venerdì 31 dicembre 2010

L'angolo della D: riepilogo girone d' andata

Alla fine del girone di andata e dopo i numerosi recuperi dell’ultima giornata, caratterizzata dal maltempo, si rende necessario un breve riepilogo della situazione. Restano solo 3 le gare da recuperare e precisamente Castelnuovo-Trento del girone B, Montevarchi-Sestese del girone E, e Bikkemberg Fossombrone-Forlì del girone F. Sono 3796 i gol segnati con la punta massima nel girone A con 535 gol.
Vediamo il dettaglio.

GIRONE A: nel primo girone domina l’incertezza sia in testa che in coda. Nella parte alta della classifica troviamo in lotta cinque squadre; conduce al momento il Borgosesia, che lo scorso anno si salvò dalla retrocessione ai play off, seguito a due punti dal Valle D’Aosta e Asti, da Aquanera e Santhià, quest’ultima a 4 punti dalla vetta. In coda sembra ormai fuori dai giuochi il Settimo, mentre lottano per evitare il penultimo posto Albese e Borgorosso che vedono aumentare di giornata in giornata il distacco dal Vigevano. Sono 535 i gol segnati.

GIRONE B: il Mantova sta facendo corsa a se con una marcia regolare ed approfittando anche della poca convinzione delle inseguitrici Colognese e Ponte San Pietro. Molta incertezza anche per la qualificazione ai play off con altre 5 squadre pronte ad inserirsi. Al momento le più accreditate sembrano Voghera e Legnago, ma anche l’Alzano Cene ha avuto una buona serie positiva. Lotta serrata anche in coda con la delusione Trento che dopo un inizio al fulmicotone con 10 punti nelle prime quattro gare, nel prosieguo ha conquistato un solo punto, anche se deve ancora recuperare una gara che gli permetterebbe di agganciare Caratese e Solbiatese. 414 i gol segnati nel girone, con una gara da recuperare.

GIRONE C: continua l’alternanza in testa alla classifica fra Treviso, Venezia e Rovigo, anche se quest’ultima ha mostrato qualche cedimento nel finale del girone d’andata. Il Treviso sembra più regolare del Venezia anche se quest’ultima ha il record di vittorie e di gol segnati, mentre il Treviso ha la migliore difesa. L’andamento del girone sembra comunque rispecchiare i pronostici della vigilia. In coda grande ammucchiata dal Kras Repen con 18 punti al Belluno ultimo con 12 punti vi sono altre cinque squadre a stretto contatto. 449 le reti segnate nel girone.

GIRONE D: allunga decisamente il Borgo a Buggiano. La squadra pistoiese ha sette punti di vantaggio sulla seconda, il Camaiore, ed otto sulla terza il Pontedera, ma soprattutto uno score di tutto rispetto con 12 vittorie, 4 pareggi ed una sola sconfitta, una difesa ermetica con solo 9 gol subiti. Lotta apertissima per i play off perché le squadre dal 4° al 12° posto possono tutte inserirsi. In coda non sembrano avere la forza e soprattutto la convinzione Nuova Verolese, ultima con 6 punti, ed il Castel San Pietro (10 punti) che stenta tantissimo, ed anche la lotta per i ply out sembra non offrire più spunti di interesse con Rosignano, Fiorenzuola, Russi e Carpendolo che non riescono a venir fuori dalla bassa classifica. 384 le reti segnate nel girone.

GIRONE E: ci riprova anche quest’anno il Castel Rigone, anche se l’avversario più diretto è squadra di tradizioni antiche, il Perugia. Sembra più regolare il cammino di quest’ultima, ma il campionato è incertissimo. Alle spalle e ad un solo punto di distacco infatti il Todi è pronto ad approfittare di un passo falso di entrambe; tutto il resto segue staccatissimo, la quarta, il Pianese, è a 10 punti dal Todi. Più interessante la lotta in coda dove Monteriggioni e Fortis Juve, benché ultime, possono togliersi dagli impicci se riescono a fare delle buone sequenze di risultati. Deludente il campionato dell’Arezzo che nonostante abbia risolto i problemi societari non riesce a venir fuori dalle zone basse. Le reti segnate sono 381 con una gara da recuperare.

GIRONE F: Teramo e Rimini proseguono in accoppiata con la prima in testa alla classifica con un punto di distacco sulla seconda. Le altre seguono staccate con il Santarcangelo a 5 punti dal Rimini, ma che nelle ultime nove giornate ha inanellato una serie positiva di sette risultati. Ha ceduto la Jesina che aveva ben iniziato, mentre proseguono con passo regolare Renato Curi e Santegidiese. In coda a parte il Bojano unica squadra assieme all’Ostuni nel girone H a non avere ancora vinto una gara, sono al momento quattro le squadre interessate ad evitare il secondo posto che porterebbe alla retrocessione diretta: Venafro, Fossombrone, Cesenatico e Miglianico. 443 le reti segnate con una partita da recuperare.

GIRONE G: il Monterotondo è capolista solitario con un vantaggio rassicurante sulla seconda (8 punti); lotta apertissima per i play off, con Viribus Unitis, Bacoli, Zagarolo, Aprilia, Viterbese e Porto Torres coinvolte, ma con possibilità di inserimento per un altro paio di squadre. In coda si staccano Tavolara e Castiadas mentre è apertissima la lotta per i play out con ben sette squadre coinvolte dall’Anziolavinio (20 punti) al Guidonia (16) terz’ultimo in classifica passando per Arzachena (20), Sanluri (19), Budoni (19), Cynthia (18) e Selargius (18). 402 le reti segnate.

GIRONE H: l’Arzanese continua a dominare anche se nelle ultime gare ha avuto un calo di rendimento. Si sono avvicinate Gaeta, Virtus Casarano e Nardò ma nessuna delle tre mostra un rendimento costante e tale da impensierire la capolista. Assieme alle ultime tre, Ischia, Pomigliano e la matricola Fortis Murgia sembrano le maggiori indiziate a giocarsi i play off. In coda ormai condannata l’Ostuni (5 punti), fortemente indiziata per la seconda retrocessione l’Angri, mentre per i play out sono coinvolte sette squadre dalla Capriatese (21) alla Battipagliese (15). 348 i gol segnati.

GIRONE I: Comanda l’Ebolitana inseguita a 4 punti da Casertana e Nissa ed a 5 dal Fo.Co.Benevento. Il girone sembra apertissimo in virtù di una classifica corta. In coda sembra ormai fuori giuoco l’Atletico Nola mentre per il secondo posto retrocessione si aspettano gli sviluppi del caso Messina. La società dello stretto sembrava avere risolto i problemi societari con l’intervento di un gruppo di imprenditori di Reggio Calabria, ma non vi è stato accordo con le precedenti gestioni e tutto è rimasto fermo. Conseguenza: la squadra si è sfaldata con la fuga di tecnici e giocatori ed il pericolo della radiazione per la rinuncia a disputare le gare, appare concreto, siamo infatti già alla terza rinuncia e tutto fa pensare che alla ripresa scatterà la quarta rinuncia e la radiazione. Tutte siciliane le squadre al momento coinvolte nella lotta per il ply out: Acireale, Modica, Marsala e Mazara. 440 le reti segnate.

Il campionato ricomincia il 05/01/2011 con un turno infrasettimanale, ci rileggiamo dopo la Befana. Buon anno a tutti.
Francesco Pinto

0 commenti:

TICB TV

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Palinsesto #Radio1Sport