giovedì 9 luglio 2009
00:15

La Tv per sport

Oggi faccio uno spottino.
Tra i lettori di questo blog c'è Pino Frisoli.
Pochi tra i presenti lo conoscono, ma oggi voglio parlare di lui per via del suol libro, "La Tv per sport" che mi sto apprestando ad acquistare.
Ora mi direte: ti stai rimangiando la parola data? No, perchè primo in questo libro c'è un capitolo tutto speciale su Tutto il calcio, poi perchè rivede in una chiave diversa la storia dello sport in tv, specialmente nei periodi in cui parole come calcio-spezzatino e diritti tv non avevano significato.
Per ora ve lo consiglio, come lettura sotto l'ombrellone. Più avanti ve lo recensirò.

La Tv per sport (144 pagine, 10 euro) è un testo di Pino Frisoli che si rivolge ai tanti appassionati di sport e Tv che ha trovato anche il gradimento dei lettori. Il libro, una storia dello sport in Tv dalle origini fino a oggi, ricco di episodi storici, aneddoti e divertenti curiosità, è un grande successo di critica ed è stato presentato da Massimo De Luca alla "Domenica sportiva" dove l'autore è stato invitato per parlarne, alla Libreria dello sport di Milano, con Aldo Grasso e Giancarlo Padovan e alla Libreria Rinascita di Roma in via delle Botteghe Oscure, alla presenza di Gianfranco De Laurentiis e Giorgio Martino.

Gli argomenti trattati nel libro sono di particolare attualità visto che con il caso dei diritti Tv sono state in gioco trasmissioni storiche come la "Domenica sportiva", "90° minuto" e "Tutto il calcio minuto per minuto" delle quali l'autore si è occupato.
Lo stesso Aldo Grasso si è occupato del libro sul "Corriere della sera".

"La Tv per sport", è un libro interamente dedicato allo sport nella televisione italiana che rivisita il rapporto tra la Tv e le attività sportive dai tempi del bianco e nero a quelli del satellite e del digitale. Si parla di alcuni eventi e trasmissioni sportive che hanno fatto la storia della televisione in Italia come non era mai stato fatto in passato, nonostante lo sport abbia contribuito in modo determinante al suo sviluppo, dalla sua nascita passando per il lancio del colore fino al digitale terrestre. Tra gli argomenti trattati, la prima partita trasmessa in Tv in Italia, Juventus-Milan il 5 febbraio 1950; il primo Gran Premio di Formula Uno trasmesso, a Monza il 13 settembre 1953; il primoanticipo calcistico televisivo, nel 1955; il primo "Tutto il calcio minuto per minuto" trasmesso in Tv, nel febbraio 1976 in occasione del Torneo di Viareggio; la nascita di trasmissioni storiche come la "Domenica sportiva", "90° minuto", "Eurogol", "Il processo del lunedì", "Mai dire gol"; i programmi sportivi della Svizzera e di Capodistria; i primi eventi sportivi trasmessi da Canale 5 come il Mundialito in Uruguay per nazionali e quello per club organizzato pochi mesi dopo a Milano; la nascita della Tv a pagamento e della pay-per-view e tanti altri episodi poco conosciuti, curiosi e spesso divertenti, che hanno fatto la storia della Tv in Italia. Una vera e propria miniera di informazioni, raccontata con grande precisione. Una lettura piacevole ed efficace, utile sia per gli addetti ai lavori, sia per quelli che vogliono ricordare o conoscere quello che è anche un pezzo di storia della società e del costume di questo Paese.
Di seguito alcuni giudizi sul libro:

Presentato da Massimo De Luca alla "Domenica sportiva".
Aldo Grasso sul "Corriere della sera": "Una bella storia dello sport in Tv".
Carlo Nesti, telecronista Rai: "Frisoli da non perdere".
Giorgio Porrà, giornalista Sky: "La Tv per sport, un istruttivo viaggio da Carosio alla rivoluzione satellitare".
Alessandra Comazzi su "La Stampa": "Racconta quello che promette il titolo. Buono anche per i profani".
Gazzetta dello sport: "Sport in Tv: 50 anni di cifre e curiosità".
Gazzetta.it: "Il lavoro di Pino Frisoli ci aiuta a colmare un vuoto: ci racconta come, con un processo lento e inesorabile, siamo arrivati alla società multimediale di oggi".
Corriere dello sport: "Date, eventi, curiosità, personaggi, riproposti con competenza e passione".
Tuttosport: "Un libro della memoria, l'occasione per i giovani per capire da dove veniamo. E contemporaneamente può essere bene utilizzato per un trivial pursuit con gli amici".
Guerin Sportivo: "Documentato".
Il Corriere del Ticino: "Qualcuno doveva pensarci, perché sull'area italofona questo genere di ricerca non era mai stata fatta: l'autore si chiama Pino Frisoli".
Sportweek: "La Tv per sport rivela che il primo insulto "sportivo" non proveniva dal calcio ma da una diretta con Sorrento. Era il '74, Enzo Maiorca tentava il mondiale di apnea".
Tv Sorrisi e canzoni
: "Tra ricostruzioni storiche, aneddoti e curiosità, una cavalcata in 50 anni (e oltre) di emozioni sportive vissute davanti al piccolo schermo".

Del libro ne hanno parlato anche il Tg2 nella rubrica "Achab libri", il Tg4 e Studio Aperto, Tg di Italia1, nelle loro rubriche sulla lettura, Ivan Zazzaroni su Radio Deejay in "Deejay Football club", Radio Capital in "Capital sport", la Televisione Svizzera Italiana in un collegamento in diretta durante lo scorso Tour de France, la Rete Uno della Radio Svizzera Italiana in "Parole di sport", Radio Marte radio ufficiale del Napoli Calcio, la Gazzetta del Mezzogiorno, Il Tempo e tanti altri tra radio, siti Internet e giornali.

Il libro può essere chiesto direttamente all'autore all'indirizzo pinofrisoli@yahoo.it, anche attraverso il blog http://pinofrisoli.blogspot.com .

2 commenti:

Anonimo ha detto...

è davvero un gran bel libro! e utilissimo per ripercorrere la storia dello sport in tv. grazie pino!

Pino Frisoli ha detto...

Grazie a te per queste parole! Invito tutti i lettori di questo interessante blog a fare come te e dunque a comprare e leggere il libro. Di copie non ne sono rimaste molte e dunque quanti fossero interessati mi possono scrivere all'indirizzo pinofrisoli@yahoo.it per sapere dove possono acquistarlo. Aspetto anche i vostri pareri che potete inviare allo stesso indirizzo e al blog http://pinofrisoli.blogspot.com/ sullo sport in Tv e la sua storia.
Ciao

TICB TV

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.