punte con Pato e Cassano (4) praticamente nulli così come Robinho e con Ibra assente, che nelle precedenti gare aveva denotato gli stessi problemi dei compagni di reparto. Altro fattore negativo è sicuramente la testa, la paura di questo scudetto, la paura di stare in testa con un distacco che nelle ultime giornate si è ridotto con il fiato dell'Inter sul collo. Allegri dovrà lavorare molto dal punto di vista psicologico anche se per lui la testa della classifica è una novità ma con l'aiuto dei senatori si potrebbe ritrovare la giusta serenità in campo, sarebbe un peccato buttare tutto, proprio ora e proprio perché la squadra è viva e il momento no è causato da uno stato psicofisico carente ma di passaggio.
L'INTER (7) non si è lasciata sfuggire l'occasione e così dal potenziale -7 di venerdì scorso ecco che ora si trova a -2, ma quanta fatica contro un buonissimo LECCE (5,5), alla fine diamo mezzo punto in più ai nerazzurri per la lucidità e per la pesantezza dei tre punti nonostante la forte pressione. L'Inter ha faticato a sviluppare il proprio gioco ma sempre dando la sensazione di poter sbloccare in qualsiasi momento la situazione. Bene Chivu da centrale e da riproporre nel derby, ok anche Zanetti e Pazzini. Male Pandev e Sneijder.
E adesso il derby che in caso di 3 punti per il Milan metterà la parola fine al campionato (Napoli permettendo), la parità rimanderebbe ogni conclusione mentre la vittoria dell'Inter sconvolgerebbe la classifica, noi insistiamo nel ritenere i nerazzurri più forti dei cugini, ragion per cui non ci stupirebbe il ribaltone, mai ritenere l'Inter fuori dai giochi. Se le due squadre giocheranno per vincere potrebbe nascere una gara spettacolare, se giocheranno con paura potrebbe venire fuori un pareggio scialbo. Nel Milan fuori Ibra, nell' Inter fuori Lucio, ci auguriamo un derby elettrizzante ed emozionante fino al triplice fischio.
Chi potrebbe giovare del Classico è il NAPOLI (7-) che ha sconfitto il CAGLIARI (5-) nel posticipo. Gli azzurri hanno approfittato degli ultimi risultati “milanesi” per risalire la china ed eccoli lì a meno 3 dalla vetta con la possibilità di agganciare il Milan in caso di vittoria dell'Inter, onestamente crediamo a una sfida tutta interna a Milano per il tricolore ma onore e merito a questa squadra che ha un organico inferiore alle due. Il Napoli ha faticato contro i sardi, la stanchezza inizia a farsi sentire ma gli azzurri sono riusciti a capire come si vince anche nelle condizioni di difficoltà, la Champions per il prossimo anno è sicura.

Occhio all' UDINESE (7) che non perde un colpo e vede il Milan a soli 6 punti ma più che altro rafforza il quarto posto che merita ampiamente, un po' di fatica contro il CATANIA (5) ma alla fine hanno deciso sempre i soliti, certe azioni ricordano il Barcellona, un gioco e una capacità di trovarsi a memoria impressionanti.
La LAZIO (7) riscatta il derby e batte il CESENA (5+) grazie alla rete di Zarate (7), non era semplice rialzarsi dopo la batosta di domenica scorsa, anche il clima sfavorevole non ha agevolato il compito dei laziali, i fischi ci sono apparsi ingenerosi per una squadra quinta in classifica ben oltre le aspettative.
La ROMA (6) vede allontanarsi la prospettiva Champions dopo il pareggio contro una buonissima FIORENTINA (6+), ai giallorossi rimane un grandissimo Francesco Totti (8) che con la doppietta ha raggiunto la quota di 201 reti in A a -4 dal mito Baggio. In 8 giorni tante risposte ai chi lo ritiene un problema, secondo noi il problema si presenterà quando appenderà le scarpette al chiodo, speriamo per lui il più lontano possibile. Sulla squadra, male la difesa con un portiere inguardabile, Montella avrebbe dovuto giocarsi la carta Borriello nel finale e rischiare. Menez impresentabile.

Torna a vincere la JUVENTUS (6,5) contro il BRESCIA (5+), 2-1 e grande Del Piero (7,5), una prestazione e rete magistrale che confermano l'importanza di Alex che con quella giocata e la sua esultanza ha commosso chi scrive, è bello vedere i grandi campioni trascinare le proprie squadre mentre è tristissimo vedere allenatori come Delneri che spesso lo ha lasciato ai margini preferendo altri giocatori.

In coda sappiamo tutti del BARI (5), anche il Brescia rischia moltissimo mentre è bagarre tra Lecce, Cesena e la povera SAMPDORIA (4) alla quarta sconfitta consecutiva, una squadra ridotta malissimo dal suo Presidente Garrone, chi è causa del suo male pianga se stesso! Il PARMA (7) ha colto tre punti pesantissimi che le consentono di portarsi a quota 32 insieme al Catania. Il CHIEVO (7) potrebbe aver messo un mattone pesantissimo sulla salvezza. Sarà dura fino all'ultima giornata.

SPECIAL ONE: TOTTI
SPECIAL FLOP: MATUZALEM
MIGLIOR SQUADRA: PALERMO
PEGGIOR SQUADRA: SAMPDORIA
SPECIAL GOAL: DEL PIERO

0 commenti:

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

TICB TV