#Euro2024

Il Palinsesto sportivo di Radio1Rai

DOMENICA 14 LUGLIO 2024
Radio1Rai
ore 08:25, 13:20, 19:20, 00:20 Gr1 Sport
ore 14:00-19:00 Domenica Sport
* ore 17:00-17:45 Sulle Strade del Tour
ore 19:30-00:00 Tutto l'Europeo minuto per minuto
* EURO 2024 Finale SPAGNA-INGHILTERRA (Francesco Repice e Daniele Fortuna)

LUNEDI' 15  LUGLIO 2024
Radio1Rai
ore 08:25, 13:20, 19:20, 00:20 Gr1 Sport
ore 07:30-09:00 Radio anch'io sport

MARTEDI' 16 - VENEDI' 20 LUGLIO 2024
Radio1Rai
ore 08:25, 13:20, 19:20, 00:20 Gr1 Sport
ore 17:00-17:45 Sulle Strade del Tour (aggiornamenti durante il palinsesto di Radio 1 Rai dalle 14 alle 17)

Radio1Sport
In simulcast solo le trasmissioni sportive di Radio 1 Rai.
ore 00:00-24:00 Pop Sport



#TICBemozioni

sabato 26 settembre 2009

Aspettando Sud Africa 2010

Cari lettori, inizia oggi una nuova fase della rubrica "Aspettando Sud Africa 2010". Da questo numero infatti cominceremo a ripercorrere la storia dei 18 mondiali di calcio finora disputati. Partiremo dalla prima fase finale, svoltasi in Urugguay nel 1930.
Come detto nelle puntate precedenti, nel 1928 il Congresso della FIFA istituì un nuovo torneo che avrebbe coinvolto le nazionali di tutto il mondo. Molti paesi si candidarono ad ospitare il torneo, tra cui l'Italia, ma la scelta cadde sull' Uruguay, che avrebbe festeggiato il centenario del Giuramento della Costituzione. Il paese sudamericano era nettamente favorito per l'appoggio ricevuto anche da Jules Rimet e tutte le altre nazioni che avevano presentato la propria candidatura rinunciarono. Alla fine venne scelto l'Uruguay o meglio la città di Montevideo che ospitò la manifestazione nei tre stadi cittadini: Pocitos, Parque Central e Centenario.
Dopo pochi giorni però sorsero i primi problemi in quanto molte squadre europee (Italia, Austria, Germania, Svizzera, Cecoslovacchia) declinarono l'invito a partecipare a causa delle pesanti spese di viaggio in nave. Scozia ed Inghilterra rifiutarono per una questione di principio, dato che il calcio era sorto nei loro paesi e non vedevano di buon occhio che la prima manifestazione di tale torneo si disputasse così lontano. Le due nazioni si ritennero Campioni del Mondo a prescindere e così fecero anche per le edizioni del 1934 e del 1938. Solamente grazie all'intervento della FIFA, che promise di pagare le spese di viaggio, alcune nazionali europee presero parte al torneo.
Le partite riservarono alcune sorprese, dovute anche all'inesperienza e alla cattiva organizzazione. In Argentina-Francia, ad esempio, l'arbitro fischio la fine dell'incontro con 6 minuti di anticipo e solo l'invasione di campo dei tifosi convinse l'arbitro a disputare gli ultimi minuti di gioco. In Argentina-Messico, invece, il dischetto del rigore venne piazzato a 14 metri dalla porta e non ai canonici 11 metri. Il torneo altresì venne giocato in un clima rigido, nel mese di Luglio, il più freddo in Uruguay. Alla fine fu proprio l'Uruguay a vincere la manifestazione battendo in finale l'Argentina, di fronte ad oltre 90.000 spettatori. L'arbitro dell'incontro fu il sig. Langenus che impose alla FIFA la stipulazione di un'assicurazione sulla sua vita a favore della sua famiglia.
Ecco le partecipanti al mondiale: Argentina, Belgio, Bolivia, Brasile, Cile, Francia, Jugoslavia, Messico, Paraguay, Perù, Romania, Stati Uniti, Uruguay.
Vediamo il torneo con tutti i risultati, nelle parentesi la data del match:
Gruppo A: Argentina, Cile, Francia, Messico.
risultati: Francia-Messico 4-1 (13/7/30), Argentina-Francia 1-0 (15/7/30), Cile-Messico 3-0 (16/7/30), Cile-Francia 1-0 (19/7/30), Argentina-Messico 6-3 (19/7/30), Argentina-Cile 3-2 (22/7/30)
classifica: Argentina* 6; Cile 4; Francia 2; Messico 0. (* qualificata alla fase successiva)
Gruppo B: Jugoslavia, Brasile e Bolivia
risultati: Jugoslavia-Brasile 2-1 (14/7/30), Jugoslavia-Bolivia 4-0 (17/7), Brasile-Bolivia 4-0 (20/7).
classifica: Jugoslavia* 4; Brasile 2; Bolivia 0. (*qualificata alla fase successiva)
Gruppo C: Uruguay, Romania e Perù
risultati: Romania-Perù 3-1 (14/7), Uruguay-Perù 1-0 (18/7), Uruguay-Romania 4-0 (21/7).
classifica: Uruguay* 4; Romania 2; Perù 0. (*qualificato alle semifinali)
Gruppo D: Stati Uniti, Paraguay, Belgio
risultati: Stati Uniti-Belgio 3-0 (13/7), Stati Uniti-Paraguay 3-0 (17/7), Paraguay-Belgio 1-0 (20/7).
classifica: Stati Uniti* 4; Paraguay 2; Belgio 0. (*qualificati alle semifinali)
Semifinali: Argentina-Stati Uniti 6-1 (26/7), Uruguay-Jugoslavia 6-1 (27/7)
Finale: Uruguay-Argentina 4-2 (30/7) Marcatori: 12° Dorado (U), 20° Peucelle (A), 37° Stabile (A), 57° Cea (U), 68° Iriarte (U), 89° Castro (U).
L'Uruguay Campione del Mondo: Ballestreros, Gestido, Fernandez, Iriarte, Andrade, Castro, Scarone, Dorado, Mascheroni, Gea, Nasazzi. A disposizione: Piriz, Calvo, Cappuccini, Tejera, Saldombine, Urdinaran, Melogno, Riolfo, Petrone, Anselmo, Recoba. Allenatore: Alberto Suppici.
Capocannoniere del torneo: Stabile (Argentina) con 8 reti.
Un'ultima curiosità sul mondiale: in occasione della finale vi fu una discussione fra i due capitani delle due nazionali sul pallone da utilizzare. All'epoca infatti era consuetudine usare un solo pallone per partita e questo apparteneva ad una delle due squadre. I due capitani non si accordarono su quale pallone usare ed alla fine fu l'arbitro a decidere. Il primo tempo venne giocato con il pallone degli argentini, mentre la ripresa venne giocata con il pallone dell'Uruguay caratterizzato da un cuoio più spesso e pesante. A fine gara gli argentini protestarono per il peso e la durezza del pallone.Cari amici, per questa settimana è tutto.
La rubrica "Aspettando Sud Africa 2010" Vi da appuntamento a sabato prossimo con la seconda edizione dei mondiali di calcio disputati in Italia nel 1934 e vinti dagli azzurri per la prima volta nella loro storia. Alla prossima e buon week-end a tutti.

0 commenti:

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

TICB TV