Il Palinsesto sportivo di Radio1Rai e Radio1Sport

MERCOLEDI 6 LUGLIO 2022
Radio1Rai
ore 08:20,  13:20, 19:20, 00:20 Gr1 Sport
ore 15:05, 15:35, 17:05 SULLE STRADE DEL TOUR, 5a tappa (C.Piccinelli)
ore 20:30 Torcida

La programmazione di Radio1Sport è sospesa fino a Settembre
venerdì 23 novembre 2012

Dietro al microfono: intervista a Paolo Mastino

di Raibobo
Torna dopo una lunghissima pausa "Dietro al microfono", rubrica (che vorremo far diventare settimanale) che raccoglie le interviste alle voci di "Tutto il calcio" o a coloro che girano attorno al mondo al centro del quotidiano lavoro di questo sito.

L'intervista di questa settimana è dedicata a Paolo Mastino, giornalista della sede Rai di Cagliari che sabato 10 Novembre al fianco di Giovanni Scaramuzzino, ha raccontanto, esordendo nella squadra di "Tutto il calcio", l'anticipo delle 18.00 Cagliari-Catania.

Se ti chiediamo di descriverci le emozioni dell' esordio in Tutto il calcio...
L'esordio è stata un'esperienza bellissima! Ero teso e questo mi ha consentito di prestare grande attenzione a cosa stava accadendo in campo e al contenuto dei miei interventi. Anche se qualche sciocchezza m'è scappata comunque! Se non le devi raccontare non ti rendi conto della rapidità degli avvenimenti in una partita di calcio. Avevo studiato per giorni i giocatori, l'andamento delle due squadre, le caratteristiche dei tecnici. E poi è stato davvero divertente!

Quando e come sei stato informato del tuo esordio?
Sono stato informato alcuni giorni prima. A farlo è stato Andrea Coco! L'avevo già seguito da vicino durante le sue radiocronache, cercando di cogliere "i suoi segreti", il modo di prepararsi alla partita. Mi ha dato tanti consigli. Mi ha detto cosa fare e cosa evitare. E soprattutto mi ha dato coraggio e mi ha detto di stare tranquillo!

Cosa significa una spalla cone Giovanni Scaramuzzino?
Non smetterò mai di ringraziare Giovanni Scaramuzzino. Perchè mi ha messo a mio agio sin da subito. Abbiamo riso e scherzato insieme prima della gara e questo ci ha consentito di conoscerci un po'. Poi mi ha detto: "Guarda che ora devi lavorare eh!". Sapeva di avere al suo fianco un esordiente assoluto e allora durante la radiocronaca mi ha guidato, mi ha indicato degli argomenti, dei temi da trattare nei miei interventi. Insomma, è stata un'esperienza bella e divertente anche grazie a lui.

Cosa significa per te Tutto il calcio? Lo ascoltavi? Ti piacerebbe entrare a far parte della squadra di Tutto il calcio?
Ho sempre ascoltato Tutto il calcio. Da quando ero bambino. Mio zio mi portava ad assistere alle partite della squadra della mia cittadina, il Bosa, e in tribuna, radioline alla mano, tutti ascoltavano i risultati delle partite attraverso quelle voci piacevoli da sentire, concitate, dal ritmo incalzante. Un racconto sempre chiaro e preciso. Per questo motivo, come molti amici, a volte preferisco il commento dei radiocronisti a quello dei telecronisti. Possiedono una capacità di descrivere cosa sta accadendo incredibile. E anche i commenti sono sempre ragionati, puntuali.
Far parte della squadra di Tutto il calcio è un sogno. Credo per tutti i cronisti appassionati di sport. A volte i sogni si realizzano. Chissà!

Immagino tu conosca Andrea Coco? Che ci dici di lui?
Conosco Andrea Coco da 4 anni. Sentivo la sua voce in radio o lo vedevo condurre il tg della Sardegna. Così la prima volta che l'ho incontrato di persona, durante il mio primo contratto in RAI, mi sono un po' emozionato!
Andrea ha grande esperienza. Grazie a questo lavoro fantastico ha girato il mondo. E continua a farlo.
Ascolto i suoi consigli. Lo ammiro per il suo essere estremamente pratico. Ascolto i suoi racconti. Sono spesso divertenti! E a volte sembra essere un mio coetaneo!

Quando pensi a Tutto il calcio i primi nomi che ti vengono in mente sono? Hai un "maestro" a cui ti ispiri?
I primi nomi a cui penso sono Cucchi, Repice. Due irraggiungibili. Sempre un piacere ascoltarli.
Ma anche Ciotti e Ameri non sono degli sconosciuti. Ho scoperto il loro mondo attraverso il libro "Clamoroso al Cibali" di Riccardo Cucchi.

Cosa ha significato per te Alfredo Provenzali, recentemente scomparso?
Alfredo Provenzali era la voce di Tutto il calcio. Lo ricordo così. Quella voce calda che dallo studio centrale faceva sì che il racconto della domenica calcistica fosse il più uniforme possibile.
Una persona indimenticabile. Per qualunque radioascoltatore.

Ci racconti qualcosa di te? La tua carriera in Rai?
Ho trent'anni. Mi sono laureato in Scienze della Comunicazione a Sassari. Poi un master in Giornalismo. Alcuni mesi dopo essere diventato professionista la Rai ha bandito un concorso per giovani giornalisti. Da inserire nelle sedi regionali per la nuova trasmissione Buongiorno Regione. E' stata dura, ma ce l'ho fatta. Sono ancora un precario, ma sono ottimista.

Un tuo commento sulla questione IS Arena che ha inciso sull'inizio di campionato del Cagliari?
La questione Is Arenas ha inciso sicuramente sull'andamento della squadra. Così come nella scorsa stagione le partite giocate al Nereo Rocco di Trieste, lontano dalla Sardegna e dai tifosi rossoblù.
Una telenovela lunga e complessa, con continui colpi di scena. E non è sempre facile capire chi e come ha sbagliato. Ma per fortuna siamo quasi ai titoli di coda. Per la gara tra Cagliari e Napoli, in programma lunedì 26, lo stadio potrebbe essere aperto al pubblico in tutti i settori.

Noi ringraziamo Paolo Mastino per l'intevista e ci rivediamo fra 7 giorni.

0 commenti:

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

TICB TV

Palinsesto #Radio1Sport

TICB TV LIVE