#TICBemozioni

Il Palinsesto sportivo di Radio1Rai

DOMENICA 21 LUGLIO 2024
Radio1Rai
ore 08:25, 13:20, 19:20, 00:20 Gr1 Sport
ore 14:00-18:30 Domenica Sport 
* ore 15:00 F1 - GP Ungheria (Gara)
ore 18:30-20:00 Sulle Strade del Tour 

LUNEDI' 22 - GIOVEDI' 25 LUGLIO 2024
Radio1Rai
ore 08:25, 13:20, 19:20, 00:20 Gr1 Sport

Radio1Sport
In simulcast solo le trasmissioni sportive di Radio 1 Rai.
ore 00:00-24:00 Pop Sport



martedì 7 febbraio 2012

Il pagellone: Tutto in ghiaccio tra polemiche e piagnistei.

di Davide Serusi- Gentili lettori ben ritrovati, ritorna il pagellone per commentare la 22esima giornata di Serie A che ci ha lasciato con un nulla di fatto per quanto riguarda la zona scudetto con i pareggi di Juve e Milan ma anche per la zona Champions con le sconfitte di Udinese, Lazio e Inter ma con la Roma che si è rifatta sotto. In una domenica d'altri tempi, causa maltempo, a farla da padrone sono state le polemiche e piagnistei di alcuni protagonisti sui quali ci soffermeremo.


Partiamo dal clou della giornata, lo 0-0 tra MILAN (5,5) e NAPOLI (5,5) che serve poco ai partenopei e che consente ai rossoneri di rimanere sulla scia della Juventus. Buon primo tempo degli azzurri con la manovra rossonera lenta e macchinosa. Ripresa più frizzantina con occasioni da una parte e dall'altra e l'espulsione di Ibrahimovic (3) per lo schiaffo nei confronti di Aronica. Nonostante l'inferiorità numerica il Milan si è reso maggiormente pericoloso rispetto all'avversario che ha messo in mostra tutti i suoi limiti di questo periodo, il Napoli non riesce più a trovare quella giusta velocità in attacco, Inler lasciato inizialmente in panchina rallenta troppo il gioco, manca la giusta grinta per sfondare. Il Milan dal canto suo è un po' troppo nervoso, pesa l'assenza di alcuni elementi chiave che non consentono i giusti ricambi, sente l'avvicinarsi di una serie di impegni chiave (Juve, Udinese e Arsenal) e in questo senso l'espulsione di Ibra fotografa la situazione rossonera e potrebbe pesare tanto visti i tre turni di squalifica e le conseguenti difficoltà psicologiche per il giocatore come lo scorso anno.
E a proposito dell'espulsione di Ibra ci sentiamo di dissentire con le tre giornate di squalifica inflitte dal giudice sportivo, le immagini parlano chiaro e non mostrano una violenza eccessiva, due giornate sarebbero state la giusta sanzione, salterà la sfida con la Juve per quello che sembra un buffetto e non uno schiaffo forte e deciso, se Ibra salterà 3 turni ci chiediamo come mai Aronica non sconti nemmeno un turno visto il buffetto ai danni di Nocerino. Quanto al Napoli, anche domenica Mazzarri ha pianto per il gol annullato a Pandev, sarebbe il caso di finirla, troppo facile per presidente e allenatore giustificare la stagione con gli errori arbitrali, domenica hanno avuto l'uomo in più e non lo hanno sfruttato, colpa dell'arbitro?

Eccoci alla JUVENTUS (5,5) bloccata sullo 0-0 dal SIENA (6), un pareggio che lascia l'amaro in bocca alla squadra torinese che avrebbe meritato di vincere, primo tempo sottotono, forse un eccesso di sicurezza contro un Siena assai ben organizzato dietro, ripresa a senso unico con un pizzico di sfortuna per le occasioni mal sfruttate e per il rigore non concesso. E' qui ci soffermiamo perché sono scaturite una serie di incomprensibili polemiche e accuse da parte della società juventina. L'errore c'è, lo abbiamo detto tutti, lo ha riconosciuto Braschi ma questo non è bastato alla società per far partire richieste e accuse assurde. Si potrebbe capire quando l'episodio diventa una costante e l'acqua esce fuori dal vaso, ma accanirsi così tanto per un errore ci è sembrato di poco gusto, anche il Milan mercoledì ha subito un torto ma non ha urlato, tutte le società subiscono ogni domenica, contestano l'episodio ma si fermano mentre a Torino la polemica è divampata come se l'arbitro avesse negato 5 rigori e 5 espulsioni. Evidentemente la parola moderazione non fa parte della Juventus che per bocca di Conte ha contestato 3 impegni settimanali come se le altre squadre che giocano le coppe se ne stiano spaparanzate a casa, parlano come se a loro tutto debba essere concesso, la stessa società che ha definito Moggi il numero 1 e Giraudo un buon padre amorevole, uomini scaricati per puro vittimismo all'indomani di calciopoli. Non vorremo che il bel primo posto in classifica conceda alla Juventus il dovere di sentirsi prepotente.

Poco da dire per quanto riguarda ROMA (9)- INTER (2) terminata con un secco 4-0. Gara a senso unico, nerazzurri mai in partita e giallorossi belli pimpanti pronti a sognare la Champions e rinfrancati dal rinnovo di De Rossi, senza clausola, per 5 anni. Complimenti a tutte le parti, una bella risposta ai tanti detrattori e nostalgici del passato. Due parole anche per Borini (8), un vero asso per L.E. L'Inter sta scivolando velocemente, 8 reti nelle ultime due partite, giocatori cotti e al limite dell'assurdo, tattica rinunciataria per volere del suo tecnico Ranieri (3) che ha messo in mostra tutti i suoi limiti, le sue paure, il suo modo di concepire il calcio che è risultato l'opposto di Luis Enrique il quale gli ha impartito una bella lezione. Il sor Claudio abbia meno paura, faccia impostare alla sua squadra, non trasmetta il messaggio della resa levando punte per centrocampisti.

Altro stop in trasferta per l' UDINESE (5) che se avesse più continuità potrebbe lottare per il titolo, troppe distrazioni contro la ritrovata FIORENTINA (7) di Rossi. Quanto ai friulani, solito Di Natale ma errori difensivi che a inizio anno non si vedevano. Adesso il Milan ma al Friuli.
Infine la LAZIO (5) sconfitta dal GENOA (7) di Palacio (8) e Jankovic (8) per 3-2. Risveglio tardivo per i romani che hanno pagato gli orrori di difesa e portiere più l'assenza di Hernanes e Rocchi, non troppo valide le alternative e così avanti con il piagnisteo di Tare e di Lotito che hanno giustificato la sconfitta con il fatto dell'impraticabilità del campo (il Genoa ha giocato così bene!) e con la scusante del non essersi allenati a Roma a causa della neve a Formello, peccato che a Trigoria fosse tutto bianco ma i giallorossi hanno corso e umiliato l'Inter per 4-0.
Sarebbe stato troppo uscire a dire : “Complimenti al Genoa, siamo stati ingenui in difesa, ci sono mancati dei giocatori chiave” ?

MIGLIOR SQUADRA: ROMA
PEGGIOR SQUADRA: INTER
SPECIAL ONE: BORINI
SPECIAL FLOP: IBRAHIMOVIC
SPECIAL GOL: PALACIO

0 commenti:

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

TICB TV