#Euro2024

Il Palinsesto sportivo di Radio1Rai

DOMENICA 14 LUGLIO 2024
Radio1Rai
ore 08:25, 13:20, 19:20, 00:20 Gr1 Sport
ore 14:00-19:00 Domenica Sport
* ore 17:00-17:45 Sulle Strade del Tour
ore 19:30-00:00 Tutto l'Europeo minuto per minuto
* EURO 2024 Finale SPAGNA-INGHILTERRA (Francesco Repice e Daniele Fortuna)

LUNEDI' 15  LUGLIO 2024
Radio1Rai
ore 08:25, 13:20, 19:20, 00:20 Gr1 Sport
ore 07:30-09:00 Radio anch'io sport

MARTEDI' 16 - VENEDI' 20 LUGLIO 2024
Radio1Rai
ore 08:25, 13:20, 19:20, 00:20 Gr1 Sport
ore 17:00-17:45 Sulle Strade del Tour (aggiornamenti durante il palinsesto di Radio 1 Rai dalle 14 alle 17)

Radio1Sport
In simulcast solo le trasmissioni sportive di Radio 1 Rai.
ore 00:00-24:00 Pop Sport



#TICBemozioni

lunedì 17 maggio 2010
09:47

Highlights 38^ giornata di Serie A

Cari lettori anche questa stagione va in archivio ed ancora una volta onore all'Inter che conquista il titolo di Campione d'Italia per la diciottesima volta nella sua storia e per la quinta volta consecutiva. I nerazzurri vincono infatti a Siena e vanificano il successo della Roma a Verona contro il Chievo. Al terzo posto troviamo il Milan che termina una stagione particolare fatta di alti e molti bassi e che porterà la società rossonera a cambiare molto il proprio staff. Al quarto posto invece troviamo la Sampdoria che alla fine la spunta sul Palermo, quinto in classifica. Alle loro spalle Napoli e Juventus che con sollievo chiude questo terribile campionato. Anche per i bianconeri da lunedì molte cose cambieranno in seno alla società. Continuando a scorrere la classifica invece: stagione sicuramente più che positiva per Parma e Bari, mentre delusione per la Fiorentina che non riesce a ripetere gli ottimi piazzamenti delle passate stagioni. Stesso discorso poi per la Lazio che a lungo a rischiato la retrocessione facendo penare non poco i propri tifosi. Chiudono la classifica Atalanta, Siena e Livorno che già conoscevano il proprio destino, ossia la retrocessione in Serie B, in anticipo rispetto all'ultimo turno. Termina dunque così il campionato di Serie A, nell'ultimo turno messe a segno 24 reti per un totale stagionale che si ferma a quota 993 realizzazioni. Vediamo adesso in dettaglio le partite…..

Atalanta-Palermo 1-2: il Palermo espugna Bergamo ma ciò non basta per accedere ai preliminari di Champion's League. La Sampdoria infatti vince a sua volta e vanifica l'ultimo sforzo dei siciliani. Al Atleti Azzurri partita piacevole, l'Atalanta gioca solo per l'onore. Al 12' palermitani in vantaggio con Cavani. L'Atalanta reagisce e attacca ma non crea grossi pericoli. Al 48' arriva il pareggio bergamasco con Ceravolo. Il Palermo si getta in avanti e crea diverse palle gol. Al 95' arriva la rete della vittoria rosanero, a siglarla è ancora una volta Cavani. L'Atalanta saluta il campionato di Serie A con la sesta sconfitta interna in stagione. Il Palermo invece termina una stagione comunque più che positiva, a Palermo di certo nessuno avrà rimpianti, i ragazzi di Delio Rossi hanno regalato un fantastico sogno ai propri tifosi. Per i rosa seconda vittoria esterna consecutiva.

Bari-Fiorentina 2-0: il Bari batte la Fiorentina e chiude il campionato al decimo posto centrando anche la seconda vittoria consecutiva in casa. Al San Nicola si festeggia l'ottima annata del Bari che non ha mai rischiato nulla in classifica. Per la Fiorentina termina una stagione deludente rispetto agli ultimi anni, i viola terminano all'undicesimo posto. Al 36' è Stellini a portare in vantaggio i pugliesi. La Fiorentina non è mai pericolosa e lascia spazio agli uomini di Ventura. Nella ripresa il Bari prova a chiudere la partita ma il gol arriva solo al 95' con Rivas. Per i toscani terzo ko di fila in trasferta.

Cagliari-Bologna 1-1: classica partita di fine stagione tra sardi e felsinei. La gara non offre particolari emozioni, le due squadre infatti non hanno da chiedere più nulla al campionato. Al 3' Adailton porta in vantaggio gli ospiti. La partita non decolla, il Cagliari infatti fatica a fare gioco. Nella ripresa il Bologna prova ad amministrare il vantaggio ma al 65' arriva il pareggio dei sardi ad opera di Ragatzu. Le due squadre infine stanche si accontentano del pari. Per il Cagliari quarto pareggio nelle ultime cinque partite. Per il Bologna terzo pari di fila.

Catania-Genoa 1-0: il Catania si congeda dal proprio pubblico con una vittoria dopo aver raggiunto una salvezza francamente impensabile dopo il girone di andata. La rete della vittoria porta il nome di Maxi Lopez che insacca alle spalle del portiere genovese al 73' minuto. Gli etnei tornano al successo dopo cinque turni, in questi solo quattro pareggi ed una sconfitta. Il Genoa invece è alla seconda sconfitta esterna consecutiva e termina il campionato al nono posto in graduatoria. C'è poco da raccontare la partita decolla con difficoltà, alla fine però è il Catania a sfruttare meglio le occasioni e a vincere con merito.

Chievo Vr-Roma 0-2: la Roma ci ha provato e per una buona mezz'ora è stata vicina al successo finale, poi la rete di Milito a Siena ha annullato tutto. Gli uomini di Ranieri giocano una buona partita ma rischiano anche di subire il gol. Al 39' però Vucinic porta in vantaggio i giallorossi. Al 46' poi arriva il raddoppio siglato da De Rossi. La ripresa è controllata dalla Roma che, spinta dai propri tifosi che non smettono mai di cantare anche quando da Siena arriva la notizia del gol interista, porta a casa la quinta vittoria consecutiva in trasferta. Difficile rammaricarsi per la Roma per questo secondo posto, vista com'era iniziata la stagione e vista l'incredibile rimonta effettuata. La differenza sicuramente però l'ha fatta la sconfitta interna contro la Sampdoria. Per il Chievo invece terzo ko di fila. 

Lazio-Udinese 3-1: all'Olimpico nonostante la salvezza raggiunta continua la contestazione dei tifosi laziali. La Lazio chiude una stagione deludente che ha visto i biancocelesti rischiare anche la retrocessione. La partita vede subito i laziali in attacco. Al 15' arriva la rete del vantaggio siglata da Hitzlsperger. L'Udinese però non ci sta e al 30' perviene al pareggio con Di Natale. Nel finale di tempo, al 45' minuto, Floccari riporta avanti i laziali. Nella ripresa al 52' il gol di Brocchi fissa il punteggio sul 3-1 e chiude la partita. L'Udinese oltretutto in dieci uomini, espulso al 36' Isla, non è più pericolosa. Per gli uomini di Reja seconda vittoria consecutiva. L'Udinese invece chiude la stagione con la dodicesima sconfitta esterna della stagione.

Milan-Juventus 3-0: al Meazza va in scena una partita tra due squadre ormai rassegnate e con la testa rivolta alla prossima stagione. Il Milan vince e saluta nel migliore dei modi Leonardo, che difficilmente resterà alla guida dei rossoneri. Per la Juventus invece ultimo capitolo di una stagione che partita bene si è rivelata terribile. Per ambo le squadre molte cose cambieranno in futuro. La partita però è piacevole almeno nella prima frazione, la Juventus parte bene ma al 14' è il Milan a passare in vantaggio con Antonini. Al 28' arriva il raddoppio siglato da Ronaldinho. La Juventus è al tappeto. Nella ripresa i bianconeri accennano la reazione ma senza essere mai pericolosi. Al 67' terza rete rossonera con ancora Ronaldinho in gol, bellissimo il suo colpo da biliardo con la palla che si insacca alle spalle di Manninger. Il Milan chiude al terzo posto, la Juventus invece termina al settimo posto e a fine Luglio dovrà disputare i preliminari per l'accesso alla prossima Europa League.

Parma-Livorno 4-1: il Parma vince e chiude all'ottavo posto in classifica il campionato. Al Tardini i parmensi regalano una bella vittoria ai propri tifosi contro un Livorno che, già retrocesso,  cerca di onorare al meglio l'ultimo impegno della stagione. E' il Parma però a condurre la gara ma la rete arriva solo al 45' con Lanzafame. Appena un minuto e arriva il raddoppio, ancora con Lanzafame. Tre minuti più tardi Morrone scrive il proprio nome tra i marcatori. Il Livorno reagisce con orgoglio e al 67' segna con Danilevicius. Nel finale poi, al 90' arriva la rete di Crespo. Il Parma dopo due ko di fila interni torna al successo. Il Livorno invece pensa già alla prossima stagione, forse con un nuovo proprietario.

Sampdoria-Napoli 1-0: alla Sampdoria basta la rete di Pazzini per tornare a giocare una partita di Champion's League, anche se dovrà cominciare dai preliminari. I blucerchiati però faticano molto prima di trovare la rete che gli permette di rimanere al quarto posto. Il Napoli infatti non vuole fare una semplice comparsa e in diverse occasioni va vicino al gol. Nella ripresa però i doriani partono forte e al 51' passano in vantaggio con Pazzini. La partita praticamente termina qui. I partenopei provano a reagire ma senza essere mai veramente pericolosi. Per i genovesi quarto successo interno consecutivo e stagione da incorniciare. Per Del Neri adesso forse si aprirà un nuovo capitolo, non molto lontano da Genova. Il Napoli invece termina al sesto posto e torna in Europa.
  
Siena-Inter 0-1: "Milito!....Milito!....Milito!......reteeeeee!!!!!". L'Inter è Campione d'Italia per la diciottesima volta nella sua storia. Al Franchi di Siena gli uomini di Mourinho, non senza soffrire, il Siena infatti non regala nulla, vincono e adesso possono concentrarsi sulla finale di Champion's contro il Bayern Monaco. La partita per i nerazzurri è tutt'altro che facile i toscani infatti non concedono molti spazi e si oppongono con molto ordine. Diverse le occasioni avute dai nerazzurri ma mai ben sfruttate. Sugli spalti inoltre al gol della Roma viene accolto con una grande esultanza dalla parte senese. Nella ripresa però al 57' arriva la rete del bomber Milito che consegna il tricolore all'Inter per la quinta volta consecutiva, eguagliato così il record del Torino e della Juventus. Il Siena prova a reagire ma senza creare pericoli. Al triplice fischio è festa per il popolo nerazzurro che assiste in lacrime, di gioia, alla premiazione dei propri giocatori. Complimenti ai nerazzurri che ancora una volta hanno dimostrato tutta la loro forza anche nei momenti più difficili della stagione che nessuno a metà campionato avrebbe mai immaginato vista la classifica ed il vantaggio sugli avversari.

Classifica dopo la 38^ giornata: Inter 82; Roma 80; Milan 70; Sampdoria 67; Palermo 65; Napoli 59; Juventus 55; Parma 52; Genoa 51; Bari 50; Fiorentina 47; Lazio 46; Catania 45; Cagliari, Udinese e Chievo Vr 44; Bologna 42; Atalanta 35; Siena 31; Livorno 29. (Inter Campione d'Italia 2009/10; Roma e Milan qualificate alla prossima Champion's League; Sampdoria qualificata ai preliminari di Champion's League; Napoli e Palermo qualificate in Europa League; Juventus qualificata ai preliminari di Europa League; Atalanta, Siena e Livorno retrocesse in Serie B)

Cari lettori, con questo appuntamento si chiude la rubrica "Highlights Serie A" che tornerà puntualmente la prossima stagione per vivere insieme a Voi le emozioni del massimo campionato di calcio italiano. Il prossimo campionato scatterà il 28-29 Agosto 2010. A tutti Voi che ci avete sempre seguito con affetto, un grazie di vero cuore da Lele Pinto e da tutta la redazione di Tutto il Calcio Blog.

0 commenti:

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

TICB TV