Il Palinsesto sportivo di Radio1Rai e Radio1Sport

 
MERCOLEDI 25 MAGGIO 2022
Radio1Rai
ore 08:25, 13:25, 19:25 e 00:20 Gr1 Sport
ore 15:05, 15:35, 16:05, 16:30 SULLE STRADE DEL GIRO, 16a tappa
ore 20:55 Zona Cesarini
*Conference League ROMA-FEYENORD, Finale (G.Bisantis)

Radio1Sport
ore 10:05 Tutto il calcio minuto per minuto STORY
ore 11:05 Palla al centro
ore 13:30 Pop Sport
ore 14:05 Numeri Primi (Replica)
ore 14:30  Pop Sport
ore 15:05 Il caffè di Radio1Sport
ore 16:30 Simulcast con Radio1Rai
ore 18:05  Tutto il calcio minuto per minuto STORY
ore 19:30  Pop Sport
ore 20:55 Simulcast con Radio1Rai



lunedì 27 gennaio 2014

La Radio-Pagella 2013-2014 Puntata 22

di Marco D'Alessandro

Usurpo questo numero della rubrica, spero non troppo indegnamente per una puntata, sostituendo il deus ex machina Francesco Furlan, impossibilitato a poter intervenire a corredo di un weekend radiofonico che di spunti non ne ha affatto disdegnati. Nell'attesa di ritrovarlo subito per il prossimo appuntamento, mi calo nell'Alessandrelli della situazione e sostituisco l'insostituibile Zoff della Radiopagella (peraltro, un altro Furlan), sperando di non beccare tre gol in quindici minuti (per i più giovani affamati di cultura calcistica, cercare alla voce Juve-Avellino 3-3). Precisazione: non avendo quasi mai il tempo di poter ascoltare lo splendido "Palasport" e buona parte di Sabato e Domenica Sport, le pillole (e le supposte) si concentrano sulle dirette calcistiche.

Vincitore della giornata
Francesco Repice/Massimiliano Graziani: nella storia di questo campionato, Lazio-Juventus 1-1 sarà ricordata come una delle partite più emozionanti e adrenaliniche. Ed anche il racconto repiciano si adegua alla sua migliore espressione, come molto spesso è avvenuto nella carriera del radiocronista calabrese quando si è cimentato nelle sfide tra le maglie aquilotte e zebrate tra campionato, Coppa Italia e Supercoppa Italiana. Sfide sempre palpitantissime e mai banali e sabato sera non ne ha fatto eccezione: Repice è perfetto su tutta la linea, preciso nella lettura e nel racconto diretto, si esalta nella scoppiettante ripresa ricacciando anche i flussi caressiani che pervadono la sua anima come quando Rosario Fiorello imitava Riccardo Cocciante nelle vesti del Gobbo di Notre Dame ai tempi di "Stasera pago io". Mancherebbe la ciliegina finale di un terzo gol e di un colpo di scena clamoroso che le due squadre, giustamente elogiate, sfiorano a ripetizione. Ottimo il supporto di Graziani, capace anche di inserirsi di forza, sovrapponendosi al ritmo "sincopato" di partita e prima voce: impresa non facile. Piace anche per il buon lessico che esprime nei suoi interventi. Lazio-Juve, a nostro avviso, è stata tra le più belle radiocronache targate 2013/2014.

Top

Massimo Barchiesi: grande habituè dell'angolo dei buoni, la cadetteria ritorna in campo e con essa la voce più rappresentativa della categoria. Latina-Empoli sembra ripercorrere le orme del triste zeroazero di Santo Stefano in cui Barchiesi fu il chiudifila della scaletta. Ma un bravo radiocronista ha anche quella dose di fortuna che consente di poter raccontare, nel 99% dei casi, partite da punto esclamativo che si fanno ricordare. Ed anche quando non è il campo principale. Occasioni da gol in diretta e le continue interruzioni nel finale, col botto del Clamoroso al Francioni e il 2-1 del Latina che irrompe in Tutto il calcio con un doppio "Aaaaattenzione!" di ezioluzziana memoria. Ah, a proposito, converrete: un top a prescindere per l'Ezio Luzzi che abbiamo avuto il piacere di ascoltare per il nostro "Dietro al Microfono". Un formidabile 80enne che trasmette ancora carica, vitalità e l'entusiasmo di sempre. Un vero highlander.

Emanuele Dotto: voti alti per l'Emanuele reduce dalle due ultime prestazioni dei rossoneri di Furlan, prima che di Seedorf. Un Dotto in ritrovata forma Mondiale quello che abbiamo potuto apprezzare nelle radiocronache di Milan-Udinese (eccellenti 90 minuti con Tarcisio Mazzeo) e Cagliari-Milan. Dall'ultima volta che in una domenica pomeriggio si affacciò dalla Sardegna sono cambiati tre (anche se sarebbero quattro) Presidenti della Repubblica e sette governi. Tempi in cui Beniamino Abate era ancora con gli scarpini e parastinchi e che per l'occasione, Emanuelone ha riportato in attività al 77° minuto subentrando al biondino Ignazio, il figlio che milita nel Diavolo crepuscolare di oggi, sul quale s'impone anche la mano pesante del radiocronista ispirato e frizzantino come nei giorni migliori, fino alla clamorosa rimonta in Zona Cesarini. Non inficia sulla sua pimpante radiocronaca nemmeno l'inserimento di Avallone per un rigore proprio nel momento in cui Pazzini insacca il gol della vittoria milanista, costringendo ad annunciare il gol con un flash. E per la domenica che verrà, salvo sorprese che provocherebbero imprecazioni a dismisura per noi partecipanti nel Totocronista, ci apprestiamo ad un derby della Lanterna a tavola.

Giovanni Scaramuzzino: da Fiorentina-Genoa ne esce un posticipo con i fiocchi e Scaramuzzino conferma un periodo di buonissima forma. Ottima radiocronaca di una partita che regala tanti gol ma anche altrettante incertezze arbitrali, ben chiariti anche dai puntuali interventi di Mauro Carafa, a nostro avviso una seconda voce che trova poco spazio ma ne potrebbe avere di più.

Antonio Lopez: ci segnala Francesco Del Giudice che mentre tutti noi eravamo concentrati al rito pomeridiano col Minuto per minuto di Serie A, l'ormai nuovo punto di riferimento delle compagini calabresi, ha imperversato anche alla sorella televisione su Rai Sport 1 per la telecronaca di Nuova Cosenza-Vigor Lamezia, per riscaldare l'ugola in vista di Crotone-Siena di Serie B in Zona Cesarini. Bis e applausi per l'Edoardo Vianello dei radiocronisti, come l'abbiamo ribattezzato per via della somiglianza con la voce del cantautore romano.

Flop

Giulio Delfino: non è stata la sua settimana migliore. Non ci è piaciuto granchè nei momenti salienti in Roma-Juventus di Coppa Italia ed in particolare sul gol di Gervinho, scandito con quella modalità ultramoderna che su queste pagine non ci manda proprio in sollucchero, con la "rete" e il "gol" che giocano a nascondino e in quel caso anche senza il minuto della segnatura, dimenticanza che avrebbe fatto imbestialire Massimo De Luca. Hellas-Roma della domenica a pranzo è una radiocronaca in cui l'ascoltatore con orecchio attento, qualcosa di strano lo avrà notato. I gol dell'importante vittoria dei capitolini vengono raccontati con un tono decisamente scialbo e trattenuto. La sensazione che certe tribune stampa di certi stadi siano pericolose ce la conferma il vecchio amico di blog Davide Serusi (fresco di laurea, ancora complimenti da tutti noi) che ci ha segnalato come nell'emittente radiofonica romana Teleradiostereo, sia stata manifestata solidarietà per il buon Giulio. Evidentemente non tirava una bella aria al Bentegodi, si è parlato di aggressioni, come purtroppo accade troppo spesso. Coraggio Giulio, nel weekend è stata presentata la nuova Ferrari F14T. Dai, che forse tra due mesi stavolta ci divertiamo.

Umberto Avallone: è assai difficile ascoltare una sua radiocronaca calcistica e rimanerne convinti. Se di certo non manca la buona volontà, non è molto esaltante la media di vocali mangiati e nomi storpiati ogni tre/quattro parole. In Torino-Atalanta ne hanno fatto le spese il malcapitato Farnerud e il disastroso arbitro Tagliavento. Ed essendo in una di quelle giornate in cui non gliene gira giusta manco una per sbaglio, interviene non troppo tempestivamente mentre a Cagliari si sta per battere un corner, per raccontare di un rigore che verrà poi parato: in quel mentre e in quel corner che avevamo lasciato in sospeso, arrivava un gol. E poi, una preghierina: possiamo cortesemente evitare quel fastidiosissimo intercalare "ci sta" quando arriva un cross, un intervento o qualunque cosa che lo porta al massacro della lingua italiana come nei casi di "ci sta un traversone, ci sta una respinta, ci sta Cerci" e via dicendo?

Antonio Monaco: la voce dell'entusiasmo incontenibile incappa in un fine settimana non da greatest hist e ci concede due 1-0 da ricordare solo per una doppietta di "gol durante il thè delle cinque" colti con la puntualità del miglior Pippo Inzaghi sotto rete, sia in Virtus Lanciano-Brescia e in Parma-Udinese. Anche Beppe Bisantis in Napoli-Chievo accoglie la rete degli scaligeri all'interno della rubrica dedicata alla ricetta della Pizza alla Marinara fatta in casa.

Antonio Cabrini: torna a farci visita nel club dei cattivi non per le consuete scoperte dell'acqua calda nei fuochi d'artificio dello scampolo finale di Domenica Sport, ma per l'editoriale del venerdì di "A Tutto Campo" in cui ha commentato del pastrocchio Guarin-Vucinic come se fosse Roberto Beccatini. Anzi, senza fosse. Il Bell'Antonio ha in realtà letto un vero e proprio articolo del "Beck" pubblicato sul portale online di Eurosport, variando solo qualche virgola e tagliando due righe. Ahiahiahi, un autogol di Cabrini che si candida autorevolmente tra gli epic fail della stagione.




0 commenti:

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

TICB TV

Palinsesto #Radio1Sport

TICB TV LIVE