martedì 28 giugno 2011

Tarcisi One blob 2010/2011: collezione di perle

Arrivati al traguardo dell'ennesima stagione calcistica in radio, vogliamo fare un piccolo omaggio ad una delle voci a cui da ascoltatore siamo personalmente più affezionati, ancora prima come "Amico" del blog che come bravo radiocronista e giornalista a tutto campo (non solo sportivo). E' stato il primo a scoprirci di tutta la banda Radio Rai, il primo a spargere la voce e ci ha sempre trasmesso un supporto ed una vicinanza particolare. Non neghiamo di essere particolarmente affezionati a lui.
Stiamo parlando di Tarcisio Mazzeo, voce ligure ma nato a Campolattaro (provincia di Benevento). E' diventata ormai la spalla ideale e tradizionale per tutti i radiocronisti inviati negli stadi del Nord, per le radiocronache integrali, sempre con grande intesa con tutti. Interventi, annotazioni, che spesso hanno anche regalato colore all'evento e perle, prima del suo grande passaggio al Giro d'Italia. Ed allora, abbiamo deciso di raccogliere le frasi più divertenti ma anche significative di questa stagione calcistica, ad opera di Tarcisio Mazzeo.
Un bel blob dell'annata, un bel piatto ricco in cui mi ci ficco. Un esempio di come viene raccontato e descritto il calcio alla radiolina, sempre poetico, completo. Mai banale. Di classe.

"Si sgancia Dionisi sulla destra, va al tiro! E sul tentativo di deviazione del portiere, il pallone gli passa letteralmente sul corpo: lo stende come se lo avesse messo kappaò e finisce nel sacco"
(Racconto in diretta del gol in diretta di Albinoleffe-Livorno 0-3, Serie B)


"Azione fantastica giocata con riga e compasso"
(Juve-Palermo 1-3, gol di Pastore)


"Pastore è un giocatore assolutamente spettacolare. Ci fa pensare allo yo-yo. Il Pallone sul suo piede ha lo stesso effetto di quel giochino che legato da una corda e ed è legato ad un dito con l'interno della mano. Lo si lancia e poi lui ritorna: il pallone fa così con il suo piede"
(Juve-Palermo 1-3)


"La difesa dell'Udinese è stata colpita da una paralisi"
(Inter-Udinese 2-1, gol di Lucio)


"Eto'o con un recupero alla Mennea è uscito alla distanza in quei pochi metri, ha accellerato, ed è riuscito a toccare il pallone facendolo passare sotto le gambe del portiere avversario che è stato trafitto sul primo palo, sul suo palo. Bravissimo Eto'o"
(Inter-Werder Brema 4-0, primo gol di Eto'o)


"E' quello che tutti i suoi tifosi aspettano ad ogni partita: che s'inventi il colpo da biliardo. Ovunque mette la stecca, cioè il piede, riesce ad inventare delle cose assolutamente strepitose. Due difensori del Genoa avevano paura, ciascuno, di fare il sandwich, quello che stava in mezzo al panino che è risultato piccantissimo e insopportabile per i difensori"
(Milan-Genoa 1-0, gol di Ibrahimovic)


"Era un tiro talmente disegnato e cesellato che andare a prendere quel pallone era veramente difficile"
(Parma-Milan 0-1, gol di Andrea Pirlo)

"Il giallo dell'oro per le coppe e i trofei vinti dall'Inter. Il rosso della passione, il nero e l'azzurro che tingono i cuori di metà Milano, campeggiano da una parte dello stadio e dall'altra c'è una specie di onda lunghissima: una strada infinita che dura una vita, dice lo slogan. Sono 1899 i chilometri: i 100 e più anni di vita del Milan trasformati in chilometri, per un percorso che questa sera vuol fare, secondo il Milan, naturalmente, un altro passo avanti. Dall'altra parte c'è l'uomo interista con gli artigli che dice: Noi vi fermeremo."
(Inter-Milan 0-1: presentazione e racconto delle coreografie delle due curve)


"E' sconcertante vedere l'Inter in questa condizione. Questa squadra non crede a quel che sta facendo, non sa cosa sta facendo. Il gioco dell'Inter non c'è, non esiste: è tutto prevedibile, si capisce che il pallone, prima o poi arriverà o a Eto'o a Sneijder e possibilmente gli arriva male. Non abbiamo ancora visto un solo pressing esercitato sui portatori di palla rossoneri"
(Commento durante il primo tempo Inter-Milan 0-1)

"L'Inter prende non solo una lezione di calcio, che avrà effetti devastanti. L'Inter perde dopo 45 partite utili consecutive, perde il primo derby dopo i cinque vinti consecutivi in casa. Ma soprattutto, esce a pezzi da questa partita: perde i 3 punti, perde la possibilità di agganciare il Milan, ma l'impressione è che perda anche qualcos'altro, i cui effetti, di che cosa si tratti, lo vedremo nel seguito di questa storia"
(Commento finale ad Inter-Milan 0-1)


"E' il colpo di biliardo come piace a lui: mette la stecca, vede il pallino, vede la buca dove deve mandare il pallino. Colpo secco, centrale, forte: dal basso verso l'alto. Assolutamente una fucilata. Contro un tiro di questo genere non c'era proprio niente da fare. Aveva davanti gli uomini: si è spostato il pallone sulla destra per cercare il pertugio, per cercare il varco che è diventata un'autostrada"
(Milan-Brescia 3-0, gol di Ibrahimovic)


"Qui la sorte ha giocato a flipper ed ha favorito la Roma. Era qualche minuto che la Roma bussava alla porta della difesa del Milan e a furia di bussare alla fine gli hanno aperto"
(Milan-Roma 0-1, gol di Borriello, in radiocronaca con Giulio "Flipper" Delfino)

"Difesa del Napoli che si è aperta come una mela"
(Inter-Napoli 3-1)


"E qui bisognerebbe avere il manuale del calcio per vedere a quale pagina è prevista un'azione del genere: il terzino che va sul fondo e va a mettere il pallone pennellandolo e consegnandolo all'impatto con il suo compagno che si è incuneato, che si è aperto la strada, che ha bruciato la concorrenza della difesa avversaria"
(Inter-Napoli 3-1, Gol di Cambiasso)

"Sembra un trattore che sa cambiare velocità: non è lento e regolare come quelli che macinano terra, pietre e, insomma, quello che trovano. Questo è un trattore che ha anche la capacità di mettere il turbo e di andare addirittura a cercare la conclusione. Uno Zanetti davvero convinto, concentrato, Capitano più che mai di questa Inter"
(Inter-Napoli 3-1)

"Alfredo Aglietti, un pareggio che sa di brodino, ma un brodino di carne più che di dado"
(Intervista all'allenatore dell'Empoli dopo Empoli-Vicenza 1-1)

"Due errori gravissimi, determinanti: fanno un pò pensare ai due famosi autogol di Comunardo Niccolai. Dopo tanto tempo abbiamo visto qualcosa del genere"
(Sampdoria-Roma 2-1 e i decisivi errori di Juan che diedero origine ai due gol blucerchiati)

"Il problema di Krasic è che dovrebbero spiegargli bene che va bene accompagnare la caduta, insomma. Però, accompagnarla in quel modo così plastico alla Klaus Dibiasi certamente non lo aiuta neanche nel rapporto con gli avversari, con gli arbitri e con tutti quanti" (Juventus-Roma 0-2)

"Una cosa con pochissimi precedenti con pochissimi precedenti nella statistica della balistica"
(Milan-Lazio 0-0, doppio palo di Ibrahimovic)

"Ha scagliato un colpo di lancia col suo sinistro"
(Inter-Roma 5-3, gol di Sneijder)


"Prima quella Sarabanda di botte e risposte sotto la porta. E poi, diagonale calibrata: ha preso la stecca, ha visto dov'era il pallino, ha visto dov'era la buca e ce l'ha infilato dentro. Tiro dritto, perfetto, bellissimo"
(Inter-Roma 5-3, gol di Eto'o)


"Davvero pennellato ma con la punta di un pennello finissimo, di chi è capace di fare le cose più preziose e più difficili. C'era tutta una porta aperta, spalancata, con il sette che era lì che diceva al pallone: Vieni qua, che ti sto aspettando"
(Milan-Napoli 3-0, gol di Pato)


"Veramente una scena triste quella che abbiamo visto, una cosa squallida e tristissima a cui forse abbiamo dedicato fin troppo tempo"
(Juventus-Milan 0-1 e l'invasore durante il minuto di silenzio)


"Reattivissimo Pato che sul tiro sballato che arrivava da destra, di Abate, ha avuto la prontezza di allungare il collo, di allungare la testa come un cigno che va a cercare lo specchio d'acqua nel quale specchiarsi e dire: Come sono bello, ho fatto un altro gol"
(Milan-Inter 3-0, secondo gol di Pato)


"Serata dannata dell'Inter. Si dice che il buongiorno si vede dal mattino, non è sempre vero. La buonasera non si è vista proprio dall'inizio. Scoinvolgente la velocità con cui vediamo il pubblico che se ne va, come se si volesse allontanare dal luogo di un misfatto, dal luogo di una vergogna. L'Inter, squadra campione del mondo, non può ammainare bandiera in questo modo"
(Inter-Schalke 2-5)


"Un tocco veramente spettacolare, elegantissimo, morbidissimo. Una giocata da crepacuore. Handanovic si è inginocchiato e ha alzato la mano d'istinto per cercare di fare una cosa fuori dall'umano: come fai, inginocchiato, ad alzare la mano ed andare a prendere il pallone che morbidamente va infilarsi sotto la traversa.."
(Udinese-Roma 1-2, rigore di Francesco Totti a cucchiaio)

"Neanche con un metro di braccia in più ci sarebbe potuto arrivare Amelia"
(Milan-Palermo 2-2, gol di Hernandez)


"Difesa che si apre come i petali di un fiore"
(Milan-Palermo 2-2)

0 commenti:

TICB TV

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.