#Euro2024

Il Palinsesto sportivo di Radio1Rai

DOMENICA 23 GIUGNO 2024
Radio1Rai
ore 08:25, 13:20, 19:20, 00:20 Gr1 Sport
ore 14:00-19:00 Domenica Sport
*ore 15:00 F1 - GP Spagna - Gara
ore 19:15-23:30 Tutto l'Europeo minuto per minuto
*ore 21:00 SVIZZERA-GERMANIA e SCOZIA-UNGHERIA

Radio1Sport
In simulcast solo le trasmissioni sportive di Radio 1 Rai.
ore 00:00-24:00 Pop Sport

LUNEDI' 24 GIUGNO 2024
Radio1Rai
ore 08:25, 13:20, 19:20, 00:20 Gr1 Sport
ore 07:30 Radio anch'io sport
ore 20:00-23:30 Tutto l'Europeo minuto per minuto
*ore 21:00 CROAZIA-ITALIA e ALBANIA-SPAGNA

Radio1Sport
In simulcast solo le trasmissioni sportive di Radio 1 Rai.
ore 00:00-24:00 Pop Sport

#TICBemozioni

venerdì 23 settembre 2011

Il pagellone: Ciao Gasp..avanti un altro!

Gentili lettori ben ritrovati, ritorna il pagellone la rubrica che da i voti al campionato giunto alla terza giornata caratterizzata dagli stop delle grandi e dalla caduta fatale a Gasperini.


Partiamo subito dall' INTER (3) sconfitta da un grandissimo NOVARA (10) che non dimenticherà mai l'esordio al Piola 50 anni dopo l'ultima apparizione nella massima serie, la sensazione è che questa squadra sia tutt'altro che materasso soprattutto in casa.
Tralasciamo la prova sconcertante dei nerazzurri e salutiamo Gasperini (3) che lascia dopo 5 partite con 4 sconfitte e un pareggio. Un bilancio orribile frutto di numerose colpe da dividere tra tutte le componenti nerazzurre. Del tecnico le responsabilità maggiori, moduli diversi ogni 3 giorni, schemi difensivi imbarazzanti, squadra smarrita a causa delle continue soluzioni tattiche, giocatori posizionati male come Sneijder e Zanetti o lasciati in panchina come Pazzini mentre hanno avuto spazio i vari Obi e Castaignos.
Colpe societarie, Gasperini non è stata la prima scelta, la sua chiamata è arrivata tardi dopo le dimissioni di Leo e i tentativi di portare altri allenatori. L'ex Genoa non è stato sostenuto nel suo progetto, è stato criticato senza pietà dopo la prima sconfitta, non gli è stato acquistato Palacio a lungo richiesto.
La colpa è anche dei giocatori, difesa a 3 o a 4, schemi o non schemi come si possono commettere certi errori e ci riferiamo a Ranocchia (3), a Chivu (4) a Lucio (4,5), ma anche avanti con una sterilità sotto porta a livello generale.
Ora Ranieri, scelta giustissima vista la diversa impostazione tattica rispetto al collega, impostazione più adatta alla squadra nerazzurra. Sarà il caso di riportare la difesa a 4, il centrocampo a 3 con Sneijder nel suo ruolo migliore dietro le due punte con Pazzini in campo. Ma sarà fondamentale trasmettere la giusta carica a una squadra stanca, logora, vedova di Mourinho che da quando è andato via ha visto sfilare 4 allenatori. La società ha sbagliato nel non rifondare la squadra, troppa fiducia nei confronti del passato senza futuro. Se Ranieri avrà le idee chiare come al primo anno romano e non confuso come nel secondo, le cose non potranno che andare bene ma non benissimo visti i problemi cronici.

Primo mini stop per la JUVENTUS (6) bloccata sul pari dal BOLOGNA (6+), ovviamente non manca la delusione per il risultato ma allo stesso tempo abbiamo apprezzato il carattere, la voglia della squadra nonostante l'inferiorità numerica causata dall'espulsione di Vucinic (5,5) croce e delizia da sempre. Ancora una volta Andrea Pirlo (7) illuminante.
Stop anche per il MILAN (5,5) falcidiato dagli infortuni che, uniti alla serie di gare difficili, hanno limitato la formazione rossonera che si ritrova con soli due punti in classifica, la condizione è ancora scadente, forse si è lavorato troppo per Pechino con qualche ricaduta in queste settimane e inoltre i reduci dalla Coppa America hanno avuto poco tempo per riposare. Quantomeno è tornato Pippo Inzaghi, una garanzia.
Prima sconfitta per il NAPOLI (4,5) sconfitto da un gran bel CHIEVO (8) per 1-0. Il tecnico Mazzarri (4,5) è il maggior responsabile di questa sconfitta, perché lasciare in panchina dall'inizio Inler,Cannavaro, Hamsick e soprattutto Cavani, senza contare l'assenza di Lavezzi? Il toscano ha giocato troppo con il fuoco sottovalutando il Chievo, inoltre troppe feste dopo la vittoria contro il Milan manco fosse scudetto sicuro. Calma e umiltà per fare il salto di qualità. L'errore di Fideleff (4) non merita commenti.
Male anche la ROMA (4,5) che non è andata oltre l'1-1 contro un bel SIENA (7,5). I dubbi sulla fattibilità del progetto spagnolo aumentano, non è possibile sfondare un muro di 10 giocatori se si gioca in maniera lentissima, le statistiche del possesso palla non costituiscono punti, un possesso inutile e noioso, assenza di verticalizzazioni e palla sempre orizzontale con il rischio di concedere il contropiede. Questa squadra ha bisogno di Totti centravanti e dei suoi gol, per cui l'ideale sarebbe un 4-2-3-1 con Bojan-Pjanic-Borini dietro il n°10 con Cassetti terzino perché il povero Perrotta non si può vedere in quel ruolo. Luis Enrique (5) ha voluto la bicicletta e ora pedali perché la salita è durissima.

Chiudiamo elogiando la solita UDINESE (6,5) e le sorprese di inizio stagione come GENOA (8) e ATALANTA (9) con gli orobici capaci di annullare la penalizzazione di 6 punti che pesava come un'altra condanna dopo quella della giustizia, i bergamaschi sarebbero primi senza penalità. Complimenti anche a Lazio e Fiorentina capaci di rialzarsi tra mille polemiche.

MIGLIOR SQUADRA: NOVARA
PEGGIOR SQUADRA: INTER
SPECIAL ONE: RIGONI
SPECIAL FLOP: GASPERINI (terza volta di fila, l'ultima!)
SPECIAL GOAL: DENIS

Davide Serusi

0 commenti:

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

TICB TV