martedì 28 gennaio 2014

Cronista-tistiche 2.0 Ep.01

di Francesco Del Giudice

Con l’inizio dei gironi di ritorno dei campionati di Serie A e B, riprende la rubrica che analizza le statistiche relative alle presenze dei radiocronisti di Tutto il calcio minuto per minuto, i loro abbinamenti con le varie squadre, le città più visitate, le ricorrenze più curiose legate alle scalette della trasmissione ed alle radiocronache in generale. Il format della rubrica, che verrà corredata di grafici e cartine, ricalca quello delle puntate precedenti, magistralmente curate da Leonardo Piastrella, a cui vanno sin d’ora i più sentiti ringraziamenti per l’egregio lavoro svolto. Grazie ovviamente anche al caporedattore Massimo Verona, che ha “battezzato” il ripristino di questa sezione; e grazie soprattutto ai nostri lettori, le cui puntualizzazioni e critiche saranno sempre graditissime ed anzi necessarie.

Per Riccardo Cucchi e Francesco Repice il girone di ritorno è cominciato sulla falsariga di quello d’andata. Le prime due voci di Tutto il calcio, infatti, hanno seguito le stesse gare del primo turno di campionato. L’attuale caporedattore dello sport s’è recato per la prima volta in stagione a Bologna, dove ha raccontato quella che a buon diritto può essere definita una classica del campionato italiano. Bologna-Napoli campo principale della trasmissione per il quarto anno consecutivo: in una di queste, coincidente con l’unico successo interno, in postazione c’era Giulio Delfino (Cucchi avrebbe raccontato in serata lo scudetto della Juventus).

Una classica è anche Juventus-Sampdoria, affidata, per la prima volta, a Francesco Repice, che aveva seguito gli ultimi due scontri tra bianconeri e blucerchiati a Genova, e quindi totalizza il terzo faccia a faccia consecutivo tra i due club. Solo 5 le squadre attualmente militanti in Serie A che Repice non ha ancora seguito allo Juventus Stadium; in tre campionati si arriva appena a quota 12, incluse le retrocesse.

Giulio Delfino era già stato inviato a un famoso Roma-Livorno, annata 2007/08, ed anche in quel caso i padroni di casa erano secondi e gli ospiti ultimi. Per il radiocronista romano sesta presenza all’Olimpico capitolino, tutte con i giallorossi, dopo un’assenza lunga quasi un’intera stagione. Come di consueto il compito di seconda voce dallo stadio romano è toccato a Massimiliano Graziani, alla prima assoluta col Livorno.

Come Cucchi e Repice, anche Giuseppe Bisantis, inviato a Udinese-Lazio, replica la prima di andata a campi invertiti. La chiusura della giornata tocca a Giovanni Scaramuzzino, recentemente impiegato con frequenza la domenica pomeriggio. L’ultimo Milan-Verona era toccato a Bruno Gentili.
Emanuele Dotto incrocia per la seconda volta in campionato l’Inter contro una genovese. Genoa-Inter segue Inter-Sampdoria: due sfide collocate in seconda posizione nella scaletta di Minuto per minuto.
Detto delle trasferte di due corrispondenti “fuori sede”-Mazzeo a Bergamo, Monaco a Reggio Emilia, designazioni non certo infrequenti-, passiamo alle seconde voci, che hanno regalato sorprese e novità non da poco.

Dopo la Coppa Italia, Sebastiano Franco debutta radiofonicamente in Serie A, naturalmente da Udine, scortato da Giuseppe Bisantis, non nuovo al ruolo di “padrino”. Il Friuli-Venezia Giulia non disponeva di un corrispondente dai tempi del primo Cucchi caporedattore (in ordine cronologico Giampaolo Mauro, impiegato negli ultimi anni della gestione Martegani, ma nella memoria è rimasto certamente il nome di Gabriella Fortuna, uscita di scena poco prima). Il contemporaneo inserimento di Franco e il ritorno di Francesco Marino riempiono altre caselle sul tavolo dei corrispondenti regionali, assenti solo in Lombardia ed Emilia Romagna. Una rappresentanza così folta delle sedi regionali non si registrava dall’ultimo Luzzi caporedattore; del resto, una delle peculiarità della gestione Cucchi, forse quella per eccellenza, è l’utilizzo sistematico dei migliori corrispondenti da tutt’Italia.

Citavamo Francesco Marino, impiegato per la terza volta consecutiva da Torino, alternando Juventus Stadium ad Olimpico. In tutte e tre le occasioni ha incrociato la strada di Repice: da quando lo ha sostituito in Juventus-Roma, lo ha poi sempre supportato in radiocronaca. Marino, che debuttò in Tutto il calcio nel 1999, in 6 presenze come prima e seconda voce ha seguito, tra le altre, Juventus, Torino, Genoa, Sampdoria, Fiorentina, Roma e Napoli, ovvero 7 scudettate!

Antonello Brughini a San Siro, ovvero la classe operaia va in paradiso. E viste le numerose presenze del corrispondente umbro a Terni, città dell’acciaio, si potrà benevolmente soprassedere sulla citazione…Indubbiamente la designazione più sorprendente di giornata, ma non di certo estemporanea, considerando che Brughini da anni viene impiegato con frequenza negli stadi lombardi. La trasferta al Meazza è un giusto premio dopo anni di gavetta negli impianti più piccoli di Serie B; certo, il Milan odierno non è quello degli esordi brughiniani al microfono, ma San Siro è sempre San Siro. Brughini protagonista assoluto anche per la “grande fuga” che lo ha visto impegnato in un solo giorno in due eventi: Varese-Novara di B e il posticipo di A. Dal piccolo e vetusto Ossola al gigantesco Meazza. Doppiette del genere non rappresentano comunque una novità: anni fa Repice e Raffa su tutti erano avvezzi a simili trasferimenti, in tempi anche più contenuti, per tacere del memorabile Trieste-Udine in poco più di un’ora di Ugo Russo.

RICCARDO CUCCHI


Come sempre, Cucchi ha viaggiato in lungo e in largo per la nostra penisola, pur essendo limitato dal ruolo di caporedattore, che gli consente, di fatto, di seguire solo una partita per giornata. Anzi, la frammentazione del calendario negli ultimi anni ha permesso alla voce principale di Tutto il calcio di essere presente in breve tempo in quasi tutti gli stadi e di raccontare almeno una partita di ogni squadra del massimo torneo (mancano solo Catania, Genoa e Verona). A metà campionato Cucchi è stato in tutte le regioni che ospitano la Serie A: fanno eccezione il Veneto e la Sicilia, regione che però ha ospitato la Nazionale, Italia-Bulgaria a Palermo, con Cucchi ovviamente al microfono. Limitatamente al campionato, le presenze del radiocronista romano in Lombardia sono 4; la cartina tiene conto anche di Milan-Barcellona di Champions League e dell’amichevole Italia-Germania, anche questa tenutasi a Milano. In Piemonte Cucchi ha seguito solo una gara di A, all’Olimpico. Curiosa, al momento, l’assenza dallo Juventus Stadium, dal quale però ha raccontato due incontri di Champions, Juventus-Galatasaray e Juventus-Real Madrid, e Italia-Repubblica Ceca, prima gara degli azzurri ospitata dal nuovo impianto torinese. Da contestualizzare anche il dato del Lazio, che tiene conto anche dell’amichevole di inizio stagione tra Italia e Argentina, giocata a Roma. Stesso discorso per la Campania: 2 presenze in campionato, una aggiuntiva per Italia-Armenia a Napoli. Altra segnalazione: in Friuli Venezia-Giulia Cucchi ha raccontato 2 gare interne dell’Udinese e una del Cagliari, a Trieste. A proposito di Cagliari, infine, l’attuale caporedattore è tornato al Sant’Elia, dal quale mancava da Cagliari-Lazio 2010/11.

Ecco nel dettaglio quante volte Cucchi ha seguito le 20 squadre di A in campionato: Ata 3, Bol 3, Cag 3, Cat 0, Chi 1, Fio 3, Gen 0, Int 2, Juv 4, Laz 3, Liv 2, Mil 2, Nap 4, Par 0, Rom 4, Sam 1, Sas 1, Tor 1, Udi 2, Ver 0. Comandano a pari merito le prime tre della classifica del campionato.

Coppe incluse: Juv 6, Mil 3.

Stadio più frequentato: Olimpico di Roma (3 volte in campionato, 1 per la Nazionale); Meazza di Milano (2 campionato, 1 C.L., 1 Nazionale).

Città più visitata: Torino, Milano, Roma (4 volte a testa).

Nel ringraziarvi per l’attenzione prestata, diamo appuntamento a lunedì prossimo.

1 commenti:

delgiu ha detto...

Errata corrige: l'ultima di Cucchi al Sant'Elia prima di questa stagione è stata Cagliari-Napoli 2011/12. Tra le squadre non seguite dal caporedattore in questa stagione c'è anche il Parma, come peraltro indicato nel dettaglio. Ci scusiamo delle inesattezze: d'altra parte il "buco" al primo collegamento fa parte della tradizione di Minuto per minuto, e noi non volevamo essere da meno...

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

TICB TV

Palinsesto #Radio1Sport

TICB TV LIVE